Resta sintonizzato

Attualità

Assemblea Whirlpool. Alessandra Clemente: “La campagna elettorale va fermata!”

Pubblicato

il

Ho partecipato all’assemblea di fabbrica oggi alla Whirlpool di Napoli per essere aggiornata sullo stato e le ultime evoluzioni a cui è giunta la vertenza” ha affermato la candidata a sindaco di Napoli Alessandra Clemente sulla vicenda Whirlpool.

A Napoli la politica si fermerà per un giorno, l’appello della candidata sindaco Alessandra Clemente è forte e chiaro: “Giovedì si fermi la campagna elettorale a Napoli, la battaglia degli operai vada oltre i colori politici”.

Dopo 26 mesi di lotta estenuante, la settimana scorsa l’azienda ha avviato la procedura per i licenziamenti dei 340 lavoratori del sito di vai Adige, chiuso da tempo, lasciando per due anni i lavoratori in un limbo.

Continuando “Ho deciso di essere a Roma giovedì con le lavoratrici e i lavoratori del sito di via Argine perché c’è bisogno che una rappresentanza della città sia parte del corteo, per muoversi con gli operai e chiedere risposte concrete alle istituzioni nazionali: bisogna cominciare fermando la procedura di licenziamento, è una battaglia di dignità. Quello che sta accadendo in queste ore a Firenze, con una città ferma per dare solidarietà ai lavoratori di GKN, deve verificarsi anche a Napoli e siamo noi, come attori politici cittadini, a dover fare in modo che ciò avvenga. Dobbiamo farlo per dimostrare che quella di Whirlpool non è una vertenza solo dei lavoratori e delle loro famiglie, ma ci riguarda tutti come città“.

Affermando poi “Per questo motivo nelle prossime ore sentirò i rappresentanti cittadini delle forze politiche che scenderanno in campo a Napoli alle prossime elezioni amministrative, per chiedere un impegno comune che sia slegato dalla campagna elettorale. Un primo concreto segnale potrebbe essere rappresentato, in vista della manifestazione di giovedì, da uno stop della campagna elettorale“.

Concludendo “Quella degli operai di Whirlpool è una battaglia che va oltre i colori politici e spendere quella giornata per le lavoratrici e i lavoratori che da 26 mesi lottano per vedersi riconosciuto un accordo firmato da azienda e governo, sarebbe un gesto di grande coerenza verso una causa a cui tutti gli attori politici hanno espresso solidarietà“.

Le sigle sindacali Fiom e Uilm, insieme a una delegazione di lavoratori, hanno incontrato i parlamentari del Pd e di Italia Viva, oltre al sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto.

“Abbiamo ricordato a tutti i parlamentari che l’apertura della procedura di licenziamento da parte di Whirlpool ha attivato un conto alla rovescia di una bomba sociale e occupazionale che, se non disinnescata in questi 75 giorni, rischia di avere effetti devastanti” hanno affermato i segretari generali di Fim Cisl Campania e Napoli, Raffaele Apetino e Biagio Trapani.

Il giorno 22 luglio, la Fim insieme a Fiom e Uilm, ha proclamato uno sciopero di gruppo con manifestazione a Roma. In quell’occasione ci aspettiamo che tutte le forze parlamentari di governo siano al fianco dei lavoratori. È assolutamente necessario che Whirlpool ritiri la procedura e utilizzi le 13 settimane di cassa integrazione non come soluzione, ma come tempo necessario per discutere e trovare un accordo Industriale positivo per i lavoratori“, concludono i sindacati.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Rubavano i veicoli per poi rivenderli: denunciato il titolare di una concessionaria

Pubblicato

il

La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà un 40enne di Sant’Anastasia, accusato di ricettazione, riciclaggio, appropriazione indebita e attività non autorizzata di smaltimento rifiuti. Inoltre, sono state sequestrate ben 6 autovetture del tipo Fiat Panda, Renault Captur, Smart e Lancia Y, oltre ad uno scooter Piaggio Vespa. Pertanto, procedendo al confronto di targhe e numeri di telaio dei veicoli, si è evinto che 4 di questi, erano provento di furto, mentre gli altri 3 frutto di appropriazione indebita. Indagini in corso, per accertare le pregresse vendite di auto e moto di dubbia provenienza, al fine di identificarne i responsabili che ne gestiscono l’illecito mercato.

Continua a leggere

Attualità

Controlli a tappeto nell’aversano, scattano denunce e sanzioni

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Aversa, hanno deferito in stato di libertà un 26enne di Orta di Atella, il quale è stato sorpreso alla guida di un veicolo senza aver mai conseguito la patente. Inoltre, una seconda persona, un 59enne di origine nigeriana, è stato deferito a seguito di un incidente stradale, dove aveva fornito false generalità agli agenti. Infine, un terzo soggetto, un 19enne di San Cipriano d’Aversa, è stato denunciato perché trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di 18 cm nonché di 2 grammi di marijuana.

Nel complesso, nel corso delle operazioni, sono state elevate 120 contravvenzioni al Codice della Strada. Mentre sono ben 823 le persone controllate e 593 i veicoli.

Continua a leggere

Attualità

Covid a Pozzuoli, parla il sindaco Figliolia: “Vietati aperitivi in strada e assembramenti”

Pubblicato

il

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, ha disposto il divieto di aperitivi in strada e assembramenti, a partire dal prossimo 7 dicembre. Lo ha comunicato tramite la sua pagina Facebook lo stesso primo cittadino:

Come tutti hanno potuto verificare negli ultimi giorni, c’è stato in città un aumento dei contagi da covid-19. La pandemia, non è ancora debellata e non ci possiamo permettere di abbassare la guardia. Mi appello pertanto al buon senso dei cittadini, dei giovani soprattutto, invitandoli a rispettare le misure già in vigore con l’ordinanza regionale e di utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuale, nelle aree all’aperto di maggior affollamento. A tal proposito, vi anticipo che firmerò un’ordinanza, con la quale sarà vietata per le prossime festività, a partire già dal 7 dicembre, l’organizzazione di eventi che comportino eccessivi assembramenti di persone nei luoghi pubblici e mi riferisco, in particolare, ai cosiddetti ‘aperitivi’ della movida”.

Poi, conclude: “Capisco che i giovani vogliono divertirsi, ma lo possono fare anche in altro modo, evitando gli assembramenti che facilitano la trasmissione del virus. Ne va di mezzo la nostra salute e questo, non lo possiamo dimenticare. Saranno intensificati i controlli da parte della polizia municipale”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante