Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. 9 misure cautelari per spaccio tra Spezia e Napoli

Pubblicato

il

Quattro custodie cautelari notificate in carcere, una agli arresti domiciliari, un obbligo di dimora e tre obblighi di presentazione quotidiana alla pg: è questo il risultato di un’operazione antidroga portata a termine dalla Squadra Mobile e le Volanti della questura di Spezia in collaborazione con la squadra mobile di Napoli.
    I quattro destinatari delle misure cautelari notificate erano già stati arrestati, in flagranza di reato, per singoli episodi di spaccio.

Nel febbraio 2021, gli investigatori della Squadra Mobile hanno concentrato le proprie attenzioni su una coppia di italiani residenti ad Arcola, una donna di 55 anni e il suo convivente di 45 sospettati di gestire un traffico di stupefacenti a Spezia. Le indagini hanno permesso di accertare che la coppia aveva disponibilità di eroina e cocaina di ottima qualità che era in grado di reperire da diversi canali di approvvigionamento per poi spacciare a una clientela fidelizzata. Tra i clienti più assidui, tutti cittadini italiani, alcuni erano pusher.
    Durante le indagini sono stati sequestrati oltre due etti e mezzo di eroina e cocaina. Un primo canale di approvvigionamento era rappresentato da un uomo di 34 anni, campano di 34 anni, arrestato il 7 aprile scorso prima che consegnasse alla coppia oltre un etto tra cocaina ed eroina. A fornirgli la droga un altro uomo residente vicino a Napoli incensurato. Dopo l’arresto del corriere campano, la coppia spezzina ha trovato uin altro fornitore, un cittadino tunisino arrestato il 9 aprile scorso poi un secondo maghrebino arrestato anch’esso. La donna è stata posta ai domiciliari con il braccialetto elettronico mentre il suo compagno e i due stranieri sono stati trasferiti in carcere.
    Contemporaneamente la Squadra Mobile di Napoli ha eseguito a Casalnuovo di Napoli la misura della custodia cautelare in carcere per il fornitore campano notificando al suo complice che aveva svolto il ruolo di ‘corriere’ la misura dell’obbligo di dimora ad Afragola (Napoli).

(ANSA)

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Tragedia in ospedale, trovati due operai morti congelati in un deposito di azoto

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta presso l’ospedale Humanitas a Pieve Emanuele, nel milanese, dove due operai, sono stati trovati morti all’interno di un deposito di azoto. A dare la notizia, i Vigili del Fuoco, che riferiscono di come due lavoratori di una ditta esterna, siano deceduti a causa di ustioni da congelamento. Tuttavia, le cause, sono in via di accertamento. Sul posto, il personale del 118, i Vigili del Fuoco, i carabinieri e la Polizia locale.

Continua a leggere

Cronaca

Caserta. Vigilessa indagata: avrebbe sottratto 54mila euro dai pagamenti delle multe

Pubblicato

il

NAPOLI – La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha firmato l’atto di conclusione delle indagini e ora l’agente della Polizia Municipale di Maddaloni rischia il processo.

L’ipotesi di reato è quella di falso in atto pubblico. Il Comune ha comunicato che si costituirà parte civile in un eventuale procedimento ai danni della donna.

Stando alle ricostruzioni, la vigilessa si sarebbe infiltrata nel sistema informatico del Comune per modificare le ricevute di pagamento, intascando così i soldi.

I cittadini ignari, credevano di aver saldato il loro debito con l’Amministrazione comunale, mentre l’agente della Municipale riceveva il loro denaro. La donna ora rischia di finire sotto processo.

Continua a leggere

Cronaca

Sorrento: turisti inglesi ubriachi bloccano il treno della circumvesuviana

Pubblicato

il

NAPOLI – Nella serata di ieri un gruppo di turisti inglesi avrebbe bloccato il passaggio di un treno della circumvesuviana a Sorrento. I fatti sono stati raccontati in prima persona da Umberto De Gregorio, Presidente dell’Eav, sui social.

Ieri sera – spiega il presidente – si viene contattati da un capotreno fermo alla stazione di Sorrento che ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine in quanto un gruppo di turisti inglesi in stato di ebrezza stava recando disagio all’interno del treno“.

Abbiamo contattato quindi i Carabinieri preposti alla zona – prosegue – i quali hanno assicurato di inviare in loco una pattuglia. Poco dopo il capotreno riferisce che i Carabinieri giunti in stazione hanno provveduto a risalire alle persone su indicate, gli stessi sono stati allontanati dal treno che ha potuto finalmente partire” .

I turisti sono stati trattenuti in stazione dai Carabinieri per ulteriori controlli e poi trasportati in caserma in stato di fermo.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante