Resta sintonizzato

Avellino

Avellino: cellulari ai detenuti con il drone

Pubblicato

il

Dieci microcellulari sei sim card e cavetti di alimentazione “recapitati” all’interno del carcere di Avellino addirittura si utilizza il drone.  E’ quanto accaduto nella casa circondariale di Avellino.

Questo accaduto lo rende noto il segretario generale del Sappe, Donato Capece. Questa notizia è avvenuta sabato scorso ma scoperta solo oggi per indagini investigative ed è stata fatta dagli agenti del Nucleo operativo traduzioni che hanno individuato un involucro perfettamente confezionato nell’area dell’istituto penitenziario. Nel recente passato sono stati sequestrati dei microcellulari destinati a detenuti  all’interno di palloni da calcio lanciati dall’esterno.

Così commenta il segretario del sindacato autonomo: “Si ripropone la delicata e attuale questione del controllo sul sorvolo dei droni in prossimità degli istituti penitenziari, ma anche per utilizzarli a beneficio della sicurezza e dei controlli da parte degli agenti”.

Poi aggiunge anche Donato Capece: “Sarebbe opportuno pensare alla costituzione di un Nucleo di poliziotti penitenziari specializzati ed esperti nell’utilizzo e nella gestione dei droni in ottica preventiva e dissuasiva oltre a fornire un valido aiuto in caso di evasione per rilevare e monitorare con tempestività ampi spazi”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avellino

Gesualdo, 16enne si spara con un colpo di pistola: ricoverato in gravi condizioni

Pubblicato

il

A Gesualdo, in provincia di Avellino, un 16enne è giunto al Pronto Soccorso dell’ospedale Moscati in seguito ad un colpo di pistola che lo ha raggiunto all’altezza della tempia.

Per ora gli inquirenti non escludono nessuna pista: si pensa ad un incidente, ma non si esclude la pista del tentato suicidio. La pistola usata sarebbe di proprietà della madre del ragazzo, ex dipendente della Polizia municipale di Gesualdo.

Attualmente il ragazzo è ricoverato in gravi condizioni.

Continua a leggere

Avellino

Campania, ha segregato e legato la figlia in casa per anni: arrestata madre

Pubblicato

il

Questa mattina i carabinieri hanno arrestato una donna di 47 anni ad Aiello del Sabato, in provincia di Avellino, per aver segregato la figlia di 20 anni in casa, legandole mani e piedi e chiudendola in una stanza per non farla scappare. La denuncia è partita da una sorella diciottenne della vittima. A riportare la notizia è l’Ansa.

Le ragazze sono state trasferite in una struttura protetta, mentre quattro fratelli minorenni sono stati portati in una casa famiglia di Avellino. Il padre è stato denunciato e allontanato con divieto di avvicinarsi agli otto figli. La ragazza si trova in buone condizioni di salute.

Continua a leggere

Avellino

Grottaminarda, bimbo di dieci anni azzannato da un cane

Pubblicato

il

Grottaminarda, un bambino di 10 anni è stato azzannato da un cane: stava giocando con i suoi cuccioli. Attualmente il bimbo è ricoverato al Santobono di Napoli ma non è in pericolo di vita.

Il bimbo è stato prima ricoverato al Frangipane di Ariano Irpino e poi trasferito al Santobono. Le ferite sono state definite dai medici “serie” sulle braccia, dove il cane lo ha azzannato.

L’episodio è avvenuto nel giardino di casa di alcuni amici dei genitori. Sulla dinamica dell’episodio stanno indagando i carabinieri, che hanno attivato anche i medici veterinari dell’Asl per controllare l’animale.

Il piccolo ha portato le braccia al volto per proteggersi e questo gli ha evitato ferite più gravi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante