Resta sintonizzato

Caivano

Ancora spari a Caivano: stesa contro il Campo Rom

Pubblicato

il

Dopo i recenti fatti di cronaca che hanno visto il Parco Verde protagonista con l’ultima stesa tornano a sparare a Caivano.

I colpi, questa volta, sono stati sferrati contro il Campo Rom.

La nuova stesa, secondo la stampa locale, sarebbe stata fatta da un’auto in corsa. Da quest’ultima, che percorreva a grande velocità via Cinquevie, giunta all’altezza del campo dove alloggiano i nomadi, sarebbero stati esplosi dei colpi a scopo intimidatorio.

Sono in corso le indagini e non si esclude anche un possibile movente razzista.

Sul posto i Carabinieri stanno repertando i bossoli e ascoltando eventuali testimoni.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caivano

Caivano Parco Verde. Nasconde la droga colorata nel congelatore ma è troppo tardi, carabinieri arrestano 36enne

Pubblicato

il

Nel Parco Verde di Caivano i Carabinieri della locale Compagnia hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Roberto Iannucci, 36enne della provincia di Benevento già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo passeggiava nel Parco Verde indossando un marsupio. Non sembrava proprio un turista e i carabinieri lo hanno seguito. Alla vista dei militari ha tentato di fuggire ed è entrato in un appartamento che poi è risultato essere nella sua disponibilità. I Carabinieri lo hanno raggiunto e beccato proprio mentre stava nascondendo la borsetta nel cassetto del congelatore. Nel marsupio c’erano 55 dosi di cocaina, 41 dosi di eroina e la somma contante di 420 euro. E’ stato tutto sequestrato.

La droga, pronta alla vendita, aveva la particolarità di essere confezionata con involucri colorati. Celeste per la cocaina e bianco per l’eroina. Stratagemma probabilmente utilizzato dal pusher per consegnare lo stupefacente più velocemente possibile a seconda della richiesta del cliente di turno e dei suoi “gusti”. L’arrestato è stato trasferito in carcere in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Caivano

Caivano. Pusher “green” arrestato dai Carabinieri. la droga nascosta in un tronco

Pubblicato

il

Un pusher attento all’ambiente, un metodo di spaccio ecosostenibile.
Giovanni Pezzella ha 26 anni e vive a Grumo Nevano. E’ già noto alle forze dell’ordine e il suo gironzolare in bici elettrica nel parco Verde ha attirato l’attenzione. Percorreva sempre lo stesso tratto di strada, silenzioso sulla sua due ruote a batteria. Da un albero piantato in un’aiuola del rione si spostava velocemente tra i palazzoni di cemento.

I militari lo hanno seguito discretamente e hanno individuato il luogo dove andava a rifornirsi ed è lì che l’hanno bloccato. All’interno di una cavità nel tronco di un piccolo alberello, Pezzella aveva nascosto ben 28 dosi di eroina. Addosso, invece, 68,70 euro in contante ritenuto provento illecito. Il 26enne è finito in manette ed è ora in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Caivano

Caivano, Parco Verde: Carabinieri arrestano pusher col paniere

Pubblicato

il

Certe tradizioni restano ma a volte mutano nel tempo e spesso ne viene fatto un uso illegittimo. È il caso del noto Parco Verde di Caivano dove i Carabinieri hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Enzo Grieco*, 49enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era affacciato al balcone della propria abitazione ma era troppo impegnato per ravvedersi dei Carabinieri in strada.

Il 49enne, infatti, era affaccendato nel calare il suo paniere “2.0” che però non era di vimini ne tantomeno pieno di vivande bensì di droga e le specialità erano diverse. 60 dosi di crack, 10 dosi di cocaina, 23 di eroina, 6 dosi di hashish e 15 dì marijuana per un peso complessivo di quasi 90 grammi di stupefacente. Ai militari è bastato attendere che la corda scendesse per poi recuperare il tutto e, saliti nell’appartamento, hanno arrestato il 49enne. Durante le operazioni rinvenuta e sequestrata anche la somma contante di 645 euro. L’arrestato è in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante