Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Denunciati bracconieri al Parco Sommerso della “Gaiola”

Pubblicato

il

Controlli non solo in città ma anche in mare. I carabinieri del Comando Provinciale di napoli, nell’ambito di servizi finalizzati al contrasto dell’overfishing, alla tutela e alla sicurezza delle acque del golfo, pattugliano quotidianamente la costa per prevenire reati che possano ledere l’ambiente e l’ecosistema marino.
Massima attenzione al Parco Sommerso della “Gaiola” dove motovedette dell’Arma ed in particolare i Carabinieri del Nucleo subacquei di Napoli si assicurano che l’area protetta – habitat di organismi marini di svariate specie e custode secolare di vestigia archeologiche di origini romane – non sia danneggiata e razziata. L’area, interdetta alla navigazione da diporto, è spesso preda di pescatori senza scrupoli che praticano la pesca nonostante gli stringenti divieti imposti dal decreto interministeriale che, nel 2002, ne garantì la massima salvaguardia.
5 i pescatori denunciati per pesca di frodo nello specchio d’acqua antistante il canale di San Francesco. Con il favore delle tenebre, nelle ore che anticipano l’alba, i 5 pescatori – ognuno sulla propria imbarcazione – avevano violato il codice della navigazione che imponeva di non avvicinarsi alla costa del Parco e utilizzato reti per la pesca con le quali avrebbero potuto seriamente danneggiare i fondali protetti dalla normativa.
E sono numerose le reti che vengono ogni giorno recuperate dai militari perché piazzate per essere poi recuperate nella notte ed essere comode trappole per le specie marine dell’area protetta.
Pratiche di “bracconaggio ittico” nelle acque interne sono frequenti e per questo i Carabinieri monitorano le coste partenopee con servizi quotidiani, anche notturni. Nel mirino soprattutto i pescatori che fanno uso degli esplosivi e che danneggiano indiscriminatamente fauna e habitat marino.
Nei giorni scorsi sono stati denunciati 6 uomini – tutti iscritti in cooperative di pesca professionale – sulle cui imbarcazioni non erano presenti i dispositivi di sicurezza e segnalazione imposti dalla norma. E ancora, è di circa un mese fa la notizia del sequestro da parte dei Carabinieri subacquei di 31 filari abusivi per la coltivazione di mitili, sui quali erano presenti 30 tonnellate di molluschi destinati al consumo alimentare.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

Fuori dai domiciliari per fare una passeggiata

Pubblicato

il

Stamattina gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in piazza. Gli operatori lo hanno raggiunto e bloccato ed hanno accertato che si era allontanato dal proprio domicilio a Nocera Superiore dove è sottoposto agli arresti domiciliari per inottemperanza agli obblighi e alle prescrizioni inerenti la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Nocera Superiore. M. I., 32enne di Avellino, è stato denunciato per evasione.

Continua a leggere

Campania

4 giovani armati con dei coltellini: arrestati

Pubblicato

il

I controlli dei carabinieri della Compagnia Vomero continuano in vista del Weekend in cui centinaia di giovani prendono d’assalto il quartiere collinare. Ci sono fari puntati sulla metropolitana Linea 1 dove nello stesso posto si radunano i militari che accertano che i giovani non avevano delle armi pesanti.

4 quelli beccati con coltellini a serramanico, altrettante e tutte identiche le giustificazioni addotte. “Dobbiamo poterci difendere!”, questa la frase pronunciata dai 4 giovani incensurati che non impedirà loro di essere denunciati per porto abusivo di armi. Insieme alle armi anche delle droghe e sono state diverse le persone che sono state segnalate.

Movida sicura anche per la circolazione stradale. Durante gli svariati posti di controllo organizzati nelle strade più trafficate i carabinieri hanno identificato 96 persone e setacciato 32 veicoli elevando migliaia di euro in contravvenzioni. I controlli continueranno anche nel weekend.

Continua a leggere

Cronaca

Lutto nella musica napoletana: è morto Franco Fedele, aveva 86 anni

Pubblicato

il

Lutto nella musica napoletana, vista la scomparsa di Franco Fedele, patron della casa discografica La Canzonetta, che ha prodotto i più grandi successi musicali napoletani dal 1901 ad oggi. L’uomo, che aveva 86 anni, era ricoverato presso l’ospedale Cardarelli, dove lottava da tempo contro un male che non gli ha lasciato scampo. Negli ultimi anni, l’edizione musicale La Canzonetta, ha edito brani di Mina, Mietta, Marina Rei, 99 Posse, Tullio De Piscopo, Nino D’Angelo e tanti altri ancora. Una grave perdita per tutto il movimento.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante