Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Percepiscono il Reddito di Cittadinanza ma lavorano in un bar: nei guai il titolare

Pubblicato

il

Continuano in città i controlli serrati dei Carabinieri del comando provinciale di Napoli. E’ ancora alta l’attenzione prestata al rispetto della normativa anti-contagio: 52 le sanzioni complessivamente elevate.

Durante un servizio pianificato nel centro città, i militari della compagnia locale, insieme a quelli del NIL di Napoli, hanno ispezionato alcune attività commerciali per verificare il rispetto delle normative sul lavoro.

Il titolare di un bar in via Pasquale Placido è stato denunciato per aver impiegato 6 lavoratori irregolari: tra questi un extracomunitario e 3 indebiti percettori di reddito di cittadinanza. L’attività è stata sospesa e l’imprenditore sanzionato per circa 35mila euro.

In via Mezzocannone, invece, il titolare di un bar è stato denunciato e sanzionato perché all’interno dei locali è stato identificato un lavoratore “in nero”.

A Scampia, i militari del Nucleo Radiomobile di Napoli, durante i controlli alla circolazione pianificati nell’intero quartiere, hanno arrestato per violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale un 48enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo è stato sottoposto anche a fermo di indiziato di delitto per ricettazione. Quando è stato controllato in Via Fellini, guidava un veicolo risultato oggetto di un furto commesso il giorno precedente. Finito in manette, il 48enne è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

I controlli sono stati estesi anche nel Rione Sanità dove i carabinieri motociclisti del nucleo radiomobile di Napoli hanno controllato 13 pregiudicati, fermato e controllato 11 motocicli sottoponendone 2 a sequestro: 8 le contravvenzioni per violazioni al codice della strada.

Nel quartiere Vomero sono 65 le persone e 20 i veicoli controllati dai carabinieri della locale Compagnia.

I parcheggiatori abusivi denunciati sono stati 4. Segnalato alla Prefettura anche un giovane trovato in possesso di una dose di hashish.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Incidente stradale a Giugliano: un morto e due feriti gravi

Pubblicato

il

Paura a Giugliano, in via Arco Sant’Antonio, dove pochi minuti fa, si è verificato un pericoloso incidente che ha coinvolto una Lancia Delta di colore nero e una moto. Stando alle prime informazioni, il giovane centauro è morto sul colpo e l’altro ragazzo, a bordo della Yamaha, è gravemente ferito. In gravi condizioni, anche la persona a bordo dell’auto.

Continua a leggere

Cronaca

Follia post-parto: dà alla luce una bambina ma poi tenta di ucciderla

Pubblicato

il

Dramma sfiorato nel leccese, dove una 34enne pugliese, è stata arrestata dai carabinieri per tentato omicidio. In particolare, la donna, che aveva partorito in maniera clandestina nella sua abitazione, lo scorso 23 luglio, aveva dapprima tentato di uccidere la neonata, per poi abbandonarla nel giardino di casa, non riuscendo comunque a toglierle la vita. Al momento, la 34enne, è agli arresti domiciliari in una comunità riabilitativa assistenziale.

Tuttavia, stando alle prime informazioni, sarebbe stato il marito ad avvertire i sanitari, ma al loro arrivo, hanno trovato la piccola con alcuni tagli che la madre le aveva inferto. Poi, la stessa, aveva riferito agli agenti di non sapere di essere incinta e il marito, aveva confermato questa versione. Pertanto, la bimba, è stata subito condotta presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove è attualmente ricoverata in buone condizioni: infatti, dopo la nascita, era stata trovata in un forte stato di ipotermia.

Continua a leggere

Cronaca

Uomo sottoposto ai domiciliari trovato morto nel suo appartamento: aveva 76 anni

Pubblicato

il

Choc a Piombino, in provincia di Livorno, dove un 76enne ex commerciante, è stato trovato morto nel suo appartamento. L’uomo, era originario di Napoli, ma si trovava agli arresti domiciliari in Toscana, per una vicenda di droga. Il corpo, era riverso sul pavimento. Sono stati i familiari a lanciare l’allarme, ma i sanitari del 118, al loro arrivo, hanno soltanto potuto dichiararne il decesso. Sul posto, anche i carabinieri i quali, in attesa del riscontro medico legale, non escludono alcuna ipotesi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante