Resta sintonizzato

Coronavirus

Dramma a Mondragone, Emilio muore di Covid a 44 anni: lascia la moglie e due figli

Pubblicato

il

Il Covid torna a colpire e questa volta, a farne le spese, è Emilio Ruta, giovane autista dell’ATC, residente a Mondragone. L’uomo, era ricoverato presso l’ospedale Cotugno di Napoli, dopo essere risultato positivo al virus, ma le sue condizioni sono andate via via peggiorando fino alla morte. Lascia la moglie e due figli.

Numerosi i messaggi di cordoglio sui social, eccone alcuni: “Abbiamo perso un amico sempre sorridente e mai arrabbiato. Sei stato l’amico di tutti: con le tue battute e la tua allegria, ci hai fatto passare belle serate“, questo il ricordo di Alfonso.

“Non dovevi morire così: ti porterò sempre con me, nei miei ricordi. Un amico speciale in tutte le sfumature”, dice Anna. E infine Maria: “E’ difficile trovare le parole, perché sei stato immenso. Sarai felice di poter riabbracciare tuo fratello: non posso che augurarti buon viaggio, non ti dimenticherò mai”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

No Vax: l’Asl dispone la sospensione di 13 dipendenti tra medici e infermieri

Pubblicato

il

Seri provvedimenti sono stati presi dalle Asl campane, nei confronti di 13 dipendenti che, professandosi ‘no vax’, hanno deciso di non sottoporsi al vaccino anti Covid. Pertanto, sono stati sospesi dal servizio e lasciati senza stipendio. In particolare, si tratta di 11 dipendenti dell’Asl Napoli 3 Sud e di due dipendenti dell’Asl di Avellino. Questi, si aggiungono ai 59 dipendenti dell’Asl Napoli 1 Centro, già sospesi due giorni fa, poiché si erano rifiutati di ricevere anche solo la prima dose di vaccino, senza riuscire a giustificarsi adeguatamente. Tuttavia, i dipendenti non vaccinati, avranno 5 giorni di tempo per addurre valide motivazioni o andranno incontro alla sospensione fino a vaccinazione avvenuta.

Continua a leggere

Coronavirus

Lutto nel napoletano, Bruno muore di Covid a 36 anni

Pubblicato

il

Lutto a Calvizzano per la scomparsa di Bruno Puerio, 36enne del posto, deceduto dopo aver contratto il Coronavirus. L’uomo, era ricoverato già da diverse settimane, ma purtroppo non ce l’ha fatta. Una notizia sconvolgente, soprattutto per quelli che lo conoscevano, visto che era un ragazzo da sempre attento alla salute e che praticava attività sportiva. A dare l’annuncio della sua dipartita, ci ha pensato il sindaco di Calvizzano, Giacomo Pirozzi. Ecco le sue parole:

Calvizzano, piange la scomparsa del giovanissimo Bruno Puerio, 36 anni, deceduto a causa del Coronavirus. Una tragedia. Era ricoverato da diverse settimane, purtroppo, non ce l’ha fatta. Tutta la comunità Calvizzanese, si stringe al fortissimo dolore della mamma, del papà, della famiglia, degli amici. È un giorno di lutto per la nostra comunità. Possa tu, riposare in pace. Sale, purtroppo, a 25 il numero dei deceduti per Covid a Calvizzano. Siamo tristi e solidali con le famiglie di tutte le vittime, che hanno perso la vita a causa di questa terribile malattia. Esorto ancora una volta la comunità a vaccinarsi, fatelo, è l’unica arma che abbiamo a disposizione per contrastare il Covid. C’è bisogno di unità, responsabilità. Mi auguro e spero che non dovremo più dare notizie simili“.

Continua a leggere

Coronavirus

Acerra, focolaio Covid in una scuola: maestra e alunni positivi

Pubblicato

il

Focolaio Covid, scoppiato all’interno del circolo didattico Don Peppe Diana ad Acerra. In totale, sono 5 le insegnanti risultate positive e 32 gli studenti, perciò l’istituto resterà chiuso fino a lunedì. Pertanto, la dirigente, nel riscontrare la positività di insegnanti e alunni, ha deciso di disporre la sospensione delle attività didattiche e la chiusura dell’edificio, che ospita oltre 300 bambini. Tuttavia, le cinque maestre, hanno concluso il ciclo vaccinale e sono quasi tutte asintomatiche. Mentre i bambini, non hanno alcun sintomo.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante