Resta sintonizzato

Cronaca

Denise Pipitone. “E’ ancora viva e presto si saprà la verità”

Pubblicato

il

Secondo l’ex Pm Maria Angioini, Denise Pipitone sarebbe ancora viva e presto verrà a galla la verità.

Chi prese Denise voleva ucciderla, ma qualcun altro lo ha impedito. Non è stata riconsegnata alla famiglia perché c’era un patto” ha affermato l’ex Pm che tra il 2004 e il 2005 ha lavorato come pm per la procura di Marsala e si è occupata, prima in affiancamento poi come titolare dell’inchiesta, della scomparsa di Denise Pipitone, la bimba di 4 anni rapita a Mazara del Vallo il 1 settembre del 2004 a Mazara del Vallo (Trapani).

Il magistrato, che dopo il suo trasferimento a Cagliari non ha più seguito il caso, ha parlato del giallo della bambina scomparsa in un’intervista pubblicata su La Nuova Sardegna.

Secondo Angioni Denise è ancora viva e sostiene che, visti i recenti passi in avanti nelle indagini, presto la verità potrebbe venire a galla.

Qualcuno sa dove è stata portata dopo il rapimento o sa dove si trova in questo momento. Questa persona è stata testimone dello spostamento o lo ha addirittura operato in prima persona. Fino a oggi ha taciuto per rispettare forse un patto ora saltato” ha affermato il magistrato.

Continuando “Chi odiava Piera voleva uccidere la bambina, ma qualcuno deve averla consegnata ad altri, assicurandosi comunque che la madre non la rivedesse più. Adesso però questo patto è saltato e chi è stato zitto per paura inizia a parlare”.

Concludendo “Qualcuno sta parlando e scardinando degli alibi: ci sono delle testimonianze importanti, le ricerche sono state intensificate e la verità potrebbe essere a un passo”.

Cronaca

Overdose fatale per due giovani: avevano 16 e 26 anni

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta a Trieste, dove due ragazzi, rispettivamente di 16 e 26 anni, sono morti a poche ore di distanza per una presunta overdose di metadone. Sul caso, indaga la Squadra Mobile della Questura, così come per la morte di un altro giovane, di 28 anni, le cui cause del decesso però, sono ancora tutte da chiarire, anche se si pensa che, siano in qualche modo collegate, all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Pertanto, il Pubblico Ministero incaricato del caso, ha disposto l’autopsia sui corpi delle vittime.


Continua a leggere

Cronaca

Grave incidente nella notte: il 16enne Saverio è in coma

Pubblicato

il

Grave incidente in scooter avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì a Varcaturo, dove Saverio, un 16enne originario di Mugnano, è finito in coma. Ancora da chiarire l’esatta dinamica dei fatti, poiché all’arrivo degli agenti, i mezzi erano già stati spostati. Pertanto, il giovane, è stato subito trasportato all’ospedale San Giuliano in gravi condizioni. Al momento, si trova in coma farmacologico presso il reparto di rianimazione, anche se non è in pericolo di vita.

Continua a leggere

Cronaca

Giugliano, esplode la rissa in pieno centro storico: la situazione

Pubblicato

il

Caos nella notte a Giugliano, dove intorno alle 3, è scoppiata una maxi rissa in pieno centro storico. In particolare, lo scontro, sarebbe avvenuto tra un gruppo di ragazzi italiani e un nigeriano.

Stando ad una prima ricostruzione, la vittima, era scesa per acquistare un pacchetto di sigarette e a quel punto, sarebbe stata avvicinata da un gruppo di ragazzi che lo avrebbero aggredito. Tuttavia, l’uomo, ha fatto rientro a casa, per poi tornare con un amico, nel tentativo di cercare un confronto, sfociato in rissa. I giovani, hanno allora tentato di sottrargli il documento e, probabilmente l’uomo, nel tentativo di difendersi, sarebbe stato colpito con il coccio di una bottiglia alla testa e due fendenti alla schiena. Al momento, è ricoverato in prognosi riservata, presso l’ospedale San Giuliano. Indagini in corso.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante