Resta sintonizzato

Cronaca

Tassista aggredita da cliente negazionista: non voleva mettere la mascherina

Pubblicato

il

Una tassista 44enne di Vasto, in provincia di Chieti, è stata aggredita da una cliente negazionista che non voleva indossare la mascherina.

P.N. è stata aggredita mentre era in servizio da una giovane passeggera che poco prima della mezzanotte ha avuto bisogno di un passaggio.

La donna è stata contattata infatti dall’operatore di un carro attrezzi che le ha chiesto di accompagnare a casa una ragazza di Villalfonsina che era rimasta a piedi a San Salvo a causa di un malfunzionamento della propria automobile.

La lavoratrice che già aveva in carico altre chiamate, ha accettato la richiesta non pensando di andare incontro a una nottata da incubo.

«Si è rifiutata di mettersi la mascherina, sputava dal finestrino e pretendeva di fumare in auto. Ha cominciato a dirmene di tutti i colori. A un certo punto, stanca delle sue intemperanze, ho deciso di riportarla al punto in cui l’avevo presa. Appena arrivati, lei non voleva scendere dalla macchina, perciò io, impaurita, ho cercato di chiamare le forze dell’ordine e lei, per impedirmelo, ha iniziato a dare pugni al cruscotto, a tirarmi per i capelli e a prendermi a schiaffi» ha raccontato la tassista.

La 44enne ha così deciso di scendere dall’auto ma la ragazza ha continuato ad aggredirla con calci e schiaffi. Riuscita a raggiungere il bordo della strada per chiedere aiuto, nessuno si è fermato a parte tre ragazzi che sono usciti da un locale e l’hanno difesa.

La donna così è riuscita risalire in auto e a recarsi al pronto soccorso dell’ospedale vastese San Pio da Pietrelcina dove ha ricevuto le prime cure del caso e ha contattato le forze dell’ordine.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Incidente stradale a Giugliano: un morto e due feriti gravi

Pubblicato

il

Paura a Giugliano, in via Arco Sant’Antonio, dove pochi minuti fa, si è verificato un pericoloso incidente che ha coinvolto una Lancia Delta di colore nero e una moto. Stando alle prime informazioni, il giovane centauro è morto sul colpo e l’altro ragazzo, a bordo della Yamaha, è gravemente ferito. In gravi condizioni, anche la persona a bordo dell’auto.

Continua a leggere

Cronaca

Follia post-parto: dà alla luce una bambina ma poi tenta di ucciderla

Pubblicato

il

Dramma sfiorato nel leccese, dove una 34enne pugliese, è stata arrestata dai carabinieri per tentato omicidio. In particolare, la donna, che aveva partorito in maniera clandestina nella sua abitazione, lo scorso 23 luglio, aveva dapprima tentato di uccidere la neonata, per poi abbandonarla nel giardino di casa, non riuscendo comunque a toglierle la vita. Al momento, la 34enne, è agli arresti domiciliari in una comunità riabilitativa assistenziale.

Tuttavia, stando alle prime informazioni, sarebbe stato il marito ad avvertire i sanitari, ma al loro arrivo, hanno trovato la piccola con alcuni tagli che la madre le aveva inferto. Poi, la stessa, aveva riferito agli agenti di non sapere di essere incinta e il marito, aveva confermato questa versione. Pertanto, la bimba, è stata subito condotta presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove è attualmente ricoverata in buone condizioni: infatti, dopo la nascita, era stata trovata in un forte stato di ipotermia.

Continua a leggere

Cronaca

Uomo sottoposto ai domiciliari trovato morto nel suo appartamento: aveva 76 anni

Pubblicato

il

Choc a Piombino, in provincia di Livorno, dove un 76enne ex commerciante, è stato trovato morto nel suo appartamento. L’uomo, era originario di Napoli, ma si trovava agli arresti domiciliari in Toscana, per una vicenda di droga. Il corpo, era riverso sul pavimento. Sono stati i familiari a lanciare l’allarme, ma i sanitari del 118, al loro arrivo, hanno soltanto potuto dichiararne il decesso. Sul posto, anche i carabinieri i quali, in attesa del riscontro medico legale, non escludono alcuna ipotesi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante