Resta sintonizzato

Politica

[INTERVISTA] Domenico Cacciapuoti (FreeSantantimo): “Sant’Antimo prigioniera di una classe politica collusa, corrotta e incapace. Ecco le nostre proposte”

Pubblicato

il

Negli ultimi mesi a Sant’Antimo una nuova realtà politica si è affacciata sul territorio. Ispirandosi a FreeBacoli di Josi Della Ragione, Domenico Cacciapuoti è riuscito a costituire FreeSantantimo che ha come scopo quello di “dimostrare ai cittadini che con un buon governo ed un’amministrazione efficace Sant’Antimo ha delle potenzialità immense. Il nostro paese non merita di essere etichettato come un paese di camorra, vogliamo essere free, liberi”. Questo movimento, come si può notare, si è introdotto già in varie provincie della Campania ed è arrivato anche nel comune a nord di Napoli attualmente commissariato. Cacciapuoti ha aggiunto. Sant’Antimo si trova oggi in uno stato di declino poiché è imbrigliata in una serie di collusioni ed è prigioniera di una classe politica collusa, corrotta e peraltro incapace. Ci siamo mossi con altre associazioni del territorio ed abbiamo trovato nel movimento di Josi della Ragione la sintesi perfetta”.

Il referente, intervistato da Minformo, ha spiegato quali sono i principi del partito. “Il nostro progetto politico ha inizio nel 2015 con Sant’Antimo Bene Comune. Ci siamo subito mossi con una serie di denunce che riguardavano il controllo degli appalti da parte della camorra. Inoltre ci siamo concentrati in particolar modo sul progetto di qualificazione dell’area urbana (progetto Jessica). Abbiamo denunciato le speculazioni edilizie del bosco di Capezza e l’inquinamento del voto nelle elezioni del 2017. La rinascita di Sant’Antimo deve prescindere da alcune priorità: salute e ambiente, lavoro e viabilità, sicurezza e legalità, cultura e sport. Partendo da ciò possiamo creare un programma, con delle idee, che possono rilanciare questo territorio. Abbiamo l’ambizione di essere protagonisti all’appuntamento elettorale che avremo nel 2022. La nostra sensibilità è di sinistra. Siamo incompatibili con forze politica di destra e con i responsabili del “sistema valentino”, così come delineato dalla dda di Napoli. Dimostreremo la coerenza dei nostri principi e non l’abbandoneremo per un seggio”.

Nello specifico ha analizzato i quattro punti. Sulla salute e l’ambiente. “Il prossimo Puc deve avere l’obiettivo di stoppare il consumo del suolo e riqualificare l’esistente. Tutelare il Bosco di Capezza che non deve essere oggetto di un progetto che lo trasformi in una sorta di villetta comunale. Ma deve essere un bosco naturale. Poi a Sant’Antimo c’è una casistica spaventosa di persone colpite da tumori. Abbiamo bisogno di localizzare le stazioni radio base, era una cosa che andava fatta già dal 2015. Inoltre bisogna monitorare la qualità dell’aria e dell’acqua”. Sul lavoro. “Con noi c’è l’associazione dedicata a Giuseppe Dell’Omo, operaio morto a Sant’Antimo mentre lavorava. La priorità è garantire la sicurezza sul posto di lavoro soprattutto nei cantieri edili. Dare una destinazione di uso produttivo dei beni confiscato alla camorra. Affidarle a cooperative di giovani che possono portare un risultato concreto”. Sulla sicurezza e la legalità. “Siamo favorevoli nel portare la caserma dei carabinieri all’interno della Polisportiva. Si deve ripristinare un presidio della polizia locale in piazza perché bisogna ricucire il centro storico che oggi è totalmente abbandonato al degrado più totale. Servono sistemi di videosorveglianze, riqualificando delle specifiche zone. Bisogna municipalizzare il servizio delle pompe funebri e garantire la trasparenza dell’azione amministrativa e la rotazione dei dirigenti comunali”. Sulla cultura e lo sport. “Bisogna ripartire dalle scuole e dalle parrocchie presenti sul territorio. Riorganizzare la pro loco, poiché siamo ritornati all’anno zero. Bisogna concentrare l’azione sulla Polisportiva e sul Polo Culturale costruito a via salvatore russo, lì andrebbe fatta la fondazione Nicola Romeo e un museo destinato a preservare le tradizioni culturali del nostro paese. Per la Polisportiva riteniamo che, essendo un bene del comune, la struttura deve essere utilizzata per il rilancio dell’attività sportiva sul territorio ma anche per progetti di inclusione per i giovani”.

Oggi la gestione comunale è in mano alla commissione prefettizia composta da: dott. ssa Maura Nicolina Perrotta, viceprefetto; dott. ssa Simonetta Calcaterra, viceprefetto; dott. Salvatore Carli, funzionario economico-finanziario. Ecco come Cacciapuoti giudica il loro operato. “Estremamente positivo, ci schieriamo dalla parte della Commissione. Cerchiamo una linea di continuità sul ripristino della legalità. C’è difficoltà ad amministrare Sant’Antimo perché c’è una situazione disastrosa delle casse comunali. Se devo muovere una critica dico che i commissari non hanno spiegato in maniera precisa le problematiche che si trovano ad affrontare in merito al bilancio. Mancano le risorse e ci sono una serie di pignoramenti che bloccano l’attività in grado di garantire l’ordinaria amministrazione. Una priorità che deve avere la prossima amministrazione è quella di spiegare ai cittadini quali debiti si troverà ad affrontare. Sui politici che criticano la commissione straordinaria dico che sono figli dell’ipocrisia politica più totale, questi sono stati soggetti dei disastri degli ultimi anni, e si permettono anche di criticare. Per me devono avere la decenza di tacere”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Afragola

Elezioni Napoli e provincia. Si vota il 3 e 4 ottobre

Pubblicato

il

Ancora nessuna conferma da parte del Ministero. Ma le voci che circolano all’interno della Prefettura, di una possibile data che riguardano le prossime amministrative per i 17 comuni napoletani, è il primo weekend di Ottobre. Le voci dgli adetti ai lavori per la data del 3 e 4 Ottobre sembrano essere sempre più vere.

I Comuni dove si terranno le amministrative sono: Afragola, Agerola, Arzano, Boscotrecase, Brusciano, Camposano, Castello di Cisterna, Frattaminore, Gragnano, Massa di Somma, Melito di Napoli, Piano di Sorrento, San Sebastiano al Vesuvio, Serrara Fontana, Vico Equense, Villaricca e Volla.

Dopo i due mandati di De Magistris i candidati a Sindaco della città di Napoli sono: Gaetano Manfredi, candidato del centrosinistra, Catello Maresca, candidato del centrodestra, Alessandra Clemente, erede del sindaco uscente Luigi De Magistris che poco fà ha annunciato le sue dimissioni per dare spazio alla sua campagna elettorale, Antonio Bassolino e Sergio D’Angelo. 

Afragola dopo la prematura fine dell’amministrazione Grillo e l’entrata del Commissario Anna Nigro, troviamo i candidati: Antonio Pannone, candidato del centrodestra, e Gennaro Giustino, che si propone alla guida di una coalizione di moderati.

Melito la sfida tra i candidati a Sindaco è tra Nunzio Marrone, Domenique Pellecchia e Luciano Mottola

Ad Arzano si candidano a sindaco Luisa Auletta, presidente dell’Associazione “Sportello del Cittadino” ODV, sostenuta da Arzano Alternativa, formazione vicina alla destra, l’avvocato Ageo Piscopo. Situazione curiosa a Gragnano, dove il sindaco uscente Paolo Cimmino si ricandida per un secondo mandato sfidando il suo stesso ex vicesindaco Nello D’Auria.

Sette i comuni al momento retto da commissari prefettizi: Afragola, Melito di Napoli, Volla, Brusciano (dove ci riprova l’ex sindaco Giuseppe Montanile), Camposano e Serrara Fontana.

Continua a leggere

Crispano

Crispano. Il Sindaco Michele Emiliano annuncia la vaccinazione in piazza senza prenotazione

Pubblicato

il

Il Sindaco di Crispano, Michele Emiliano, ha annunciato la possibilità di vaccinarsi senza obbligo di prenotazione in piazza, il 5 Agosto. Iniziativa importante per garantire l’immunità a tutto il comune di Crispano.

Come si puo leggere dal post scritto dal Sindaco Emiliano: “Oggi l’Asl ci ha comunicato che Crispano è stata scelta come sede itinerante della campagna vaccinale. Significa che sarà possibile il giorno 5 agosto vaccinarsi senza alcuna prenotazione, per chi non l’avesse ancora fatto. Una bella occasione per vivere un’estate più serena. I numeri stanno infatti dimostrando che l’efficacia dei sieri contro le #ospedalizzazioni e contro i casi fatali di morte da covid è davvero molto alta;Proprio per questo, per noi stessi e per chi amiamo, vaccinarsi diventa essenziale. La presenza del camper vaccinale sul nostro territorio è una buona notizia, anche in virtù del fatto che molti centri vaccinali di comuni limitrofi stanno chiudendo per essere accorpati e nonostante il centro di Frattaminore sia davvero vicinissimo, l’occasione di farlo nella villa comunale e senza la burocrazia della prenotazione è davvero da non perdere;Nei prossimi giorni vi darò anche un aggiornamento generale sulla situazione covid nel territorio e sui livelli di contagio. Vi prego però, con un appello pubblico da parte di tutta l’amministrazione, a proteggervi perché l’estate ci porta a stare fuori, a socializzare ed a frequentare gli altri. Vaccinarsi è l’unica arma contro il progredire grave di questo insidioso virus. Ringrazio l’assessore Marina Cennamo per essersi confrontata con l’Asl ed avermi aiutato ad ottenere questo risultato. Sono sicuro che sarete in tanti”

Continua a leggere

Napoli

Elezioni Napoli. Alessandra Clemente: “Termino il mio mandato a servizio di Napoli”

Pubblicato

il

“Termina oggi la mia esperienza da assessore comunale. Negli ultimi otto anni ho svolto questo ruolo con tenacia, passione e abnegazione, non lesinando tempo ed energie in nome del mandato che mi è stato affidato, a servizio della città di Napoli. Ringrazio Luigi de Magistris per l’impareggiabile fiducia accordata nel 2013 a una ragazza di 25 anni, tutti i colleghi e il personale degli uffici del Comune che mi hanno accompagnato nel corso di questa lunga esperienza istituzionale.” 

Questo il commento della Candidata a Sindaco di Napoli, Alessandra Clemente, che spiega la sua esperienza negli ultimi otto anni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante