Resta sintonizzato

Bacoli

Bacoli. Rissa a colpi di casco e coltelli

Pubblicato

il

Rissa tra giovanissimi a colpi di casco, tirapugni e coltelli. Carabinieri denunciano 9 persone
Lo scorso sabato hanno dato vita ad una violenta rissa in Via Miliscola, strada di Bacoli parallela al litorale occidentale della provincia di Napoli e lungo la quale si ferve la movida estiva.
Sono tutti giovanissimi, molti non raggiungono i 18 anni. Questo non li ferma e armati di coltelli, tirapugni e caschi, decine di giovani si affrontano in una zuffa apparentemente scoppiata per motivi banali.
I carabinieri della stazione di Bacoli, grazie alle testimonianze dei presenti, alla visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate in strada e al video virale diffuso in rete e girato da alcuni passanti, hanno facilmente individuato una buona parte dei contendenti.
9 le persone identificate e denunciate per rissa, tutte dell’area flegrea: 6 sono minorenni, il più giovane di appena 15 anni.
I militari, inoltre, hanno notificato al proprietario del bar nel quale si è scatenata la furia dei ragazzi l’avvio di un procedimento di sospensione.
Continuano le indagini per identificare gli altri ragazzi coinvolti.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Vaccini in Campania: dosi anche in spiaggia per attirare gli under 18

Pubblicato

il

In Campania i vaccini anti-Covid saranno somministrati anche in spiaggia. Si inizia da Bacoli, nell’area Flegrea, dove ci sono numerosi lidi balneari frequentatissimi.

Ad annunciarlo il sindaco Josi Della Ragione: «Dobbiamo sconfiggere la pandemia. Insieme, ci riusciamo. Un passo alla volta. Anzi. Un vaccino alla volta. Anche al mare. Ringrazio l’Asl Napoli 2 Nord per questa nuova iniziativa che accogliamo con entusiasmo. In affiancamento al centro vaccinale del Parco Vanvitelliano del Fusaro».

La campagna vaccinale balneare parte da Miliscola, frazione dei comuni di Bacoli e Monte di Procida: open day, mercoledì 28 e giovedì 29 luglio di pomeriggio, dalle ore 16 alle 19.

Il camper sarà collocato in strada, su via Miliscola. Potranno aderire tutti, senza iscrizioni in piattaforma, dai 12 anni, in su. Saranno somministrati vaccini Pfizer e Moderna. I minorenni dovranno essere accompagnati dai genitori.

Resta però il grande problema, quello delle vaccinazioni agli under 18, come spiega il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: «Sono aperti tutti gli hub, stamattina ho parlato con il direttore generale della Asl Napoli 1, ieri alla Napoli 1 abbiamo avuto poche vaccinazioni. Mi ha detto che sono aperti 10 centri vaccinali, ma non abbiamo ancora un livello adeguato di iscrizioni per la vaccinazione nella fascia sotto i 18 anni».

Continua a leggere

Bacoli

Fobia omofoba a Bacoli: coppia di ragazze aggredite e costrette a lasciare la spiaggia

Pubblicato

il

Una coppia di ragazze lesbiche è stata aggredita prima verbalmente per la fobia omofoba e poi anche fisicamente mentre prendeva il sole sulla spiaggia di Miseno a Bacoli (Napoli).

La denuncia sui social: “Insultate e invitate a lasciare la spiaggia perchè siamo lesbiche” raccontano Francesca e Martina, e aggiungono: “Siamo state umiliate soltanto perchè volevamo trascorrere una giornata insieme al mare“.

Lo scorso fine settimana, sulla spiaggia di Capo Miseno a Bacoli, le due giovani ragazze napoletane avevano deciso di trascorrere una giornata di relax al mare.

Una volta cha alcuni presenti hanno scoperto che costituivano una coppia sono state invitate ad abbandonare la spiaggia per “non creare interrogativi strani nei più piccoli”. Al rifiuto delle ragazze un uomo anziano, accompagnato da parenti ed amici, ha aggredito verbalmente prima e poi anche fisicamente le due ragazze.

‘ stato inutile anche l’intervento di alcuni giovani a sostegno delle ragazze che sono stati aggrediti a loro volta.

Francesca e Martina hanno ricevuto la solidarietà dei rappresentanti delle istituzioni. Il sindaco della città flegrea, Josi Gerardo Della Ragione, oltre che a condannare l’episodio su Facebook, le ha contattate ed invitate in città.

Bacoli è una città aperta all’amore, in ogni sua forma. Siamo una terra che accoglie, da secoli, donne e uomini attratti dalla bellezza del mare, l’incanto dei paesaggi, la meraviglia dei siti archeologici e culturali. Leggo perciò con sgomento un grave episodio di discriminazione avvenuto in spiaggia, a Miseno. Ai danni di due ragazze che, a detta di taluni barbari, avevano la sola colpa di amarsi reciprocamente. Ragazze a cui è stato violentemente chiesto di lasciare l’arenile. È un fatto intollerabile” ha scritto il primo cittadino sulla sua pagina Facebook.

Continuando “A Martina e Francesca va la mia solidarietà e quella di tutto il popolo bacolese. Le attendo in Municipio, per poterle conoscere ed offrire loro un tour tra gli innumerevoli incanti della nostra terra. Oltre che ospitarle presso la spiaggia ed il parco pubblico di Villa Ferretti, bene confiscato alla camorra“.

Concludendo “Bacoli vi accoglierà sempre a braccia aperte. Sempre. L’unica discriminazione che attuiamo, invece, è e resterà soltanto nei confronti di chi attua simili indecenze. Liberateci dalla vostra cupa ignoranza, dal vostro squallore. Liberateci dalla vostra volgarità“.

Anche il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli ha espresso il proprio sdegno per l’accaduto in uno dei posti più suggestivi del litorale flegreo.

Continua a leggere

Bacoli

Bacoli. Risse tra giovani all’esterno di un bar: locale chiuso per 10 giorni

Pubblicato

il

Il Questore di Napoli, su proposta della Compagnia dei Carabinieri di Pozzuoli, ha disposto la sospensione per 10 giorni dell’attività di esercizio nei confronti di un bar in via Miliscola a Bacoli.

In particolare, la sera del 12 giugno scorso i militari della Stazione dei Carabinieri di Bacoli erano intervenuti all’esterno del locale per due risse tra minori, avvenute a breve distanza l’una dall’altra, in una delle quali un giovane aveva riportato ferite da arma da taglio.

Gli episodi avevano avuto origine sia all’interno che all’esterno del bar in seguito ad un alterco per futili motivi tra due gruppi di ragazzi che si erano fronteggiati colpendosi con caschi e catene in ferro.

Già nel mese di maggio era pervenuta, da parte di alcuni residenti, la segnalazione di una rissa all’esterno del locale che aveva visto coinvolti circa 50 giovani poi allontanatisi all’arrivo dei Carabinieri.

Inoltre, più segnalazioni, verbali e telefoniche, hanno evidenziato la frequentazione del locale da parte di numerosi giovani che, affollando anche la zona adiacente, si assembrano in massa dando talvolta luogo a risse.

Il provvedimento è dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per la pubblica sicurezza.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante