Resta sintonizzato

Attualità

Direttiva europea plastica monouso: cosa cambia e quali prodotti non sono più in vendita

Pubblicato

il

A partire da ieri, sabato 3 luglio, è entrata in vigore la direttiva europea sulla plastica monouso: cosa cambia e quali prodotti non sono più in vendita?

Chi ha cuore le sorti dell’ambiente, e in particolare del mare, ha accolto la notizia come una rivoluzione.

Con la direttiva europea sulla plastica monouso, l’Unione europea vieta la vendita di una lunga serie di prodotti in plastica usa e getta, come posate, piatti e cannucce.

L’iter legislativo è iniziato nel 2018, ha incassato lo storico “sì” del Parlamento il 21 maggio 2019 e ora arriva al suo pieno compimento. A partire dal 3 luglio 2021, infatti, tutti e 27 gli stati membri hanno messo in pratica la direttiva, Italia compresa.

Dal ieri, determinati articoli usa e getta fatti di plastica non potranno più essere messi in commercio, visto che il mercato offre svariate alternative economicamente accessibili.

Ecco l’elenco riportato dalla Commissione europea:

-Bastoncini cotonati. Su questo fronte l’Italia si è mossa in anticipo, visto che già dal 2019 possono essere messi in commercio solo i cotton fioc in materiale biodegradabile e compostabile, indicando chiaramente nella confezione le istruzioni per il loro corretto smaltimento;
-Posate e piatti;
-Cannucce;
-Mescolatori per bevande;
-Aste per palloncini;
-Tazz;.
-Contenitori per alimenti e bevande in polistirene espanso.

Gli articoli che, invece, resteranno ancora in commercio, sono:

-Bicchieri. Nella direttiva non c’è traccia dei bicchieri in plastica usa e getta: ciò significa che saranno ancora in vendita in tutti i paesi dell’Unione;

-Mascherine e guanti. Via libera a tutti i dispositivi di protezione individuale largamente impiegati a causa dell’emergenza sanitaria in corso;

-Palloncini. Solo le aste saranno vietate, ma alle feste si potranno comunque usare i classici palloncini;

-Carta plastificata. Le linee guida pubblicate a maggio vietavano anche gli imballaggi plastificati, con un contenuto di polimero inferiore al 10 per cento. Dopo essersi confrontato con il ministro italiano della Transizione ecologica Roberto Cingolani, però, il vicepresidente esecutivo per il Green deal europeo Frans Timmermans si è impegnato a “salvarli”;

-Esaurimento scorte. Se nei prossimi mesi qualcuno noterà ancora confezioni di piatti e bicchieri in plastica esposte negli scaffali dei supermercati, sarà tutto nella norma: la messa in commercio è consentita fino a esaurimento scorte.

Nonostante l’entrata in vigore della direttiva, tra Italia e Ue ci sono due motivi di scontro che potrebbero portare a una modifica del divieto di utilizzo della plastica monouso.

Il primo discorso riguarda le plastiche bio, ovvero quelle prodotte da materie prime naturali e quindi biodegradabili e compostabili. La legge italiana le ha escluse dal bando e ora Roma chiede di farlo anche a Bruxelles.

Il secondo tema è, invece, quello della carta plastificata, ovvero ricoperta da una sottile plastica (meno del 10% del peso totale): si usa per piatti, bicchieri e imballaggi. Nella direttiva non se ne parla, ma le linee guida dell’Ue di maggio hanno esteso il divieto anche a questi prodotti. L’Italia, tra i maggiori produttori di entrambe queste tipologie di plastica, ha chiesto di rivedere le linee guida e dalla Commissione è arrivata un’apertura in tal senso.

Attualità

Scampia, uomo sorpreso a spacciare: in manette 27enne di Mugnano

Pubblicato

il

Controlli a tappeto da parte dei carabinieri della stazione di Scampia, che nel tardo pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto Angelo Ceparano, 27enne di Mugnano già noto alle forze dell’ordine, per il reato di detenzione di droga ai fini di spaccio. L’uomo, che si trovava in via Fellini, è stato bloccato dagli agenti, che hanno rinvenuto nella sua disponibilità, diverse dosi di tre differenti varietà di stupefacente: 12 di kobret, 18 di cocaina e 19 di crack. Tuttavia, non mancava il contante, ritrovati infatti 340 euro in banconote di piccolo taglio. Pertanto, il denaro, ritenuto provento illecito e la droga, sono stati posti sotto sequestro. L’arrestato, si trova attualmente in carcere in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, si è sciolto il sangue di San Gennaro: è avvenuto il miracolo

Pubblicato

il

Napoli in festa, visto che poco fa, intorno alle ore 10, si è consumato il tanto atteso miracolo di San Gennaro, Santo Patrono della città. Infatti, l’arcivescovo di Napoli, accompagnato dall’Abate Monsignor Vincenzo De Gregorio e dal governatore campano Vincenzo De Luca, si è recato nella Cappella del Tesoro per estrarre l’ampolla e verificare la liquefazione del sangue. Assente invece, il sindaco Luigi De Magistris. A dare l’annuncio ai fedeli, è stato l’arcivescovo Mimmo Battaglia. L’ultima volta, lo scorso 16 dicembre 2020, il prodigio non si era ripetuto.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, picchia la madre con un bastone per farsi consegnare il denaro: arrestato

Pubblicato

il

I carabinieri del Nucleo Operativo di Bagnoli, hanno tratto in arresto un ragazzo di 19 anni, con l’accusa di estorsione e maltrattamenti in famiglia. Stando ad una prima ricostruzione, l’episodio, è avvenuto a Coroglio, dove l’uomo aveva costretto la madre a consegnargli del denaro, con il quale avrebbe acquistato droga. Tuttavia, per vincere la sua ritrosia, l’ha colpita con un bastone causandole lesioni ritenute guaribili in 5 giorni. Pertanto, i militari, allertati da alcuni vicini, hanno raggiunto e bloccato il giovane, prima che potesse fare ancora più male la madre. L’arrestato, è ora in carcere in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante