Resta sintonizzato

Attualità

“Chi va all’estero deve tener conto di restare bloccato dal Covid”: la nota della Farnesina

Pubblicato

il

Una vera doccia fredda quella contenuta in una nota della Farnesina che ha comunicato che “Chi va all’estero deve tener conto di restare bloccato dal Covid“.

Alla luce della risalita dei casi di contagio da Coronavirus, provocati dal diffondersi della variante Delta che sta costringendo diversi Paesi a introdurre nuove restrizioni nonostante il periodo estivo, la Farnesina con una nota invita così alla cautela e ricorda a tutti che recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio, può comportare un rischio di carattere sanitario.

Chi va fuori dall’Italia deve in pratica mettere in conto di restare bloccato a causa del virus, come tra l’altro già è accaduto in questi ultimi giorni.

Da gennaio 2020, perdura in tutto il mondo l’emergenza sanitaria causata da Covid-19”, si legge nella nota della Farnesina che spiega a quanti andranno all’estero che dovranno considerare che qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario.

Qualora i viaggiatori dovranno sottoporsi a test molecolari o antigenici per l’ingresso in Italia o per il rientro nel nostro Paese da una destinazione estera “devono prendere in considerazione la possibilità che il test dia un risultato positivo”. E in quel caso dovranno rispettare le procedure del Paese che li ospita.

Non sarà infatti possibile viaggiare con mezzi commerciali e si è soggetti alle procedure di quarantena e contenimento previste dal Paese in cui ci si trova.

Procedure che interessano gli eventuali positivi al Covid-19 ma anche i loro contatti negativi, che sono ugualmente sottoposti a quarantena/isolamento dalle autorità locali del Paese in cui ci si trova e che, a tutela della salute pubblica, potranno far rientro in Italia al termine del periodo di isolamento previsto.

Si raccomanda, pertanto, di pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi a Covid-19”, ha concluso la Farnesina.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli, folle inseguimento in città: arrestato 36enne sloveno

Pubblicato

il

Incidente stradale avvenuto nella notte a Napoli, in Piazza Trieste e Trento, dove due tassisti, sono stati urtati da un uomo con la sua auto. Gli agenti della Polizia Municipale, hanno intimato l’alt al conducente che, per sfuggire al controllo, ha perso il controllo della vettura impattando contro di loro, salvo poi allontanarsi. Tuttavia, proprio in quegli istanti, una volante gli si è posta dinanzi per fermarli, ma il veicolo dell’uomo ha accelerato la marcia speronandoli. Da lì, ne è nato un folle inseguimento, terminato in via Partenope quando il fuggitivo, è stato definitivamente bloccato.

Pertanto, Martin Dittrich, 36enne sloveno con precedenti di Polizia, è stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e denunciato per danneggiamento aggravato di beni della Pubblica Amministrazione.

Continua a leggere

Attualità

Rapina una tabaccheria e tenta la fuga: 35enne in manette

Pubblicato

il

Rapina una tabaccheria e poi tenta la fuga. Questo è quanto accaduto nel pomeriggio di lunedì a Napoli, in via Riviera di Chiaia, dove un uomo armato di coltello, è stato denunciato dalla titolare dell’esercizio commerciale, per averle sottratto poco prima, 1000 euro. Tuttavia, i poliziotti, sono riusciti a rintracciarlo in Corso Malta a bordo di un motociclo, ma egli, alla vista degli agenti, ha tentato la fuga nonostante l’alt. Pertanto, è stato bloccato e trovato in possesso dello stesso casco e del marsupio indossati per la rapina.

Raffaele Imperatore Vettolieri, 35enne napoletano con precedenti di Polizia, è stato sottoposto a fermo per rapina pluriaggravata e per lui, l’Autorità Giudiziaria, ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Attualità

Napoli. Beccati 4 giovani armati di coltelli, si giustificano dicendo: “Dobbiamo poterci difendere”

Pubblicato

il

Continuano senza sosta i controlli dei carabinieri della Compagnia Vomero, che nel corso delle operazioni, hanno fermato 4 ragazzini armati di coltello a serramanico, che adducevano tutti le stesse giustificazioni: “Dobbiamo poterci difendere“. Tuttavia, nonostante tutto, saranno ugualmente denunciati per porto abusivo di armi. Oltre alle armi trovata anche la droga. Infatti, sono diverse le persone segnalate alla Prefettura per possesso di stupefacenti destinati all’uso personale. In totale, durante i vari posti di blocco organizzati nelle strade più trafficate, i carabinieri hanno identificato 96 persone e setacciato 32 veicoli, elevando migliaia di euro in contravvenzioni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante