Resta sintonizzato

Attualità

Matrimonio da incubo. Sposo positivo: 50 invitati in quarantena

Pubblicato

il

Un matrimonio è finito veramente male in provincia di Cremona: lo sposo è risultato positivo e 50 invitati sono stati messi in quarantena.

Si è così concluso un matrimonio celebrato lunedì scorso a Pizzighettone, nella provincia di Cremona.

Come riporta Il Giorno, la sposa avrebbe completato il percorso vaccinale ed era in possesso del certificato verde. Suo marito, invece, avrebbe fatto un tampone rapido prima della cerimonia, il cui risultato avrebbe dato esito negativo.

Dopo la cerimonia i novelli sposi sono partiti per il viaggio di nozze sul litorale toscano. In serata l’uomo si è sentito male.

La moglie ha così deciso di accompagnarlo al pronto soccorso: è risultato positivo al Covid al tampone molecolare.

Con l’autorizzazione dei medici, la coppia è tornata a casa. Anche il figlio è risultato lievemente positivo.

Al momento tutti gli invitati, circa cinquanta persone, si trovano in isolamento. Mercoledì verranno sottoposti a tampone.

Stando a quanto si apprende, gli inviati sarebbero arrivati quasi tutti dalla provincia di Lodi. Sono dodici, come spiega lo stesso sindaco del paese, gli abitanti di Pizzighettone che si dovranno sottoporre al tampone dopo dieci giorni di quarantena. Tra loro c’è anche un assessore della giunta, che ha già effettuato un primo test (risultato negativo), ma che dovrà effettuare un altro tampone per uscire dall’isolamento.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Afragola, inaugurati due campi di calcetto per il progetto Alpha@center: presente anche l’ex ministro Spadafora

Pubblicato

il

Doppia inaugurazione in quel di Afragola, dove nella serata di ieri, sono stati svelati due campi di calcetto nell’ambito del progetto Alpha@center. Questo, è solo il primo passo di un progetto più ampio, che prevede la costruzione e il completamento di quella che diventerà una vera e propria cittadella dello sport. In particolare, hanno preso parte all’inaugurazione, numerose autorità politiche e rappresentanti di fondazioni, nazionali e internazionali, che hanno seguito il progetto dall’inizio. Tra i presenti, figurano Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione con il Sud e Vincenzo Spadafora, ex Ministro dello Sport, che ha seguito da vicino la nascita e lo sviluppo del progetto. Inoltre, hanno preso parte all’evento, anche Angela Sodano, preside dell’Istituto Europa Unita di Afragola; Luca Marciani, della Fondazione Grimaldi; Domenico Di Maso, imprenditore afragolese e rappresentante di Costr.A.Me; Stephan Scholz, della Support International, nonché il presidente della Fondazione milanese Stabat. Al taglio del nastro, è seguita la benedizione di Padre Guglielmo, che ha così dichiarato: “Ringrazio il buon Dio per tutto ciò. Senza di lui, nulla sarebbe stato possibile. Ringrazio, i genitori dei bambini che ci danno fiducia ogni giorno e tutti coloro che si sono spesi e si spendono tutti i giorni”.

Anche Vincenzo Spadafora, ex Ministro dello Sport e deputato, ha voluto dire la sua, esprimendosi in questi termini: “Sono figlio di questa terra, ragion per cui essere qui, è motivo d’immenso orgoglio e grande soddisfazione. Il Rione Salicelle, è un polmone fondamentale della città di Afragola e merita tanta attenzione. E lo dico da politico, in primis. Non possiamo ricordarci di queste zone solo nel periodo della campagna elettorale. Ci tengo a fare un plauso a tutti coloro i quali, hanno contribuito e stanno contribuendo alla realizzazione di questo progetto. Loro, assieme ai ragazzi, sono i veri eroi”.

Continua a leggere

Attualità

Blitz dei carabinieri, scoperto traffico illecito di rifiuti dalla Campania al Nord-Italia: in manette 12 persone

Pubblicato

il

Si arricchisce sempre più di particolari, l’inchiesta relativa al traffico illecito di rifiuti che va dalla Campania al Nord Italia. In particolare, in Veneto, i carabinieri di Belluno, hanno tratto in arresto 12 persone. Secondo gli inquirenti, si tratta di appartenenti ad un’associazione per delinquere, nei cui confronti pendono le accuse di traffico illecito di rifiuti, emissione di fatture per operazioni inesistenti e creazione di società cartiere per rimborsi Iva. Tale operazione, denominata ‘Plastic Connection’, ha consentito di smantellare in questo senso le province di Belluno, Treviso, Padova, Vicenza, Napoli, Avellino e Pisa. Inoltre, sono stati sequestrati anche immobili e conti corrente del valore di diversi milioni di euro.

Infine, sono indagate a piede libero altre 10 persone, responsabili di condotte analoghe, ma considerate meno gravi.

Continua a leggere

Attualità

Scuole sicure a Napoli: il 95,8% di studenti e personale si è sottoposto a test volontario

Pubblicato

il

NAPOLI – L’Asl Napoli 1 ha deciso di principiare uno screening nelle scuole per il monitoraggio della circolazione del virus nelle scuole primarie e secondarie. I test sono su base volontaria, chiunque può sottoporsi con il consenso dei genitori.

Tanti i ragazzi, insegnanti e il personale scolastico che si sono sottoposti al tampone per controllare e monitorare il proprio stato di salute in funzione della sicurezza di tutti. Il risultato della giornata di ieri, 23 settembre, è stato molto incoraggiante.

Su 1.084 tamponi consegnati sono 1.039 quelli utilizzati dalle scuole, il 95,85%. Esaltata da tale importante ed inaspettato risultato, il personale dell’Asl si è lasciato ad un ringraziamento sentito in un comunicato: “Grazie al vostro impegno, un grande successo. Viva la scuola

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante