Resta sintonizzato

Salute

Inizia la Settimana Nazionale della Dislessia

Pubblicato

il

NAPOLI – Il 4 ottobre apre la Settimana Nazionale della Dislessia, uno dei quattro Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA).

Di dislessia si parla poco e, a volte, in modo improprio. Non si tratta di una malattia o di una sindrome, bensì di un disturbo della lettura che si manifesta con una difficoltà nella comprensione di un testo. O meglio ancora, come chiarisce Andrea Novelli, Presidente dell’ Associazione Nazionale Dislessia (AID), “la dislessia è una caratteristica, una neurodiversità”. Non essendo una patologia, dalla dislessia non si guarisce: esistono dei percorsi riabilitativi e degli strumenti compensativi che consentono alle persone dislessiche di apprendere senza problemi e, in alcuni casi, di trasformare questo “ostacolo” in un punto di forza.

La dislessia ha un’origine neurobiologica, ma il contesto scolastico e familiare in cui cresce un bambino influenza la manifestazione del disturbo. Un disturbo che può essere confuso con una mancanza di forza di volontà da parte dello studente. “Un bimbo che ha poche possibilità socioculturali ed economiche può non avere accesso alla riabilitazione, spesso privata, e magari a scuola verrà considerato svogliato”, ci spiega Novelli.

La diagnosi di dislessia si fa al termine del secondo anno di elementari, non prima. In caso di diagnosi, “la riabilitazione va seguita nei periodi tra la seconda, la terza e la quarta elementare: più si va avanti, meno è efficace”.

Il problema è che in Italia i centri che offrono servizi di neuropsichiatria infantile (si occupano della diagnosi e della riabilitazione) hanno difficoltà strutturali e poco personale. E con la pandemia la situazione è peggiorata: “Le chiusure hanno allungato le liste d’attesa, a volte non si riesce nemmeno ad accedere ai servizi”, dice il Presidente dell’AID.

In Italia i numeri mostrano che “solo” il 5% dei bambini che vanno a scuola ha un DSA: “Significa che c’è un sommerso diagnostico”, sostiene Novelli, secondo cui è “importante che le scuole segnalino” i casi sospetti. Non tutti gli insegnanti sono attenti e informati allo stesso modo, e la diagnosi potrebbe arrivare tardi. O addirittura non arrivare.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salute

Covid, Campania: risale al 2,45% l’indice di contagio

Pubblicato

il

NAPOLI – Secondo l’Unità di crisi operante nel territorio campano sono 592 i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore su un campione di 24.106 esaminati.

Dunque, risale al 2,45% l’indice del contagio rispetto all’1,33% precedentemente stimato (ottenuto in seguito al fine settimana). Si contano altri tre decessi.
Negli ospedali aumentano sia le persone ricoverate in terapia intensiva con 19 posti letto occupati (più 2) sia quelle in degenza che passano da 193 a 200 (più 7).

Continua a leggere

Salute

Mugnano: prevenzione gratuita all’Asl per cancro al seno, untero e colon retto

Pubblicato

il

MUGNANO – Parte oggi la campagna di prevenzione gratuita dell’Asl per il cancro al seno, all’utero e al colon retto.

Le donne tra i 25 e i 64 anni potranno effettuare pap test gratuiti chiamando lo 081/5764927 dalle 12 alle 13. I controlli gratuiti alle mammelle sono invece rivolti alle donne tra i 45 e i 69 anni, mentre quelli al colon retto possono essere effettuati da tutti i cittadini di età compresa tra i 50 e i 70 anni. “Si tratta di esami semplici e non invasivi – spiega l’assessore al ramo Carmine Cirullo – la cui risposta arriverà entro una decina di giorni. Con i programmi gratuiti di prevenzione l’Asl si prende carico totalmente del paziente e del suo eventuale percorso di cura. La campagna di sensibilizzazione è già iniziata da qualche settimana e continuerà per i prossimi mesi”.

Per prenotare gli screening gratuiti basta andare all’Asl di via Aldo Moro dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, oppure il sabato dalle 9 alle 13. “Invito tutti i cittadini ad approfittare di questa grande opportunità – dichiara il sindaco Luigi Sarnataro – sottoponendosi ad una visita completa e totalmente gratuita. Ricordo che la prevenzione è uno strumento fondamentale per identificare in tempo malattie gravi e meno gravi. Stiamo parlando di esami che possono letteralmente salvare la vita”.

Continua a leggere

Salute

Covid, Campania: tasso di incidenza al 1,33% post weekend

Pubblicato

il

NAPOLI – Sono 393, in Campania, i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Campania su 29.429 test esaminati.

Dopo il consueto aumento, ieri al 2,62%, dell’indice di contagio, dopo il weekend a causa della diminuzione dei tamponi, oggi il tasso di positività è pari all’1,33%. Tre i decessi.

Negli ospedali resta invariata la situazione nelle terapie intensive con 17 posti letto occupati; nella degenza invece i ricoveri continuano a salire raggiungendo quota 193 (+10 rispetto a ieri)

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante