Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli, violenta esplosione nel cortile di un condominio: i particolari

Pubblicato

il

Attimi di paura a Ponticelli, dove nella serata di ieri, è stato esploso un ordigno, indirizzato all’esponente di un clan di Camorra. A dare la notizia, è stato il ‘Comitato di liberazione della Camorra’, che ha così reso noto tramite Facebook:

Sappiamo che, la battaglia per liberare Ponticelli dall’arroganza e protervia della Camorra, è lunga. L’ordigno esploso ieri sera, nel cortile di un condominio in via Piscettaro contro l’abitazione di un esponente del clan De Micco, è purtroppo l’ennesima conferma. La deflagrazione, ha infranto i vetri anche di un’altra abitazione ed alcune schegge, hanno colpito una mamma e un bambino. Siamo preoccupati, perché nella periferia Est di Napoli, le strade, i rioni e i cortili, continuano ad essere campi di battaglia. L’ennesimo attentato dinamitardo, è avvenuto a 50 metri da dove sorge il monumento per le vittime innocenti dell’agguato del 11 novembre del 1989, quando una paranza di killer, fece fuoco all’esterno del bar gelateria Sayonara. Il ‘Comitato di liberazione dalla camorra’, ancora una volta, sottolinea l’importanza di tenere accesi i riflettori sui quartieri di Ponticelli, San Giovanni a Teduccio e Barra. Al terrore camorrista, continuiamo a rispondere con la mobilitazione e le iniziative messe in campo in questi mesi con associazioni, cooperative, volontariato, comitati, scuola e chiesa. Il nostro appello, lo rivolgiamo alle istituzioni e alle forze dell’ordine, affinché oltre a mettere in sicurezza il territorio, si costruiscano vere e concrete opportunità per dare un’alternativa di vita”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Donna picchiata per non aver ricambiato un saluto: 31enne in manette

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di San Gennaro Vesuviano, hanno tratto in arresto per lesioni personali e violazione di domicilio, un 31enne ucraino. Secondo le prime informazioni, l’uomo è entrato nell’abitazione di una sua connazionale, con l’obiettivo di picchiarla brutalmente. Infatti, pare che la donna, fosse colpevole di non aver ricambiato il saluto del 31enne, quando si sono incrociati nell’androne. A quel punto, sono intervenuti gli agenti, che hanno bloccato e arrestato l’uomo, che è ora in carcere in attesa di giudizio. La donna invece, con il volto tumefatto, ha subito lesioni guaribili in 15 giorni.

Continua a leggere

Cronaca

Follia in casa, tenta di uccidere il padre cospargendo le sue coperte di alcol: arrestato

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia, hanno tratto in arresto un 58enne del posto per maltrattamenti in famiglia e tentato omicidio. In particolare, l’uomo ha picchiato il padre 89enne, affetto da problemi di deambulazione e costretto a letto, colpendolo più volte con la sua stessa stampella, per poi tentare di strozzarlo. Tuttavia, l’anziano, con le ultime energie rimastegli, è riuscito ad evitare il peggio. Ma il figlio, non contento, ha cosparso di alcol etilico le coperte del padre, per dargli fuoco con l’accendino, salvo poi fermarsi per l’appello disperato della madre.

Pertanto, l’altro figlio della coppia, una volta rientrato a casa, ha subito allertato i carabinieri, i quali hanno arrestato il 58enne, trasportandolo in carcere in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Cronaca

Lacrime e dolore per la morte di Raffaella, scomparsa a soli 3 anni

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta nel pomeriggio di ieri a San Cipriano d’Aversa, nel Casertano, dove Raffaella, bimba di soli 3 anni, è morta all’improvviso. In particolare, la piccola, già nelle scorse settimane, aveva accusato problemi di salute che sembravano risolti. Poi, nella mattinata di ieri, il trasporto presso l’ospedale Santobono di Napoli, laddove è deceduta.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante