Resta sintonizzato

Cronaca

Migliorano le condizioni del miracolato Luigi Cascella, ma non quelle degli ospedali

Pubblicato

il

NAPOLI – Migliorano le condizioni di Luigi Cascella gemello del noto Giuseppe, pittore di fama internazionale e stimato attore di numerosi film e serie televisive.


Il signor Luigi, già ricoverato nel reparto di ortopedia dell’ospedale di Nocera Inferiore “Umberto I”, per una frattura al piede, pochi giorni or sono, è entrato nel montacarichi, con due operatori sanitari, per essere trasferito in altro reparto e sottoporsi a esame radiografico.

Chiuse le porte automaticamente, il montacarichi ha iniziato a prendere velocità per poi frenare bruscamente al piano interrato. A quel punto le porte rimanevano chiuse e veniva azionato l’allarme.

I soccorritori le hanno aperte e fatto uscire il paziente e gli operatori sanitari che lo accompagnavano. Luigi Cascella atterrito, ha attribuito quel precipitare del montacarichi, ad una improvvisa e forte scossa di terremoto. Un tragico incidente accaduto in un ospedale. Luogo in cui si va per curarsi. Per una mera fatalità l’evento non ha avuto più drammatiche conseguenze.

“Solo un grosso spavento” qualcuno ha detto. Il paziente intanto a distanza di alcuni giorni dall’accaduto, ancora ne serba viva memoria. Ci ha confidato che non riesce a dormire da allora e che non chiude le porte, dietro di sé, in ambienti stretti. Ha problemi fisici a cui si sono aggiunti quelli di natura psicologica.

E’ vero che sarebbe potuto andare molto peggio, ma di certo qualcosa di molto grave è accaduto! Ora ci si aspetta di sapere di chi è la responsabilità e soprattutto se si porrà rimedio quanto prima, per evitare anche il disagio che già regna in quel reparto, da tempo, per personale insufficiente.


Il sig. Luigi non metterà più piede in un ascensore, così ci ha detto, ma probabilmente è solo uno sfogo, certamente non si sentirà più così sicuro neanche in ospedale!

Il fratello Giuseppe, denominato “il Pittore dei VIP”, si è rammaricato per quanto accaduto ma ha anche manifestato la sua tristezza per le condizioni in cui versa l’ospedale Umberto I. Poi ci ha detto: “spero provvedano immediatamente ad attivare quella manutenzione necessaria a garantire sicurezza a quanti già sono, evidentemente, in una condizione di sofferenza“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Impatto quasi fatale per un 14enne: grave in ospedale

Pubblicato

il

Violento scontro tra auto avvenuto nel pomeriggio di ieri nel quartiere di Secondigliano a Napoli. In particolare, un 14enne, è stato ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Cardarelli. Secondo le prime informazioni, l’impatto, ha avuto luogo tra il giovane, che era a bordo di uno scooter e un’auto di grossa cilindrata, guidata da una 27enne.

Sul posto, sono intervenuti gli uomini della Municipale e i sanitari del 118. Tuttavia, resta da chiarire la dinamica dell’incidente. Seguiranno aggiornamenti!

Continua a leggere

Cronaca

Partecipò al programma “4 Ristoranti”: trovato morto davanti al suo locale

Pubblicato

il

Dramma avvenuto nel Sud della Sardegna, dove Alessio Madeddu, 51enne cuoco di Teulada, il cui cadavere, è stato ritrovato davanti al suo locale a Porto Budello. La vittima, era diventato famoso per aver partecipato al programma “4 Ristoranti” con Alessandro Borghese, balzando alle cronache anche per aver aggredito con una ruspa i carabinieri, la sera del 2 novembre 2020, gesto per il quale era stato condannato per tentato omicidio.

Secondo quanto ricostruito, l’uomo, sarebbe stato colpito ripetutamente da un’arma da taglio. Indagano i carabinieri del Comando Provinciale di Cagliari e della Compagnia di Carbonia.

Continua a leggere

Cronaca

Rapina in un bar, arrestato per il coraggio del titolare: è caccia al complice

Pubblicato

il

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Caserta, hanno tratto in arresto nella serata di ieri, un 54enne di Marcianise per rapina aggravata in concorso. L’episodio, è avvenuto all’interno di un bar a San Nicola La Strada, dove un uomo dal volto parzialmente coperto e armato di pistola, ha fatto irruzione insieme ad un altro complice, nell’esercizio commerciale sito in sulla via Appia. Poi, sotto minaccia, si è fatto consegnare l’incasso, anche se il titolare ha reagito, ingaggiando una colluttazione con il malvivente, il quale per intimidirlo, ha esploso alcuni colpi di pistola a scopo intimidatorio.

Pertanto, il titolare, è rimasto lievemente ferito alla mano e il rapinatore, è stato poi bloccato dagli agenti accorsi sul posto. Sequestrati un cappello, una pistola a salve e tre bossoli. Tuttavia, il complice, è riuscito a scappare con il bottino ed è ora ricercato dai carabinieri. Invece, l’arrestato, è stato tradotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante