Resta sintonizzato

Cronaca

Attacco hacker ai profili social di Biden e Obama

Pubblicato

il

(ANSA) – MADRID, 22 LUG – Un giudice spagnolo ha disposto la custodia cautelare preventiva per un giovane arrestato nel Paese iberico con l’accusa di aver realizzato attacchi informatici a decine di profili Twitter di vip, tra cui quelli dell’attuale presidente degli Stati Uniti Joe Biden e del suo predecessore Barack Obama. Lo riporta l’agenzia di stampa Efe.

L’arresto del presunto hacker, un 22enne di nazionalità britannica, è stato reso noto dalla polizia spagnola e dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. L’operazione con cui è stato catturato è stata realizzata in collaborazione con l’Fbi.
    Gli account coinvolti — tra cui c’erano anche quello di Bill Gates e altri vip — furono hackerati il 15 luglio 2020, nell’ambito di quella che apparve come una maxi truffa sui Bitcoin. All’epoca Biden era in corsa per le primarie del Partito Democratico americano per le presidenziali. Dai profili erano partiti cinguettii che promettevano di raddoppiare la cifra inviata ai loro indirizzi Bitcoin. Twitter era poi intervenuta nelle ore successive per ripristinare la normalità.
    L’autorità giudiziaria spagnola ora è in attesa dell’ok da parte degli Stati Uniti per l’estradizioni del sospettato.
    Negli Usa un 18enne della Florida si è dichiarato colpevole di aver partecipato all’attacco ed è stato condannato a tre anni, secondo media degli States. (ANSA).

Cronaca

Morte Mahsa Amini, Iran in rivolta: la Polizia arresta 739 manifestanti

Pubblicato

il

La morte della 22enne curda Mahsa Amini, ha scatenato una vera e propria rivolta nel Paese, con la Polizia che ha tratto in arresto 739 manifestanti, tra cui 60 donne, nella sola provincia di Guilan. Pertanto, l’ultraconservatore iraniano Ebrahim Raisi, ha così dichiarato:

“Rivoltosi che disturbano l’ordine e la sicurezza nel Paese”.

Continua a leggere

Cronaca

Choc in volo, steward aggredito da un passeggero: rischia 20 anni di carcere

Pubblicato

il

Episodio incredibile avvenuto su un volo dell’American Airlines diretto dal Messico a Los Angeles, dove un uomo si è alzato dal suo posto cogliendo alle spalle un membro dell’equipaggio per chiedere un caffè. A quel punto, l’assistente di bordo ha fatto un passo indietro, venendo colpito con un pugno alla nuca l’esagitato.

Pertanto, l’aggressore è stato subito bloccato e ammanettato, per poi essere preso in consegna dalla Polizia una volta atterrati. Si tratta di Alexander Tung Cuu Le, 33enne di Westminster in California, che ora rischia fino a 20 anni di carcere. Al momento, non sono chiare le motivazioni del gesto.

Continua a leggere

Cronaca

Violenza in carcere, agenti penitenziari aggrediti da un detenuto: la situazione

Pubblicato

il

Attimi di follia presso il carcere di Poggioreale, dove nel pomeriggio di ieri gli agenti della Penitenziaria sono stati minacciati e aggrediti da un uomo, che brandiva un bastone di legno. A quel punto, non senza difficoltà, lo hanno fermato e disarmato. Pertanto, poco dopo, una volante del Commissariato Vasto-Arenaccia l’ha prelevato e condotto in carcere.

Pertanto, l’uomo è un 31enne del Ciad con precedenti di Polizia e irregolare su territorio nazionale, arrestato per lesioni aggravate e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante