Resta sintonizzato

Napoli

“L’asse Roma-Napoli-Bari diventerà il baricentro dell’intero Centro-Sud”: le parole di Gaetano Manfredi

Pubblicato

il

L’ex ministro ed ex rettore Gaetano Manfredi, oggi candidato a sindaco di Napoli per la coalizione di centro-sinistra rappresentata da Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle, Liberi e Uguali e movimenti civici, in un intervento pubblicato da Fanpage.it, ha racconta la sua visione del centro-sud partendo dall’alleanza fra Roma, Napoli e Bari.

Caro Direttore, le infrastrutture costituiscono l’architrave dello sviluppo sociale ed economico di un territorio. Quelle immateriali, come la Rete, ci consentono di entrare in connessione con l’altra parte del mondo (quanti collegamenti abbiamo tenuto durante la pandemia!), ma quelle materiali accorciano le distanze fisiche aprendo nuove ed inedite opportunità da cogliere” ha affermato Manfredi.

Continuando “Da questo punto di vista, il primo ponte costruito sulla tratta ferroviaria Av Napoli-Bari assume un fortissimo valore simbolico oltre che concreto. Se, infatti, da ormai 16 anni l’Alta Velocità collega Napoli e Roma in soli 70 minuti con tutti i vantaggi che ne derivano soprattutto per i lavoratori pendolari, quando tra appena due anni sarà attiva la linea ad Alta Velocità tra il nostro capoluogo e Bari con una percorrenza di due ore e mezza rispetto alle 4 attuali, finalmente avremo un asse privilegiato tra due grandi città metropolitane, in modo da attivare quel motore economico che può rilanciare l’intero Mezzogiorno”.

Spiegando poi “Avremo da una parte i collegamenti marittimi del mar Tirreno e del Mar Adriatico e dall’altra il treno che dimezza le distanze: insieme costituiranno le ‘strade’ del futuro. Anzi del presente prossimo. Perché dobbiamo farci trovare preparati, disegnando le nostre città secondo le direttrici tracciate dall’Europa all’insegna della transizione digitale e della transizione ecologica. Più reti e infrastrutture funzionali, ma anche più aree verdi e migliore qualità della vita: tutte fonti di reddito e di nuova occupazione giovanile. L’asse Roma-Napoli-Bari diventerà così il baricentro dell’intero Centro-Sud“.

Non vi saranno più differenze tra l’area produttiva del Nord, considerata locomotiva economica del Paese, e quella a sistema nelle regioni meridionali. Mettendo in rete Roma, Napoli e Bari, quella fatta in primis di relazioni umane e metodi manageriali consolidati al punto da essere considerati un modello, potremo far nascere una nuova locomotiva capace di trainare sviluppo economico e crescita sociale dando centralità al Sud rispetto all’Europa del Nord” ha affermato l’ex rettore.

Sostenendo “Con un constante e proficuo coordinamento tra i tre sindaci di Roma, Napoli e Bari, nella mia campagna elettorale per il Comune sto insistendo molto sulla collaborazione istituzionale che ci faccia uscire da anni di dannoso isolamento, raggiungeremo risultati straordinari. Ridurre le distanze significa ridurre i tempi, ma anche aumentare il tasso di competitività dei nostri talenti e delle nostre eccellenze che pure sono conosciute nel mondo per il saper vivere, la passione e l’umanità“.

Concludendo “Di questo asse si avvantaggeranno certamente i cittadini metropolitani, ma anche le rispettive aree interne diventeranno strategiche rispetto a nuovi assetti imprenditoriali lungo la direzione tracciata dal Recovery plan“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Napoli. Tenta di rapinare il negozio del fratello: 32enne in manette

Pubblicato

il

Una donna di 32 anni, Zahra Fatima Knouzi, originaria del Marocco e già nota alle forze dell’ordine, è stata arrestata dalla Polizia di Stato a Napoli dopo aver tentato di rapinare il negozio del fratello.

Nel pomeriggio di ieri, sabato 24 luglio, gli agenti del commissariato Vicaria-Mercato sono intervenuti in via Alessandro Poerio, nella zona della Stazione Centrale di Napoli, per la segnalazione di una rapina.

Una volta entrati in un esercizio commerciale della strada, gli agenti hanno sorpreso la 32enne mentre rovistava all’interno della cassa e l’hanno bloccata, accertando che poco prima del loro arrivo la donna aveva minacciato il fratello, titolare del negozio, e aveva poi cercato di impossessarsi dei contanti presenti nell’attività: per la 32enne è così scattato l’arresto con l’accusa di tentata rapina.

Continua a leggere

Cronaca

Dramma al porto di Napoli. Passeggero sale sull’Aliscafo e muore poco dopo per un malore

Pubblicato

il

Dramma al Porto di Napoli dove un uomo, salito su un Aliscafo per Ischia, si è sentito male ed è morto poco dopo.

Un malore, per cause ancora da accertare, ha portato alla morte di un passeggero di un aliscafo attraccato al molo Beverello del porto di Napoli e diretto all’isola di Ischia alle 11.30 di oggi, domenica 25 luglio.

La tragedia ha determinato numerosi disagi anche a coloro che si stavano imbarcando, causa blocco di mezzi in partenza dallo scalo portuale napoletano.

Soltanto dopo aver espletato le operazioni di rito in casi del genere, ovvero, dopo l’intervento a bordo dell’autorità giudiziaria, come ha riportato “Il Dispari“, l’aliscafo è poi riuscito a tornare successivamente in linea:

Il comandante dell’Achernar ha prestato i primi soccorsi ed è rimasto in attesa, per diversi minuti, dei soccorsi che, quando sono arrivati, era ormai tardi. I 400 e oltre passeggeri dell’aliscafo Caremar hanno iniziato a lasciare il mezzo nautico verso le 12.30 quando è iniziata la corsa verso la partenza Snav. Assembramenti e caos sui porti inevitabili. La mancata partenza delle 11.35 da Napoli, ovviamente, ha impedito anche la partenza da Ischia delle ore 13.00. Anche qui, inevitabile, la fila e i disagi“.

Continua a leggere

Napoli

Nasce #Partecipa, i giovani a sostegno di Gaetano Manfredi Sindaco

Pubblicato

il

Nasce #Partecipa a sostegno di Gaetano Manfredi sindaco. Un nuovo think thank, serbatoio di idee e laboratorio politico formato da giovani con esperienze che spaziano dal terzo settore al Servizio Civile, passando per l’imprenditoria, i liberi professionisti ed il mondo studentesco.

Attivisti e cittadini che insieme si pongono come tramite per uno spazio di contaminazione volto al coinvolgimento delle nuove generazioni, alla partecipazione e all’innovazione della politica per contribuire al miglioramento della società.

Tra i primi promotori figurano: Enrico Mango, giovane ingegnere impegnato nell’associazionismo solidale; Luisa Bindi e Adriano De Simone, esponenti del mondo universitario; Andrea De Siena, giovane medico impegnato a tutela della categoria;
Luigi Tarallo, startupper; Pierluigi Fusco, ingegnere con esperienza nel sociale .

Alle prossime elezioni amministrative del Comune di Napoli, #Partecipa ritiene che “per rispondere alla complessità dei problemi che attanagliano la città ci sia bisogno del contributo e delle esperienze di tutti coloro che amano la nostra terra, soprattutto dei più giovani, da troppo tempo distanti dalla politica e dalle istituzioni”.

Per i fondatori di #Partecipa  “Gaetano Manfredi è  la persona giusta per guidare il processo di ricostruzione e rinnovamento della ciittà per la competenza e serietà dimostrata alla guida dell’Ateneo federiciano e da Ministro dell’Università e della Ricerca e lo sosterremo con un contributo di idee al suo progetto civico”. 

E’ possibile seguire #Partecipa anche sui canali social e sul sito web www.partecipanapoli.it dove chiunque voglia sentirsi partecipe e protagonista può inviare le proprie idee, priorità e proposte per Napoli“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante