Resta sintonizzato

Napoli

De Magistris: “Non porterò rancore per chi si è offerto al mercato della politica affaristica per tre soldi”

Pubblicato

il

Il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha scritto una lunga arringa sulla sua pagina Facebook, criticando l’operato di chi in politica volta facilmente “bandiera” per puri interessi economici.

Nel cuore di una torrida estate di fine mandato la nostra giunta comunale non si è fermata un giorno. L’altro ieri di sera abbiamo approvato delibere importanti sulla piantumazione di ulteriori alberi, fortissimo segnale di vita in un’estate attraversata da incendi criminali, sulla riqualificazione di tante altre scuole, sulla mobilità sostenibile, sul precariato nel lavoro pubblico, a cui si aggiungono le delibere della città metropolitana su strade, dissesto idrogeologico, rifiuti e tanto altro ancora. Per non parlare della capacità e prontezza con cui assessori e dirigenti hanno affrontato emergenze e problemi alcuni costruiti ad arte” ha esordito il Sindaco di Napoli.

Continuando così il suo messaggio di Ferragosto “Oggi la nostra assessora alle politiche sociali è tra i più fragili, quelli che abbiamo cercato di non abbandonare mai in questi anni, soprattutto nei mesi terribili della pandemia. La squadra, politica e amministrativa, sta facendo un lavoro enorme di cui sono orgoglioso, in un periodo difficilissimo per tutti, anche per i comuni”.

In una fase storica in cui mi sono anche gettato anima e cuore in un’altra missione politica che sembra anche questa impossibile, quella di diventare Presidente della Regione Calabria, periferia della periferia, terra abbandonata e sfruttata dalla politica nazionale e umiliata dalla politica regionale locale” ha poi affermato.

La politica è servizio e passione. In questi anni a Napoli ho dato tutto me stesso, anche di più, trascurando gli affetti più cari, ho sentito vicino la gente, la mia squadra, le persone. Ricorderò ogni volto, tutto è impresso nella mia memoria. Non porterò rancore per qualche piccola persona che si è offerta al mercato della politica affaristica per tre soldi. Si passa alla storia per i valori che si posseggono, che non si comprano al mercato, si rimane invece omuncoli se si va con il cappello in mano per salire sul carro del potere per il potere” ha scritto De Magistris, in riferimento ai cambi di casacca di suoi assessori e di consiglieri comunali di “Dema“.

Concludendo “Sono orgoglioso di aver tenuto Napoli con la schiena dritta e lo sguardo fiero e tenace. Non abbiamo mai mollato contro ostacoli enormi e insidiosissimi, abbiamo tenuto fuori il Sistema rendendo Napoli, ereditata oppressa da debiti, malaffare, rifiuti e rassegnazione, una città, pur tra mille problemi, che ha ritrovato la sua dignità nazionale ed internazionale, soprattutto grazie ai suoi abitanti, alla cultura, al turismo ed alla fantasia e capacità di un popolo che nessuno mai potrà soggiogare“.

Attualità

ZTL a Marechiaro: il Comune revoca la proroga e si scatena il caos

Pubblicato

il

NAPOLI – Il Comune di Napoli nella settimana appena trascorsa aveva prorogato fino al 30 di ottobre la Ztl a Marechiaro.

Esigenza dovuta all’importante caos registrato negli ultimi tempi dovuto non solo alla viabilità dei residenti, ma di tutti coloro siano intenzionati ad accedere alle spiagge della zona posillipina.

Nonostante i primi risultati positivi, la proroga è stata ritirata ed appena le telecamere dei varchi elettronici sono state spente (normalmente tale azione sarebbe stata effettuata il 20 del mese di settembre) i passaggi sono stati presi di mira dai cittadini che si sono recati nella zona in numerosi.

Tale è stata la calca che la Questura di Napoli la scorsa settimana ha chiesto al Comune di riattivare la Ztl nel weekend e prorogarla fino al mese prossimo, precisamente al 30 ottobre. Data giustificata anche dalle previsioni meteo che si registrano favorevoli sino a tale giorno.

Il Municipio, però, come detto, prima ha pubblicato l’ordinanza per riattivare la Ztl a partire da sabato 25 settembre, poi, dopo 4 giorni, l’ha revocata, perché la segnaletica e i cartelli che sono presenti in zona non sono stati aggiornati con le nuove date e avrebbero potuto trarre in inganno gli automobilisti e perché vanno riprogrammate anche le telecamere del varco elettronico.

Non si contano i tentativi dei napoletani di aggirare le telecamere, ad agosto sono stati ripresi addirittura con le mascherine anti-Covid sulle targhe degli scooter.

“Problematiche di rilevante congestione da traffico veicolare e sovraffollamenti nel tratto di Via Marechiaro connessi al considerevole flusso di persone e veicoli privati durante il decorso fine settimana che ha determinato ripercussioni sulla viabilità dell’intera zona”.

Questo quanto espresso dal Comune di Napoli, intenzionato ad adottare provvedimenti importanti per multare gli inosservanti delle regole.

Continua a leggere

Campania

La confessione dell’assassino del Bambino

Pubblicato

il

A un tratto l’ho preso in braccio e sono uscito fuori dal balcone. Giunto all’esterno con il bambino tra le braccia, mi sono sporto a ho lasciato cadere il piccolo”.  Queste sono le parole di Mariano Cannio il 38enne per il quale oggi i giudici hanno confermato il fermo per l’omicidio del piccolo Samuele, il bimbo di 4 anni morto dopo la caduta dal balcone di casa a via Foria.

Ho immediatamente udito delle urla – ha aggiunto Cannio – e mi sono spaventato consapevole di essere la causa di quello che stava accadendo”. A mettere i brividi è però un’ulteriore dichiarazione: “Sono andato a mangiare una pizza nella Sanità”.

Ora per il 38enne i legali potrebbero chiedere verifiche psichiatriche, per stabilire cioè se fosse capace di intendere e volere al momento dell’incidente e se sia una persona socialmente pericolosa. 

Continua a leggere

Città

Ladri di scooter scatenati a Pianura

Pubblicato

il

E’ emergenza microcriminalità nel quartiere Pianura a Napoli. La segnalazione arriva dai residenti che hanno sottolineato come, nell’ultima settimana, i furti siano in pericoloso aumento. Il fenomeno, stando a quanto da loro raccontato, riguarderebbe soprattutto la ‘sparizione’ di scooter, spesso parcheggiati in strada e quindi facile preda per i delinquenti.

 Nell’ultimo periodo, infatti, l’omicidio terrificante di una donna da parte del figlio ed un suicidio di un giovane con un colpo di pistola. Ora la serenità dei residenti è minata anche dai continui furti che rendono le notti di tutti decisamente meno tranquille.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante