Resta sintonizzato

Attualità

Green Pass a scuola: il no dei sindacati

Pubblicato

il

Dopo la prima settimana di rodaggio, il certificato verde continua a tenere banco. Il tema è sempre più caldo e sta avvelenando anche il mondo della scuola.

Proprio l’obbligo imposto al personale scolastico è uno dei nodi che ieri ha fatto saltare la trattativa con i sindacati, che non hanno firmato il protocollo sulla sicurezza delle scuole in vista della ripresa delle lezioni.

L’incontro con i tecnici del ministero è stato aggiornato a dopo Ferragosto, ma le posizioni sono ancora distanti anche sulle modalità di verifica delle certificazioni, sui tamponi e sul distanziamento in classe.

Lo strumento scelto per arginare la salita dei contagi e incrementare la campagna vaccinale, fa discutere, ma il governo è determinato a far rispettare la nuova norma. Soprattutto a Ferragosto, con le località turistiche prese d’assalto.

Chiariti i dubbi sull’applicazione del decreto e sui controlli, è anche il mondo del lavoro a non trovare un accordo sull’uso della certificazione.

In assenza di una norma nazionale, le aziende cominciano a muoversi in ordine sparso e i sindacati sono in fibrillazione.

Dopo la conferma dello sciopero proclamato dalla Hanon Systems di Campiglione Fenile, specializzata in componenti elettrici, contro l’obbligo di green pass per accedere alla mensa, sempre in Piemonte, la Trilix di Nichelino, azienda di progettazione stile per l’automotive del gruppo Tata Motors, ha comunicato via mail ai suoi 80 dipendenti che al rientro da un periodo di ferie superiore alla settimana ciascuno dovrà recarsi all’ufficio personale per esibire il green pass.

E chi non ce l’ha? Basterà un tampone negativo eseguito nelle ultime 48 ore, ma a proprie spese. Per la Fiom Cgil di Torino si tratta di «una grave violazione della legge e delle norme a tutela della privacy (con costi ingiustificati dei tamponi in capo ai lavoratori)». Una questione che verrà posta all’attenzione del Garante. Perché, sottolinea il sindacato, «è vietato alle imprese accedere alle informazioni sanitarie dei dipendenti mentre, in assenza di una legge sull’obbligo vaccinale per i lavoratori dell’industria, è illegittimo condizionare l’ammissione al lavoro sulla base del possesso del green pass».

La questione è delicata. I sindacati non sono contrari al pass, che ritengono uno strumento utile per sostenere la campagna vaccinale. «Ma non può diventare il modo surrettizio per scaricare sulle relazioni sindacali l’obbligo alla vaccinazione, che rimane in capo alla legge. E per i non vaccinati, chi paga i tamponi?», chiedono Pierpaolo Bombardieri, segretario generale della Uil e il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Si introducono abusivamente a bordo di uno yacht, consumando cibo e bevande: due giovani nei guai

Pubblicato

il

Nella mattinata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono intervenuti al molo Luise in via Mergellina, per la segnalazione di alcune persone che si erano introdotte abusivamente a bordo di uno yacht. I poliziotti, una volta giunti sul posto, sono stati avvicinati dal capitano dell’imbarcazione il quale, ha riferito di alcuni ragazzi saliti a bordo senza permesso e che hanno anche consumato cibi e bevande, lasciando briciole, cenere e mozziconi di sigarette a prua, danneggiando inoltre, in vari punti, la zona del tetto. Tuttavia, grazie alle informazioni fornitegli, gli agenti, sono riusciti a rintracciare due giovani romani di 17 e 20 anni, già noti alle forze dell’ordine, che li hanno denunciati per violazione di domicilio.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, scippo a Corso Umberto: due giovani rubano il cellulare ad una ragazza

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, i Falchi della Squadra Mobile di Napoli, nel transitare in Corso Umberto, hanno sorpreso due giovani a bordo di uno scooter, mentre rubavano un cellulare dalle mani di una ragazza, dandosi poi alla fuga. Da qui, l’inseguimento, che ha visto i poliziotti riuscire a bloccarli in via Pietro Colletta, trovandoli in possesso del telefonino appena scippato. Pertanto, i due, entrambi napoletani di 18 anni, sono stati arrestati per furto con strappo e sanzionati per mancato utilizzo del casco protettivo; inoltre, il conducente, è stato sanzionato per guida senza patente poiché mai conseguita e il motociclo, è stato sequestrato.

Continua a leggere

Attualità

Grecia, violenta scossa di terremoto 6.1 sull’isola di Creta: almeno un morto

Pubblicato

il

Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.1 della scala Richter, è stata registrata sull’isola di Creta, in Grecia. Il sisma, è avvenuto intorno alle 8 di questa mattina e ha portato con sé una vittima. Si tratta di un operaio che stava lavorando all’interno di una chiesa, il cui tetto è crollato dopo la scossa. Sul posto, è arrivato il Ministro della Protezione Civile Christos Stylianidis, insieme ai Vigili del Fuoco che, hanno definito la situazione come ‘molto difficile’, visto che ci sono altre tre persone rimaste intrappolate all’interno delle loro case.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante