Resta sintonizzato

Cronaca

Grana Padano e Mozzarella di Bufala Dop falsi venduti nei supermercati: la scoperta dei Carabinieri

Pubblicato

il

Formaggio scadente venduto al supermercato come Grana Padano Dop nel Napoletano e Mozzarella generica spacciata per mozzarella di Bufala Campana Dop nel Nord Italia.

Sono alcuni dei casi scoperti dai Reparti del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare nell’ambito di controlli sui marchi di qualità, sui prodotti agroalimentari a denominazione di origine e indicazioni geografiche protette (dop e igp), condotti in tutt’Italia, tra botteghe, supermercati e caseifici.

Come riporta Fanpage.it, in provincia di Napoli, unitamente agli Agenti Vigilatori del Consorzio di Tutela del Grana Padano, sono state svolte verifiche presso diversi supermercati, che hanno portato al sequestro di 60 chilogrammi di formaggio stagionato, per un valore di circa 650 euro, falsamente etichettato e venduto come Grana Padano DOP.

Controlli da parte dei militari del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare in tutta Italia: a Cremona è stato diffidato il titolare di un caseificio per aver fatto riferimento alla Mozzarella di Bufala Campana DOP sul sito internet aziendale, in violazione alla normativa sull’etichettatura; in provincia di Novara il titolare di un caseificio è stato diffidato in quanto, nella propria attività, erano presenti cartelli pubblicitari e prezziario che evocavano la Mozzarella di Bufala Campana DOP e il Pane di Altamura DOP, senza averne titolo. Inoltre è stato sanzionato per la mancata iscrizione al sistema di tracciamento del latte bufalino; infine a Parma sono state denunciate tre persone poiché utilizzavano, nella produzione dei gelati, nocciole e limoni “convenzionali” anziché quelli a marchio di qualità, Nocciola di Piemonte IGP e Limone di Sorrento IGP, come invece dichiarato nei cartelli esposti al pubblico.

Cronaca

Napoli, donna minacciata e derubata in strada: in manette 36enne guineano

Pubblicato

il

Gli agenti del Commissariato Decumani sono intervenuti ieri mattina in piazza Bovio per la segnalazione di una rapina.

Secondo le prime informazioni, una donna sarebbe stata prima fermata e poi minacciata con un coltello da un uomo, il quale dopo avergli sottratto il marsupio è scappato a piedi. A quel punto, i poliziotti accorsi sul posto hanno rintracciato il ladro in piazzetta Teodoro Monticelli, riuscendo a bloccarlo nonostante le sue resistenze.

Pertanto, egli è stato identificato in un 36enne guineano con precedenti di Polizia, arrestato per rapina e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia a Prima Porta, madre e figlio trovati morti in casa: la situazione

Pubblicato

il

Tragico ritrovamento avvenuto questa mattina a Prima Porta, frazione di Roma, dove sono stati rinvenuti i cadaveri di una donna di 94 anni e suo figlio di 61 anni.

Pertanto, i due sono stati trovati morti all’interno della loro abitazione in via del Labaro, scoperti dai poliziotti del Commissariato Flaminio. In particolare, l’uomo si trovava a terra mentre la donna sul letto, a cui era appoggiato anche un fucile.

Sul posto, sono intervenuti i poliziotti della Squadra Mobile e la Polizia Scientifica, ora al lavoro per risalire all’esatta dinamica della vicenda.

Continua a leggere

Cronaca

Lutto a Giugliano, Crescenzo muore stroncato da un tumore: aveva 59 anni

Pubblicato

il

Dolore e lacrime a Giugliano per la scomparsa di Crescenzo Pacilio, dipendente della Tecknoservice stroncato da un tumore a 59 anni. Lascia la moglie e due figli.

Pertanto, la notizia della sua scomparsa sta facendo il giro della città, gettando nello sconforto l’intera comunità, che lo ha ricordato con numerosi messaggi di cordoglio sui social, poiché egli era molto apprezzato e conosciuto da tutti, avendo lavorato oltre che nell’azienda di raccolta rifiuti anche nella GLF, operante nel settore ortofrutticolo.

I suoi funerali si terranno domani 30 marzo alle ore 11:30, presso il Santuario dell’Annunziata a Giugliano.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy