Resta sintonizzato

Attualità

Si rompe il tendine di una mano, ma in ospedale la deridono perché napoletana

Pubblicato

il

Una cittadina napoletana residente a Roma, è stata derisa e accusata di sceneggiata, dal 118 e in ospedale. La donna, si era presentata presso la struttura ospedaliera per la rottura del tendine di una mano e ha denunciato l’episodio, via social, che ha poi diffuso il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. Ecco il messaggio: “ll giorno 26 maggio ho avuto un incidente domestico. Un barattolo di vetro è esploso nella mia mano sinistra. Taglio profondo, schegge di vetro nella mano, rottura di tendini e nessuna mobilità del pollice. Chiamo il 118 e, nell’attesa che arrivi, perdo i sensi davanti al mio portone d’ingresso. All’arrivo dell’auto ambulanza, un paramedico donna mi vede stesa a terra e mi chiede se fossi napoletana, rispondo di sì e rivolgendosi all’altro paramedico, ridendo afferma: “Napoletano, non poteva che fare una sceneggiata napoletana, lo sapevo. Alzati su“!

Sentendo queste parole, la guardo e le dico con grazia e gentilezza, che quello non era il momento di mostrarsi RAZZISTA, per quanto potesse esserlo. In autoambulanza, la gentile signora, non smette di fare ironia sul mio essere napoletana. Con la mano sanguinante la supplico di accompagnarmi in ospedale, ma la sua risposta è “Partiamo quando lo dico io, solo dopo aver compilato tutta la scheda“.

Anche al Pronto Soccorso la situazione non è cambiata: “Una giovanissima dottoressa, mi urla contro dicendomi di fare silenzio e di ringraziare Dio per l’arrivo dell’autoambulanza perché, trattandosi di un semplice taglio, sarei dovuta andare in auto da sola. La giovane infermiera o medico urlava senza neppure aver visto la mia ferita… Nel mentre, sopraggiunge un altro medico / paramedico che comincia a cantare ‘Sim e Napoli paesa’. Scherni e derisioni continuano per un’altra ora circa fino a quando non mi mettono 4 punti alla mano e mi dicono di andare il giorno dopo al CTO dove sono poi stata operata per rottura dei tendini della mano. Non era un semplice taglio! Mi auguro che questo messaggio possa circolare e diffondersi il più possibile e che arrivi a chi di dovere, perché episodi come questo non si verifichino mai più. La mia denuncia ad ogni modo, non si fermerà sui social“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Asl Napoli 1. Continua a ritmo serrato le vaccinazioni per i senza fissa dimora

Pubblicato

il

In merito alle notizie che riferiscono dell’avvio di una campagna vaccinale anti Covid per i senza
fissa dimora (nel caso di specie presso il Real Albergo dei Poveri) la direzione generale dell’ASL
Napoli 1 Centro precisa che la campagna vaccinale per i senza fissa dimora ha già avuto avvio il 6
giugno come auspicato dal piano vaccinale messo in campo dalla Regione Campania. Per procedere
ad individuare le singole persone e procedere alle vaccinazioni, l’ASL Napoli 1 Centro si avvale della
preziosa collaborazione delle principali associazioni di volontariato attive sul territorio. La campagna
vaccinale dei senza fissa dimora sta andando avanti a ritmo serrato e procederà nei prossimi giorni
nei centri vaccinali dell’ASL Napoli 1 Centro o comunque in strutture che saranno ritenute idonee
dalla direzione generale. E’ bene chiarire che ad oggi non sono previste né fissate sedute vaccinali
straordinarie come invece riportato da alcuni siti di informazione e testate giornalistiche regionali nel
pomeriggio odierno.

Continua a leggere

Attualità

Covid. Il bollettino della Campania

Pubblicato

il

Sono 110 i nuovi casi di Coronavirus che si sono registrati in Campania nelle ultime 24 ore, a fronte di 8.386 tamponi molecolari analizzati (a cui si aggiungono 6.104 tamponi antigenici): dei nuovi casi, 70 sono asintomatici, mentre 40 hanno invece mostrato sintomi; questi i dati relativi all’andamento della pandemia di Coronavirus in Campania, secondo i dati aggiornati a oggi, mercoledì 23 giugno, e diramati come di consueto nel bollettino dell’Unità di Crisi regionale. Stando al rapporto tra tamponi risultati positivi su quelli analizzati, oggi il tasso di incidenza si attesta all’1,31%. In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati purtroppo anche 2 nuovi decessi: nessuno di loro si riferisce però alle ultime 48 ore, ma si è verificato in precedenza ed è stato registrato soltanto ieri.

Continua a leggere

Attualità

Allerta meteo al Sud-Italia: in arrivo caldo torrido e tempeste di sabbia dal Sahara

Pubblicato

il

Il potente anticiclone africano, che nel corso dei prossimi giorni, interesserà gran parte delle Regioni Centro-Meridionali, porterà con sé, oltre ad un sostanziale aumento delle temperature, anche delle vere e proprie tempeste di sabbia. In particolare, tra giovedì e venerdì, locali fenomeni potrebbero riguardare Sardegna, Lazio, Molise, Campania, Puglia e Basilicata. Tuttavia, si tratterà di fenomeni più o meno brevi, capaci però di raccogliere la sabbia in sospensione e depositarla successivamente al suolo.

Pertanto, il mix di polvere sahariana, caldo intenso, umidità e copertura medio-alta, renderà il clima afoso, in particolare al primo mattino e nel corso del tardo pomeriggio-sera. La nuvolosità e la polvere in sospensione, fungerà da tappo, inibendo la dispersione del calore, che resterà così intrappolato nei bassi strati acuendo la sensazione di calore.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante