Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Controlli nelle zone della Movida: nei guai un ragazzo in giro con un tirapugni

Pubblicato

il

I Carabinieri della Compagnia Napoli Centro, nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli, hanno effettuato un servizio a largo raggio nei Quartieri Spagnoli e a Chiaia.

Controllati 51 veicoli e 81 persone, di queste 25 sono pregiudicate, identificate. Sono 10 i sottoposti a misure limitative della libertà personale ai quali i militari hanno fatto “visita” durante la notte per verificare la loro effettiva presenza in casa.

Sono state denunciate 6 persone. I carabinieri del Nucleo Operativo hanno denunciato per porto abusivo di tirapugni un ragazzo che è stato trovato in possesso dell’arma nei pressi di alcuni locali.

I carabinieri della stazione Napoli San Giuseppe hanno denunciato un uomo per soggiorno irregolare nel territorio nazionale mentre i Carabinieri dei Quartieri Spagnoli hanno denunciato 3 parcheggiatori abusivi.

Una persona è stata denunciata perché trovata alla guida dai Carabinieri della Stazione di Chiaia nonostante non avesse mai conseguito la patente.

Durante le operazioni, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una pistola a salve, priva di tappo rosso, nascosta all’interno di un vano per i contatori elettrici di un condominio di via Cesare D’Engenio.

I Militari sono stati impegnati anche nei controlli agli esercizi commerciali ed in particolare alle attività aperte la sera per la movida.

Tra i diversi locali controllati sono 3 quelli che sono stati sanzionati. Si tratta di bar o wine-bar in piazza Giulio Rodinò. I Carabinieri hanno accertato diverse irregolarità, sia amministrative che penali, per il mancato rispetto del protocollo anti contagio da covid-19 e per inosservanze della normativa sull’impiego di lavoratori “in nero”. Due di queste imprese sono state anche sospese.

Non sono mancati i controlli al codice della strada e diverse sono le sanzioni: 3 per mancanza di documenti di circolazione e guida, 3 per guida senza casco, 2 per mancata revisione e 1 per guida senza patente.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

Muore Mimmo Maione per Covid

Pubblicato

il

Mimmo Maione muore per covid lo stimato Os presso l’Ospedale del Mare a Napoli. Ha perso la sua battaglia, come tanti, purtroppo, che si sono trovati da vicino a combattere contro questo assurdo e terribile virus.

La sua figura era molto conosciuta nel ambito ospedaliero Tra questi, quello dell’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate e di una collega, Carla, che lo ha ricordato con parole commoventi.

“Abbiamo lavorato, ma tanto – dice  – ci siamo divertiti, ma tanto, ci siamo rispettati, tantissimo, e adesso che fai? Mimmo un dolore nel cuore, sei stato una persona per bene ed un grande lavoratore sfido chiunque a dire il contrario. Riposa in pace amico di tutti e non posso fare altro che dirottare la mia rabbia su questo maledetto Covid”.

Continua a leggere

Campania

Ricatta per essere pagato dopo un incontro sessuale

Pubblicato

il

Si erano conosciuti su un sito web lui 45 anni e l altro 17 si erano appartati e fare sesso poi la minaccia improvvisa di uno dei due “Se non mi paghi racconto tutto a chi ti conosce” è stata una vera e propria minaccia voleva dei soldi per tenere la bocca chiusa.

Il 46 enne però non si è perso d’animo e ha denunciato tutto ai carabinieri della stazione di Pontecagnano, in provincia di Salerno. il 17 enne era solito modus operandi ben radicato: era solito incontrare le sue vittime, metterle a loro agio e poi ricattarle chiedendo dei soldi.

Inoltre hanno accertato che il 17 enne aveva in passato adescato dei ragazzini più piccoli per indurli alla prostituzione. Questa volta, però, gli è andata male e per lui sono scattate le manette ed il collocamento in comunità in esecuzione di un ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal gip del Tribunale dei Minorenni di Salerno.

Continua a leggere

Campania

28 enne armato da un martello di frangivetro

Pubblicato

il

Gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato durante il servizio di controllo del territorio mentre erano in transito in via San Giovanni a Carbonara hanno notato un uomo che a loro vista si è disfatto di un martello frangivetro e si è dato alla fuga fin quando non è stato raggiunto e fermato.

L’uomo, era Mirko Di Napoli, 28enne napoletano, era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, sostitutiva degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Napoli il 14 settembre poiché il giorno precedente aveva violato gli arresti domiciliari cui era sottoposto per reati contro il patrimonio; inoltre, è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale e possesso ingiustificato di grimaldelli.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante