Resta sintonizzato

Coronavirus

Lutto nel napoletano: Francesco muore per Covid a 32 anni

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta qualche giorno fa all’ospedale Cotugno, dove Francesco Sorianiello, 32enne di Ponticelli, quartiere di Napoli, è deceduto a causa del Covid. In particolare, l’uomo, è stato contagiato dalla variante Delta del virus, favorita dal fatto che, non aveva potuto vaccinarsi, a causa di ritardi burocratici dell’Asl di Afragola. A spiegarlo, è stata la moglie di Francesco, che ha così precisato:

Se mio marito non era vaccinato, devo ringraziare l’Asl di Afragola, che per ricevere una tessera sanitaria, ci ha fatto aspettare un mese. Mio marito, non è tornato da nessuna vacanza, semplicemente lavorava per dar da mangiare a suo figlio. Se mio marito non è sopravvissuto, è perché c‘è una malasanità che nessuno immagina. Ho chiamato il 118 ben 7 volte, mi dicevano che stava bene, che era ansioso, che aveva bisogno di calmanti. L’hanno lasciato a casa da solo, lo hanno fatto aggravare giorno dopo giorno. Quindi, se mio marito oggi non c’è più e se mio figlio, è costretto a crescere senza la figura di un padre, la colpa è di coloro che non sanno svolgere il loro lavoro“.

Sempre la moglie, ha affidato il ricordo del marito, a questo commovente post sui social:

Il mio cuore si è fermato insieme al tuo, tutti mi dicono che devo essere forte, che devo farlo per Enrico, ma come faccio se la mia forza eri tu? Aspetto ancora una chiamata dall’ospedale, dove mi dicono che non ti sei arreso….che tornerai da me… Ti prometto solo una cosa, amore mio, parlerò al nostro cucciolo di te ogni istante, gli racconterò di quanto eri buono, altruista, del cuore grande che avevi; gli racconterò di questi 18 anni, in cui mi hai reso la donna più felice del mondo, farò tutto il possibile per non fargli mancare nulla. Ma ti prego, dammi la forza, guidaci dall’alto, perché io senza te non vivo più“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coronavirus

Campania, matrimonio con contagio: sono 25 le persone positive al Covid

Pubblicato

il

Focolaio Covid ad un matrimonio. Questo è quanto accaduto ad Avella, in Irpinia, dove a seguito di controlli, sono risultate contagiate 25 persone. Pertanto, il sindaco Domenico Biancardi, ha disposto la quarantena per tutti i contagiati e per i loro familiari. L’obiettivo principale, è quello di evitare che il focolaio possa espandersi, con il rischio di finire fuori controllo.

Continua a leggere

Campania

Aggiornamenti Covid in Campania

Pubblicato

il

Sono 198, in Campania, i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore su 6542 test. Come ogni fine settimana, quando diminuisce il numero dei test, aumenta il tasso di incidenza che passa dal 2,’2% al 3,02%.

Sette i decessi; 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri. In merito alla situazione negli ospedali, calano leggermente i ricoveri in terapia intensiva (-2), e anche in degenza (-5).

Continua a leggere

Campania

Partita la somministrazione delle terze dosi

Pubblicato

il

“Abbiamo messo in campo l’impegno massimo per l’avvio a Napoli della somministrazione della terza dose. Sono aperti tutti i nostri centri per somministrarla seguendo le condizioni della circolare ministeriale, ci aspettiamo risultati importanti già questa settimana”.

Così spiega Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli che avvierà la somministrazione della terza dose di vaccino anti covid partita questa mattina secondo la Circolare del Ministero della Salute del 14 settembre. Le dosi vengono somministrate senza prenotazione ai Centri Vaccinali di Mostra d’Oltremare, Stazione Marittima, sull’Isola di Capri e nei Distretti Sanitari di base. L’ Asl sta preparando la somministrazione della terza dose nelle Rsa di Napoli.

Spiega Verdoliva: “Aspettiamo la circolare su questo dal ministero per queste dosi ma siamo già pronti. Il giorno dopo partiremo, perché abbiamo già provveduto a compilare gli elenchi dei soggetti da vaccinare in base ai tempi di somministrazione della seconda dose, si parte da tutti coloro che l’hanno ricevuta da sei mesi. Abbiamo verificato i dati di questo ultimo week end e e confrontandoli con il week end precedente non vediamo una reazione, un forte aumento di accessi. Auspichiamo che arrivi nei prossimi giorni”.

Al momento la popolazione è 3.505.885 che ha somministrato la terza dose

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante