Resta sintonizzato

Caserta

Droga ordinata su Instagram: il nuovo mercato nel casertano

Pubblicato

il

Oltre duemila episodi di spaccio di droga a Recale, in provincia di Caserta. Sono quelli contestati dai carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, che nella mattinata di martedì 20 luglio hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare applicativa della custodia cautelare in carcere, degli arresti domiciliari e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, emessa dal gip del Tribunale sammaritano su richiesta della Procura, nei confronti di 13 indagati, gravemente indiziati, a vario titolo, di plurimi episodi, anche in concorso, di detenzione e spaccio di hashish e marijuana.

Nel corso delle operazioni, i militari dell’Arma hanno eseguito anche un provvedimento che ha disposto il sequestro preventivo di due autovetture e di somme di denaro fino ad un ammontare di 76.000 euro.

Lo ‘scacco’ alla fiorente piazza di spaccio sita all’interno di un’abitazione sita in via Roma a Recale è stato possibile grazie ad una complessa e serrata attività investigativa svolta dal mese di marzo a settembre 2020 dalla stazione carabinieri di Macerata Campania.

L’attività investigativa è stata sviluppata mediante intercettazioni telefoniche ed ambientali, nonché attraverso l’installazione di un sistema di videosorveglianza nei pressi dell’abitazione che fungeva da deposito e da luogo di vendita dello stupefacente.

Le attività di riscontro operate dalla polizia giudiziaria a margine di mirati servizi di osservazione e pedinamento, le dettagliate informazioni offerte da alcuni acquirenti-consumatori finali dello stupefacente, nonché i contenuti delle conversazioni captate (dialoghi intercorsi con un linguaggio criptico e convenzionale, decodificato dalla Polizia Giudiziaria), hanno consentito di contestare oltre 2000 episodi di spaccio, di acclarare le responsabilità degli indagati, nei loro diversi ruoli, nonchè delineare i canali di approvvigionamento dello stupefacente.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta

Il canile degli orrori: cani in piccole gabbie tra i loro escrementi

Pubblicato

il

E’ stato sequestrato nella provincia di Caserta un canile degli orrori di più di 4mila metri quadri: i cani erano tenuti all’interno di piccole gabbie tra gli escrementi.

Sono stati recuperati e sequestrati 34 cuccioli tenuti in pessime condizioni sanitarie. L’operazione è stata svolta dai carabinieri forestali, dalla Polizia Municipale di Sessa Aurunca e dall’Esercito, in collaborazione con l’Asl.

I cani erano tenuti in condizioni disumane, stipati in piccole gabbie, tra i loro escrementi. Molti di questi sono risultati malati perché affetti da rogna.

I militari hanno purtroppo rinvenuto anche 9 carcasse di cani in avanzato stato di decomposizione, segno della totale mancanza di cura del posto e del cinismo dei proprietari della struttura.

I 34 cuccioli sono stati sequestrati e affidati al canile municipale di Sessa Aurunca in attesa delle disposizioni dell’autorità giudiziaria competente.

Continua a leggere

Caserta

Caserta. Rapinatore arresstato. Assalì una donna al Postamat.

Pubblicato

il

 E’ finito in manette il 42enne di origine marocchina responsabile della rapina avvenuta lunedì a Caserta. L’uomo ha infatti assalito una donna di 70 anni che aveva appena prelevato i soldi allo sportello Postamat.

Il 42enne – come riporta edizionecaserta.it – ha prima minacciato la donna chiedendole i soldi e poi l’ha assalita: nella caduta l’anziana ha riportato la frattura di tre costole riuscendo comunque a da fare l’allarme facendo intervenire gli addetti dell’ufficio postale.

Sul posto sono giunti gli uomini della squadra volante della questura che hanno bloccato il malintenzionato arrestandolo: a suo carico aveva già altri precedenti.

Continua a leggere

Attualità

Caserta. 2 contagi e nessun deceduto

Pubblicato

il

É aggiornato al pomeriggio di ieri 26 Luglio l’ultimo bollettino dell’Asl che informa la cittadinanza circa l’emergenza coronavirus in provincia di Caserta.

In 24 ore sono stati processati 137 tamponi: di questi 2 hanno dato esito positivo. Per quanto riguarda i decessi, manteniamo anche oggi un meraviglioso 0.

Sono 4 i guariti in un solo giorno. Attualmente, il numero dei positivi nella nostra provincia è di 524.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante