Resta sintonizzato

Attualità

Frattamaggiore, la “banda del buco” torna a colpire: rapinata la nota gioielleria Silù

Pubblicato

il

Paura a Frattamaggiore, dove questa mattina, la famigerata “banda del buco”, è tornata a colpire. Secondo le prime informazioni, i malviventi, si sono introdotti nella nota gioielleria Silù al Corso Durante, portando via i migliori marchi di gioielli presenti nel locale. L’episodio, è avvenuto intorno alle ore 10, istanti in cui i ladri, sono usciti da un buco all’interno del negozio con il bottino. Sul posto, sono intervenuti gli agenti dell’Istituto di Vigilanza Prestige, che hanno allertato la Polizia la quale, insieme a quelli della scientifica, stanno effettuando i rilievi del caso per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Pertanto, i responsabili del colpo, sono riusciti a fuggire.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Fuochi d’artificio sequestrati, nei guai tre finanzieri che se ne erano appropriati

Pubblicato

il

Tre militari della Guardia di Finanza, in servizio nel Napoletano, si sono appropriati di fuochi d’artificio anziché distruggerli. Pertanto, è stata aperta un’inchiesta, iniziata a margine di un ingente sequestro di materiale pirotecnico avvenuto a fine 2020. Secondo le prime informazioni raccolte, è emerso che i tre, si erano appropriati di 235 kg di fuochi d’artificio per poi stilare un verbale di presa consegna da parte di questi ultimi, indicando falsamente tutto il materiale sequestrato. Nel corso delle perquisizioni effettuate, è stata trovata merce contraffatta oggetto di sequestro nei mesi scorsi.

Continua a leggere

Attualità

Afragola, inaugurati due campi di calcetto per il progetto Alpha@center: presente anche l’ex ministro Spadafora

Pubblicato

il

Doppia inaugurazione in quel di Afragola, dove nella serata di ieri, sono stati svelati due campi di calcetto nell’ambito del progetto Alpha@center. Questo, è solo il primo passo di un progetto più ampio, che prevede la costruzione e il completamento di quella che diventerà una vera e propria cittadella dello sport. In particolare, hanno preso parte all’inaugurazione, numerose autorità politiche e rappresentanti di fondazioni, nazionali e internazionali, che hanno seguito il progetto dall’inizio. Tra i presenti, figurano Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione con il Sud e Vincenzo Spadafora, ex Ministro dello Sport, che ha seguito da vicino la nascita e lo sviluppo del progetto. Inoltre, hanno preso parte all’evento, anche Angela Sodano, preside dell’Istituto Europa Unita di Afragola; Luca Marciani, della Fondazione Grimaldi; Domenico Di Maso, imprenditore afragolese e rappresentante di Costr.A.Me; Stephan Scholz, della Support International, nonché il presidente della Fondazione milanese Stabat. Al taglio del nastro, è seguita la benedizione di Padre Guglielmo, che ha così dichiarato: “Ringrazio il buon Dio per tutto ciò. Senza di lui, nulla sarebbe stato possibile. Ringrazio, i genitori dei bambini che ci danno fiducia ogni giorno e tutti coloro che si sono spesi e si spendono tutti i giorni”.

Anche Vincenzo Spadafora, ex Ministro dello Sport e deputato, ha voluto dire la sua, esprimendosi in questi termini: “Sono figlio di questa terra, ragion per cui essere qui, è motivo d’immenso orgoglio e grande soddisfazione. Il Rione Salicelle, è un polmone fondamentale della città di Afragola e merita tanta attenzione. E lo dico da politico, in primis. Non possiamo ricordarci di queste zone solo nel periodo della campagna elettorale. Ci tengo a fare un plauso a tutti coloro i quali, hanno contribuito e stanno contribuendo alla realizzazione di questo progetto. Loro, assieme ai ragazzi, sono i veri eroi”.

Continua a leggere

Attualità

Blitz dei carabinieri, scoperto traffico illecito di rifiuti dalla Campania al Nord-Italia: in manette 12 persone

Pubblicato

il

Si arricchisce sempre più di particolari, l’inchiesta relativa al traffico illecito di rifiuti che va dalla Campania al Nord Italia. In particolare, in Veneto, i carabinieri di Belluno, hanno tratto in arresto 12 persone. Secondo gli inquirenti, si tratta di appartenenti ad un’associazione per delinquere, nei cui confronti pendono le accuse di traffico illecito di rifiuti, emissione di fatture per operazioni inesistenti e creazione di società cartiere per rimborsi Iva. Tale operazione, denominata ‘Plastic Connection’, ha consentito di smantellare in questo senso le province di Belluno, Treviso, Padova, Vicenza, Napoli, Avellino e Pisa. Inoltre, sono stati sequestrati anche immobili e conti corrente del valore di diversi milioni di euro.

Infine, sono indagate a piede libero altre 10 persone, responsabili di condotte analoghe, ma considerate meno gravi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante