Resta sintonizzato

Attualità

Addio al coprifuoco in zona bianca e le novità per le cerimonie: l’accordo tra Governo e Regioni

Pubblicato

il

Il Governo e le Regioni hanno raggiunto un accordo per abolire il coprifuoco in zona bianca e anticipare le riaperture delle attività economiche e sociali. Il riferimento per lo svolgimento delle attività, fa sapere il ministero, è quello delle ‘Linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali’, adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e degli altri protocolli, ai sensi dell’art. 12 del d.l. 65/2021. 

All’incontro fra il Ministro della Salute Roberto Speranza e il presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga hanno partecipato anche Giovanni Rezza, direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, e Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.

Per quanto riguarda inoltre le cerimonie, la novità arriva dal Comitato Tecnico Scientifico, che ha deciso di “consentire la partecipazione solo a coloro che sono in possesso di uno dei requisiti per il green certificate“. Nel documento del CTS si fa riferimento a tutte le attività ricettive, dalla ristorazione agli stabilimenti balneari, dai cinema ai teatri agli altri locali di intrattenimento, dove la prenotazione “sarebbe auspicabile fosse resa obbligatoria o fortemente raccomandata, così come la disponibilità dei requisiti del ‘green certificate’, soprattutto laddove si punta progressivamente alla saturazione dei posti disponibili“.

I requisiti per ottenere il green pass sono essenzialmente tre: essersi vaccinati contro il Covid-19 con le due dosi (ove previsto) o almeno da 15 giorni con la prima dose; essere guariti dal Covid-19; aver effettuato un tampone molecolare da meno di 48 ore.

Dovrebbe essere obbligatorio il numero massimo di presenze contemporanee (all’aperto e soprattutto al chiuso) – si sottolinea – in relazione ai volumi di spazio e ai ricambi d’aria ed alla possibilità di creare aggregazioni in tutto il percorso di entrata, presenza, uscita.

Per tutte le attività, soprattutto laddove si punta progressivamente alla saturazione dei posti disponibili, e per tutti i lavoratori che non possono mantenere il distanziamento interpersonale previsto, bisogna considerare il possesso di uno dei requisiti per il green certificate. Per tutte le attività, inoltre, resta inteso che devono essere usati, da parte dei lavoratori, i dispositivi di protezione individuale previsti in base ai rischi specifici della mansione, nonché conformi alle prescrizioni del Medico Competente. I clienti dovranno indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie tranne nei momenti del bere e del mangiare“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

De Luca: ” Anche a Giugliano partirà la line per la trasformazione di ecoballe”

Pubblicato

il

Come a Caivano anche a Giugliano partirà la linea per la trasformazione di ecoballe.

De Luca: ” Anche se siamo in ritardo siamo partiti per la trasformazione delle ecoballe. Siamo in ritardo ma non ci siamo fermati”.

Continua a leggere

Attualità

[LIVE] De Luca. Lunedi 21 inizia la zona bianca

Pubblicato

il

Live del presidente De Luca che spiega la situazione della settimana.

Ha parlato dell’efficienza dei mix di vaccino e ha invitato a tutti gli over 60 di vaccinarsi con tutte le dosi possibili.

Inoltre De Luca ha dichirato di dover migliorare i reparti ospedalieri per migliorare l’efficienza degli ospedali.

De Luca ha poi citato alcuni “tuttologi” definiti dal Presidente De Luca che hanno infangato l’organizzazione del concorso della Regione Campania

Vincenzo De Luca ha poi parlato della vicenda del reddito di cittadinanza che c’è una quota dei percettori che ha problemi sociali altri che sono definiti da De Luca stesso imbroglioni.

De Luca:” Bisogna rinnovare il progetto del Reddito di CIttadinanza percheè costa 6 miliardi di euro all’anno che escono dalle casse dello Stato”.

Un’altra questione che ha sollevato il Presidente De Luca è per le elezioni a Napoli e in provincia definendo le discriminanti di chi merita il voto e chi no

Continua a leggere

Attualità

Estero. Naufragio migranti alle Canarie: la situazione

Pubblicato

il

Sarebbero almeno tre i migranti morti nel naufragio dell’imbarcazione su cui viaggiavano, nel tentativo di raggiungere le isole Canarie, in Spagna. Questo quanto si apprende, da una nota dei servizi d’emergenza dell’arcipelago. L’incidente, è avvenuto nella tarda serata di ieri, vicino la costa dell’isola di Lanzarote. Secondo l’agenzia di stampa EFE, mancano all’appello almeno 5 persone, tra cui un minorenne. In totale, sono state salvate 41 persone, di cui 12 ricoverate in ospedale per diversi problemi di salute. Tra queste, ci sono anche quattro bambini. Nella notte, sono state poi individuate altre due imbarcazioni con migranti a bordo: si calcola che si tratti di almeno 110 persone.




Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante