Resta sintonizzato

Cronaca

Donna in gravi condizioni dopo la rapina. In manette un 19enne e un minorenne: “E’ caduta da sola!”

Pubblicato

il

Due giovani, un 19enne e un minorenne, sono stati fermati dalla Polizia per la rapina avvenuta domenica notte in via Salvator Rosa, a Napoli, in cui è rimasta gravemente ferita una 64enne.

Il ragazzo maggiorenne avrebbe confessato, dicendo però di non avere speronato le vittime, che sarebbero cadute accidentalmente.

I due ragazzi sono stati individuati a meno di 48 ore dalla Polizia di Stato. Sarebbero loro i responsabili della rapina dello scooter in cui è rimasta ferita una 64enne napoletana, tuttora ricoverata in ospedale in gravi condizioni. Entrambi sono stati sottoposti a fermo e ora sono in attesa dell’udienza di convalida davanti ai gip.

La rapina risale alla notte tra sabato e domenica scorsi. Le due vittime, una donna di 64 anni e una di 34, erano in sella a un Honda Sh, quando sono state affiancate dai rapinatori in via Salvator Rosa, nel centro di Napoli.

I criminali hanno estratto una pistola, l’hanno puntata, e a quel punto la tragedia: la donna alla guida ha perso il controllo dello scooter, probabilmente dopo un contatto con l’altro, ed è finita rovinosamente a terra.

I rapinatori ne hanno approfittato per portare via sia il mezzo sia il borsello di una delle due vittime e dileguarsi.

La 34enne ha riportato lievi ferite ed è stata giudicata guaribile in 3 giorni. Sono invece più gravi le condizioni della 64enne, che è stata ricoverata d’urgenza al Cardarelli. Operata durante la notte stessa, è ancora in prognosi riservata.

 I due responsabili sono stati individuati dalla Polizia lunedì notte: si tratta del 19enne Luigi F. e di un altro giovane ancora minorenne, entrambi residenti nel Rione Sanità.

Assistito dall’avvocato Carla Maruzzelli, il 19enne durante l’interrogatorio in Questura ha ammesso le proprie responsabilità e ha indicato sia il luogo dove era stato nascosto l’Sh rapinato (che è stato recuperato in vico San Severo a Capodimonte e restituito) sia la pistola scenica usata per il colpo. Il giovane ha però sostenuto di non avere speronato le due donne, che quindi sarebbero cadute accidentalmente.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Pompei, controlli della polizia

Pubblicato

il

NAPOLI – Stamattina gli agenti del Commissariato di Pompei, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nelle piazze Vittorio Veneto e Bartolo Longo, in via Plinio e a Porta Marina Superiore.

Nel corso dell’attività sono state identificate 79 persone, di cui 11 con precedenti di polizia, controllati 45 veicoli e contestate 5 violazioni del Codice della Strada per guida senza patente, guida senza patente poiché mai conseguita, guida con patente scaduta e per incauto affidamento di veicolo.

Continua a leggere

Cronaca

Morte Mahsa Amini, Iran in rivolta: la Polizia arresta 739 manifestanti

Pubblicato

il

La morte della 22enne curda Mahsa Amini, ha scatenato una vera e propria rivolta nel Paese, con la Polizia che ha tratto in arresto 739 manifestanti, tra cui 60 donne, nella sola provincia di Guilan. Pertanto, l’ultraconservatore iraniano Ebrahim Raisi, ha così dichiarato:

“Rivoltosi che disturbano l’ordine e la sicurezza nel Paese”.

Continua a leggere

Cronaca

Choc in volo, steward aggredito da un passeggero: rischia 20 anni di carcere

Pubblicato

il

Episodio incredibile avvenuto su un volo dell’American Airlines diretto dal Messico a Los Angeles, dove un uomo si è alzato dal suo posto cogliendo alle spalle un membro dell’equipaggio per chiedere un caffè. A quel punto, l’assistente di bordo ha fatto un passo indietro, venendo colpito con un pugno alla nuca l’esagitato.

Pertanto, l’aggressore è stato subito bloccato e ammanettato, per poi essere preso in consegna dalla Polizia una volta atterrati. Si tratta di Alexander Tung Cuu Le, 33enne di Westminster in California, che ora rischia fino a 20 anni di carcere. Al momento, non sono chiare le motivazioni del gesto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante