Resta sintonizzato

Senza categoria

Diploma in memoria di Maria 19enne muore prima della maturità

Pubblicato

il

In memoria di Maria di Sivo una ragazza di 19 anni che muore qualche giorno prima della maturità i professori e la dirigente del ISIS Novelli di Capodrise gli regalano un mazzo di 19 rose bianche unito con una lettera scritta dal profondo del cuore con il diploma che tanto desiderava tutto consegnato ai suoi genitori

la lettera contiene queste parole:

“Una vita che finisce nel fiore degli anni toglie un po’ di fiducia e di speranza a tutti. Cara Maria, la tua scomparsa ha profondamente colpito tutta la nostra comunità scolastica, ognuno ha avvertito il senso di precarietà, di impotenza, di dolore che caratterizza la nostra esistenza e che ci spinge a riflettere e a ricercare un senso nella perdita.

Sicuramente sentiremo la tua mancanza, ma non vogliamo essere tristi, perchè siamo sicuri che da lassù continuerai a stare con noi, a guardarci con il tuo meraviglioso sorriso e a tenerci compagnia.

Tutti ricordiamo quanto fosse bello il tuo sorriso e quanto rassicuranti fossero le tue parole. Tutto quello che era di Maria oggi è racchiuso e custodito nei nostri ricordi. I ricordi dono un bene prezioso: nessuno è in grado di cancellarli e quelli più forti sopravvivono persino al tempo che fugge.

I ricordi sono il ponte tra questa vita e l’eternità. Ed è così che oggi insieme celebriamo il ricordo di Maria, senza retorica, con la gioia che quei ricordi raccontano e che parlano di una ragazza cara, allegra, sincera, generosa, gentile, così da poterla rivivere, riabbracciarla e sorridere insieme a lei.

Maria, nostra alunna per sempre. Maria è spirito che non si cancella, che resta come arricchimento, che sedimenta nell’intimo e ci consola, che vive nei ricordi e nelle emozioni.

Perciò sei dentro di noi, Maria cara ed è anche grazie a te che dall’alto ci guardi se abbiamo la forza e il coraggio di aprire gli occhi e camminare nel lungo sentiero della vita senza avere paura. La tua è stata una vita fatta di entusiasmo generoso, di grande e disinteressata disponibilità, di appassionata condivisione, di serietà, di affetto schietto e sincero.

Ora, Maria, hai preso un’altra strada rispetto alla nostra, ma continueremo a camminare insieme, sarai sempre presente nei nostri ricordi, nei nostri cuori, nei nostri pensieri, nella nostra vita. Sarai con coi quando parleremo di te e rideremo con te. Continuerai a far parte della nostra quotidianità, condividerai il nostro domani, i sogni, le azioni.

Ci hai lasciato in dono la tua vita, la tua sensibilità, che ti ha sempre spinto ad aiutare il prossimo ed in particolare i tuoi compagni in difficoltà. Cercheremo tutti di seguire questo grande insegnamento nella nostra quotidianità. Cara Maria, come vedi la morte non ha interrotto la tua vita”. 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Senza categoria

Ha un malore improvviso mentre è alla guida di un go kart

Pubblicato

il

Tragedia sul territorio del Sarno dove un ragazzo di 27 anni che è stato colto da un malore mentre era alla guida del suo go Kart al Circuito internazionale di Napoli, in via Palma a Sarno. 

Sul posto sono arrivati immediatamente i sanitari del 118 che hanno provato a rianimarlo ma purtroppo non è stato possibile salvarlo. Sul posto giunte anche le forze dell’ordine per le indagini di rito.

Continua a leggere

Senza categoria

Rogo tossico nei pressi in azienda agricola

Pubblicato

il

Si parla di roghi tossici una razione quotidiana che nessuno vorrebbe ma che tutti purtroppo siamo costretti a subire a Castelvolturno di roghi ce ne sono molti e che continuano ad essere una terribile costante. L ultimo pochi minuti fa in via Pagliuca all’interno di una azienda agricola.

Questa è diossina pura che entra nei nostri polmoni”. dicono i volontari di Fire Angels che costantemente monitorano il territorio segnalando alle forze dell’ordine tutti gli scempi ambientali. Immediata la chiamata ai soccorsi: sul posto i vigili del fuoco che hanno circoscritto prima e spento poi il rogo evitando conseguenze peggiori.

Continua a leggere

Senza categoria

Al Pascale di Napoli si annuncia il “Libro sospeso”

Pubblicato

il

Manuali ricettari romanzi ce ne sono di tutti i gusti per i pazienti del Pascale dove possono scegliere i libri di diversi tipi prenderli in prestito e restituire quelli già letti. Ci sono delle vere e proprie librerie una in ogni reparto ma non ce ne sono a sufficienza diversi libri sono sospesi su pannelli mobili  dotati di Qr code che dà la possibilità di scaricare il libro associato al telefono della persona che lo inquadra.

Il progetto viene chiamato “il Libro Sospeso” creato da un idea della direzione scientifica rientra nell’ambito delle attività destinate al miglioramento organizzativo dell’Istituto dei tumori di Napoli.

Il Direttore scientifico Nicola Normanno dice che: “Questa iniziativa è stata presa per migliorare le condizioni dei nostri pazienti durante la degenza, in un’ottica di sempre maggiore umanizzazione delle cure”.

E infine anche il direttore generale Attilio Bianco:  “La malattia sia fisica che mentale porta all’isolamento, il libro aiuta a mantenere un contatto con il mondo, allontanando dal pensiero fisso del dolore o dalla preoccupazione per la propria situazione. Il libro sospeso va, dunque, in questa direzione, aiutare non solo con la diagnosi e la cura il paziente ma anche con lo spirito. Insomma un’iniziativa volta alla presa in carico del paziente a 360 gradi”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante