Resta sintonizzato

Cronaca

La tragedia. Padre e figlia muoiono in moto: localizzati dalla moglie con un’App

Pubblicato

il

Erano usciti in moto insieme, sono morti in un tragico incidente. A trovarli, padre e figlia, prima dell’arrivo dei soccorsi, è stata la moglie, Patrizia Scurria.

Preoccupata per il ritardo, ha utilizzato un’app e li ha localizzati con il Gps. Sandro Prada, 51 anni, e la figlia Elisa, 13, erano, ormai senza vita, in un bosco a Nogarè (Trento), sulla provinciale 83: a una curva a gomito la moto è uscita di strada. Per padre e figlia non c’è stato scampo.

La donna si è allarmata perché il marito e la figlia non rispondevano al telefono e ha così utilizzato un’app installata sullo smartphone della 13enne che consente di localizzare il cellulare della persona cercata. Con l’altra figlia si è precipitata sul luogo individuato, a pochi chilometri da casa, a Pergine Valsugana.

Il Gps indicava una località lungo la strada che scende dall’altopiano di Piné, a valle del bivio per San Mauro.

Era lì che la moto, una Motron Motard X125 acquistata da poco dal marito, era uscita di strada, forse per un malore dell’uomo o forse per l’eccessiva velocità. Il veicolo ha invaso la corsia opposta ed è volata nel bosco sottostante.

Nessun testimone ha assistito all’incidente. I corpi di padre e figlia, lontani dalla strada, sono quindi rimasti nel bosco finché non è arrivata la moglie, con l’altra figlia della coppia.

I soccorsi sono arrivati solo successivamente, quando una guardia forestale di passaggio ha notato dei fari in lontananza, nel bosco.

Tra gli alberi c’erano le due donne che vegliavano sui corpi senza vita di Sandro ed Elisa.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Campania, basket casertano in lutto: è morto a 20 anni l’ex arbitro Farro

Pubblicato

il

Lutto nel mondo della Pallacanestro casertana, vista la prematura scomparsa di Domenico Farro, 20enne ex arbitro e studente modello. In particolare, il giovane, è morto sabato mattina, gettando nel più totale sconforto l’intera comunità. Numerosi i messaggi di cordoglio sul web, tra cui quello della FIP Campania, che ha così dichiarato: “Oggi, ci ha lasciato Domenico Farro, sempre orgoglioso nell’indossare quella divisa da arbitro che tanta gioia gli ha trasmesso (ma soprattutto ci ha trasmesso) ed ancor più fiero, di far parte del nostro gruppo arbitri gap Caserta”.

Anche il Gruppo Arbitri Pallacanestro di Caserta, ha voluto ricordarlo con un pensiero: “Oggi, ci ha lasciato Domenico Farro, sempre orgoglioso nell’indossare quella divisa da arbitro che tanta gioia gli ha trasmesso (ma soprattutto ci ha trasmesso) ed ancor più fiero, di far parte del nostro gruppo arbitri. Un ragazzo unico e speciale. Da oggi, fischierà da lassù anche per noi. Tutti gli arbitri, Udc e tesserati del gruppo Arbitri Pallacanestro Caserta, si uniscono e si stringono con affetto al dolore della famiglia Farro/Gentile”.

Continua a leggere

Cronaca

Emanuele Impellizzeri si è tolto la vita in carcere: era accusato dell’omicidio di Chiara Ugolini

Pubblicato

il

Tragedia in carcere a Verona, dove nelle prime ore del mattino, è morto Emanuele Impellizzeri, 38 anni, arrestato con l’accusa di omicidio il 5 settembre scorso. In particolare, l’uomo, avrebbe ucciso Chiara Ugolini, 27 anni, nell’appartamento che condivideva con il compagno a Calmasino di Bardolino, nel Veronese. La scoperta del suicidio, risale alle ore 5.30.

Continua a leggere

Cronaca

Lutto a Napoli, è morto Padre Vincenzo Sibilio: era stato parroco della chiesa del Gesù Nuovo

Pubblicato

il

Lutto nella chiesa napoletana per la morte di Padre Vincenzo Sibilio, 76enne già parroco della chiesa del Gesù Nuovo e guida spirituale per tante generazioni. Il gesuita Antonio Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica, lo ha voluto così ricordare: “Dedico il Premio Naxos, ricevuto oggi, alla memoria di p. Vincenzo Sibilio, gesuita, che oggi ha lasciato questa terra. Uomo sempre coinvolto in prima linea, paterno, di grande impegno di fede, sociale e culturale. Un uomo vero. Che arrivava sempre prima. E che mi aveva capito”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante