Resta sintonizzato

Attualità

Napoli. Tornano i furbetti del casello in Tangenziale: la denuncia

Pubblicato

il

Decine e decine di verbali per il mancato pagamento del pedaggio. Questa è la storia della signora Paola, che negli ultimi mesi, ha visto la sua casella postale inondata da una serie infinita di multe, che però non ha mai preso. Sì, perché la donna, è stata vittima dei cosiddetti ‘furbetti del casello’, cioè quegli automobilisti che s’intrufolano dietro le vetture che pagano lo sportello automatico, per poter così usufruire dell’asse viario a scrocco.

L’episodio, è successo presso la tangenziale di Napoli e la donna, ha chiamato in causa il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, ecco il suo racconto: ” Mi sono arrivate decine di multe che sono andate a pagare, perché non ho il tempo né la forza di contestarle, ma sono davvero stufa. Ogni mattina, per andare a lavoro prendo la Tangenziale e, all’uscita Vomero, mi imbatto spesso nei furbetti del casello. L’ultimo, l’altro giorno, stavolta però non ce l’ho fatta a tenermi il torto e redarguito l’automobilista scorretto che, però, ha cominciato ad inveire contro di me e a minacciarmi di investirmi.  Un addetto della Tangenziale, ha assistito alla scena e ha chiamato la Polizia, che è intervenuta. Il furbetto, andava in giro con un’auto che aveva il fermo amministrativo e senza assicurazione, è stato portato via”.

Innanzitutto, chiediamo che l’incivile furbetto, venga sanzionato e denunciato e che magari chieda scusa alla signora Paola. Inoltre, abbiamo inviato una nota alla società autostrade che gestisce la Tangenziale, chiedendo di studiare un piano per incastrare e punire i furbetti del casello, senza che vengano coinvolti gli automobilisti onesti e corretti”. Ha così dichiarato Borrelli ai microfoni di Gianni Simioli.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Coronavirus in Italia: quasi 5.000 casi nelle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Nelle ultime 24 ore sono stati 7 i decessi da Coronavirus segnalati in Italia. Ieri, 24 luglio, erano 5. Il totale delle vittime per i contagi da Covid-19 sale così a 35.477.

Per quanto riguarda i contagi, il bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute riporta oggi, domenica 25 luglio, +4.743 positivi. Ieri erano 5.140. I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.317.415, i morti fino a oggi 127.949.

I dimessi ed i guariti sono invece 4.123.209, con un incremento di 1.001 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 66.257, in aumento di 3.734 unità nelle ultime 24 ore.

Sono 178 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 6 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 16 (ieri 21). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.392, in aumento di 52 rispetto a ieri.

Sono 176.653 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati riportati dal ministero della Salute. Ieri erano stati 258.929.

Il tasso di positività è del 2,7%, in aumento rispetto al 2% di ieri.

Le Regioni con più persone attualmente positive sono: Veneto con 9.727 positivi, Lombardia con 8.534 positivi e Campania con 8.241 positivi.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19 in Campania: il Bollettino dell’Unità di Crisi

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, domenica 25 luglio, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato i dati relativi alla diffusione del Covid-19.

Questo il bollettino del giorno:

Positivi del giorno: 301

Tamponi molecolari del giorno: 5.958
Tamponi antigenici del giorno: 6.481

Deceduti: 0

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 11

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)
Posti letto di degenza occupati: 180

Continua a leggere

Attualità

Avellino, rinvenuto ordigno bellico da disinnescare: evacuate 2500 persone

Pubblicato

il

Attimi di panico ad Avellino, dove intorno alle 6.30 di questa mattina, parte delle popolazione è stata costretta ad evacuare, per consentire il disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto circa 2 anni fa sul greto del fiume Fenestrelle, nei pressi del ponte di via Ferriera. Sono più di 2500, le persone che dovranno abbandonare temporaneamente le loro case. Pertanto, il sindaco Gianluca Festa, ha disposto la chiusura delle attività commerciali cittadine.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante