Resta sintonizzato

Crispano

Crispano. Il Sindaco Michele Emiliano intensifica i controlli con nuove fototrappole e multe sul territorio

Pubblicato

il

Il Sindaco Michele Emiliano ha intensificato i controlli sul comune di Crispano. I controlli vertono sulla questione di rifiuti e isole ecologiche. In tempi brevi saranno istallate nuove fototrappole.

Michele Emiliano ha dato la notizia dei nuovi controlli in con un post di Facebook dichiarando:” Come sapete, l’amministrazione che guido ha, sin dai suoi primi passi,mosso una feroce battaglia per il contrasto alle illegalità e alla mancanza di regole. Controlli continui sullo sversamento di rifiuti che quando siamo arrivati raggiungeva livelli insopportabili. Ricorderete come abbiamo trovato l’isola ecologia e in cosa l’abbiamo trasformata: un luogo finalmente decoroso.

Grazie al lavoro intenso svolto dall’assessore all’ecologia Michele Vitale;Questi controlli si sono ulteriormente intensificati con l’arrivo del comandante della polizia locale Fabio Dimino, che coadiuvando l’assessore Michele Vitale ha dato una forte spinta in tutte le direzioni: pressante repressione degli #sversamenti abusivi, elevazione di verbali per il codice della strada, specie nei confronti dei mezzi pesanti che si ostinano a non rispettare i divieti. Recentemente ne abbiamo denunciati ben 4, quello che vedete in foto lo abbiamo individuato grazie alla #videosorveglianza. Un mezzo proveniente da Caivano che ad isola ecologica chiusa sversava fuori all’area industriale. Segno di quanto importante sia stato chiuderne il perimetro. Alle lamentele di un cittadino che ringrazio, ha persino risposto a malo modo. Un altro ancora su via Amendola

Crispano

CRISPANO. Operatori sociali da sei mesi senza stipendio. La vicesindaco lottizza e non controlla

Pubblicato

il

CRISPANO – Quasi tre anni di calma apparente all’ombra dei gigli. L’Amministrazione Emiliano si è insediata subito dopo il periodo prefettizio che ha seguito lo scioglimento per infiltrazioni camorristiche scegliendo di restare nel solco tracciato dai viceprefetti senza stravolgere, dal punto di vista politico, il territorio, a differenza delle scorse amministrazioni che, nel voler strafare, si sono presi anche qualche rischio in più.

Ma questa totale calma apparente in realtà ha solo consentito ad alcuni elementi politici fino ad ieri sconosciuti di aumentare il proprio potere sul territorio, imparando alla perfezione il come e mettendo in pratica la politica clientelare come si è sempre attuata a queste latitudini, fino a generare nella mente del primo cittadino una sudditanza psico-elettorale che lo ha indotto a soccombere ad alcune pratiche fino ad ieri ritenute poco dignitose dalla fascia tricolore.

Un personaggio su tutti è la vicesindaco nonché Assessore alle Politiche Sociali Lara Imitazione che attraverso la sua amicizia con la Lady Welfare Sofia Flauto ha praticamente fatto monopolizzare e lottizzare tutti i servizi delle Politiche Sociali crispanesi.

Per i crispanesi che non conoscono chi sono le frequentazioni della loro vicesindaco bisogna sapere che la Lady Welfare è citata in più capitoli della informativa del 3 novembre 2021 della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli ed è accusata di Concussione, Turbata libertà di incanti, Associazione di tipo mafioso anche straniere e Corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio consumatisi in vari comuni come Caserta, Aversa, Afragola, Frattamaggiore e Castellammare di Stabia. Insomma una posizione di indagine non proprio di basso profilo.

Chi ha indagato su di lei, la descrive, nelle informative, come una donna scaltra e carismatica, molto vicina agli ambienti del clan dei casalesi, al punto da essere in grado di entrare sempre dalla porte principali nelle stanze della potestà politica, come dimostra anche il suo strettissimo rapporto personale e professionale intrattenuto con la vicesindaco di Crispano Lara Imitazione.

Grazie a questo rapporto, non è escluso che a Crispano anche la KER, cooperativa satellite della ECO di cui la Flauto è presidente, sia entrata a far parte dei “famosi” fornitori di servizi sociali, tra i quali quelli dell’Assistenza Domiciliare agli Anziani affidati dall’Ambito 19 per circa € 860.000. E fino a qui, al netto della lunga sfilza di accuse fatte all’amica della vicesindaco e considerando il fatto che si è innocenti fino al terzo grado di giudizio, se il servizio fosse stato espletato correttamente nulla sarebbe da recriminare.

È notizia degli ultimi giorni, grazie anche alle inchieste fatte dalla nostra testata, che gli operatori sociali dipendenti della Cooperativa Sociale KER – riconducibile alla figura di Luca Borriello plenipoteziario della Flauto in quanto coordinatore della Cooperativa ECO e Presidente della KER – da sei mesi circa non percepiscono lo stipendio.

Le cause sono ancora del tutto sconosciute perché come avviene spesso in questi casi si innesca un vero e proprio scaricabarile tra Cooperativa affidataria ed ente comunale. Ovviamente chi ne fa le spese sono i poveri lavoratori che, intanto, hanno regalato sei mesi di lavoro alla cooperativa e gli anziani che nel prosieguo di questo dispiacevole inconveniente, forse, si vedranno anche privati del servizio.

Ma se la causa dell’inconveniente non la si conosce, la colpa è senz’altro da attribuire alla politica, in questo caso nella persona dell’Assessore alle Politiche Sociali nonché vicesindaco Lara Imitazione dove il suo ruolo le dovrebbe imporre il compito di controllare e non certamente quello di lottizzare o come si dice in gergo “stare sul pezzo” sfruttando le sue “forti” amicizie.

Intanto sarebbe cosa gradita da parte del Sindaco Michele Emiliano dare forti risposte rassicuranti ai lavoratori della cooperativa, indagando sulle cause ed inefficienze della propria amministrazione, senza il timore di un eventuale “ricatto politico” che la “vicelady welfare” potrebbe mettere in atto.

Continua a leggere

Crispano

CRISPANO. Il C.te Dimino scrive in Procura e denuncia i disservizi della ditta dei rifiuti

Pubblicato

il

“Un servizio non proprio efficiente quello effettuato dalla ditta appaltatrice” lo definisce il comandante Dimino, il quale ha inoltrato una informativa alla Procura della Repubblica Napoli Nord in quanto un autocompattatore con gli operai effettuavano la raccolta e il trasporto dei rifiuti non all’alba, come è normale che sia, ma la sera precedente, senza che il comune sapesse nulla e senza avere la possibilità di modificare il servizio e avvertire la cittadinanza di tale modifica.

Da tre mesi la gestione dell’ufficio ecologia del Comune di Crispano è stata affidata temporaneamente al comandante della Polizia Locale, Cap. Fabio Dimino, il quale ha effettuato una serie di controlli sulla ditta affidataria del servizio evidenziando disservizi che sono state contestate all’azienda.
Controlli specifici sono stati effettuati sulla gestione dell’isola ecologica che era diventata il punto di sversamento non solo dei crispanesi ma di diversi utenti di altre città; nel contempo attraverso l’impianto di videosorveglianza vengono scovati e denunciate alla procura della repubblica chi sversa illecitamente nel territorio di Crispano.

Nel contempo è quasi pronta la nuova gara di appalto per la gestione della raccolta e trasporto dei rifiuti nel comune di Crispano che si adeguerà agli standard di maggiore efficienza in linea con le indicazioni di ARERA, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente.

Continua a leggere

Ambiente

CRISPANO. Sorpreso e denunciato abusivo che sversava nell’Isola Ecologica

Pubblicato

il

CRISPANO – Beccato stamattina dalla Polizia Locale uno sversatore abusivo che era intento a lasciare rifiuti ingombranti all’interno dell’isola ecologica, probabilmente, grazie alla complicità degli operatori ecologici dipendenti della ditta appaltatrice del servizio raccolta rifiuti.

Il fermato residente a Cardito era intento a sversare rifiuti ingombranti per conto di alcune attività produttive dell’hinterland.

Alla scoperta il Comandante della Polizia Locale di Crispano Fabio Dimino che da oggi è stato nominato dal Sindaco Emiliano anche Responsabile del settore Ecologia, ha notiziato già il reato in Procura e allertato la ditta preposta alla raccolta rifiuti di avviare un’indagine interna sulla condotta dei propri dipendenti.

L’attenzione dell’Amministrazione è rivolta specialmente ai rifiuti ingombranti, infatti il trasgressore trasportava per lo più vecchi materassi, oggetti molto pesanti il cui costo dello smaltimento fa lievitare e non poco la tariffa TARI. Tanto è vero che l’obiettivo di chi governa la città è proprio quello di ridurre ai minimi termini lo smaltimento dei rifiuti ingombranti per far risparmiare le tasse ai cittadini crispanesi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante