Resta sintonizzato

Cronaca

Ai domiciliari minaccia la ex e le brucia la macchina: “Ti devo distruggere!”

Pubblicato

il

Un 47enne di Marcianise, pluripregiudicato, nonostante fosse ai domiciliari ha continuato a minacciare di morte la ex e le ha bruciato la macchina.

“Ti devo distruggere”, “Stasera ti brucio”, “Sei morta prima o poi” le diceva, minacciandola di morte, perlopiù telefonicamente.

Continuava a minacciarla perchè non si rassegnava alla fine della loro relazione intrapresa agli inizi di luglio 2019 ed interrotta nell’ottobre dello stesso anno.

Una vera e propria ossessione quella del 47enne nei confronti della donna, anche lei di Marcianise, che è degenerata nel corso degli anni.

La donna già dopo aver interrotto la relazione si rivolse ai carabinieri della stazione di Marcianise denunciando le vessazioni e le molestie nonché i danneggiamenti (del proprio appartamento, delle propria vettura) che era costretta a subire.

Il 4 novembre 2019 l’uomo è stato colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Napoli in relazione al reato di atti persecutori. Tale misura cautelare però il 2 luglio del 2020 si è tramutata in detenzione domiciliare. Durante gli arresti in casa il 47enne ha così contattato ripetutamente l’ex compagna nel tentativo di riconquistarla.

Il 30 luglio 2020 la detenzione domiciliare si è trasformata nella misura non coercitiva dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

La follia d’amore per l’ex compagna non si placa, anzi, proseguono le telefonate dal contenuto minatorio a cui fanno seguito i continui dinieghi della donna.

Ciò nonostante l’uomo non si rassegna e in un raptus di rabbia, nelle scorse settimane, si è recato presso l’abitazione della ex compagna e ha dato fuoco alla vettura della donna.

La Procura di Napoli ha così condannato l’uomo, disponendo un aggravamento della misura cautelare con la custodia cautelare presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arzano

Uomo ferito e portato in ospedale paura ad Arzano

Pubblicato

il

Un giovedì sicuramente non movimentato nella zona di Arzano dove nei pressi di un cimitero dopo pranzo si è verificato un tentato omicidio. I carabinieri che sono giunti subito sul posto hanno chiamato immediatamente i soccorsi ora starebbero ancora indagando per avere almeno una dinamica dei fatti e secondo le prime istruzioni coloro che hanno sparato i colpi erano due soggetti a bordo di uno scooter che avrebbero sparato cinque o sei colpi addosso a una persona la cui identità è ancora da accertare, che l’avrebbero preso nella zona del volto, precisamente all’altezza degli occhi. Trasportato in ospedale, è ora in prognosi riservata. Seguiranno aggiornamenti.

Continua a leggere

Campania

Incendio nella zona agricola di Teverola

Pubblicato

il

A Teverola nella zona vicino Aversa si è verificato poche ore fa un grosso incendio che avrebbe preso il sopravvento con del materiale plastico all’interno di un capannone dell’autodemolizione Marino nella zona industriale PIP. Le fiamme sarebbero visibili addirittura da un miglio di distanza alcuni testimoni raccontano che le fiamme potevano arrivare fino nell’area Giugliano in Campania. Ora ci sono i Vigili sul posto e non ci sono al momento feriti e ne intossicati.

Continua a leggere

Cronaca

‘Morte bianca’ a Marano, la vittima un operaio: aveva 70 anni

Pubblicato

il

Dramma sul lavoro avvenuto questa mattina a Marano, dove Antonio Vasto, 70 anni, è morto cadendo da un’impalcatura, sulla quale si trovava per lavori di rifacimento della facciata di una villetta. Inutili i soccorsi, che hanno soltanto potuto constatare il decesso dell’uomo, morto sul colpo. Sul posto, i carabinieri della Compagnia locale, che stanno ora effettuando i rilievi del caso, per capire come possa essersi consumata la tragedia.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante