Resta sintonizzato

Politica

L’astensionismo: il voto nel vuoto

Pubblicato

il

Terminate le elezioni, vince lo spettatore. Il “guardone” accucciato dietro alla finestra ed incurante del futuro politico-amministrativo della propria città e del proprio Paese. L’allarme astensione risuona su tutte le testate attraverso il solito cliché che si ripete ogni qualvolta il perdente di turno è alla disperata ricerca di una giustificazione del proprio fallimento.

Si sacrifica l’unico strumento di partecipazione alla vita pubblica rimasto in questo Paese, un Paese non-luogo, vittima sacrificale di quel sogno europeo che attendiamo inermi da più di mezzo secolo.

Un gran numero di cittadini demotivati, incuranti del proprio Paese e della Res Publica quanto incuranti di sé stessi e del futuro dei propri figli, ammainano la bandiera della democrazia prima che la battaglia sia cominciata.

I progetti politici non interessano più a nessuno mentre l’effimero “like” pubblicato sui social detta lo scorrere della vita politica quotidiana, banalizzando fugacemente l’interesse al rinnovamento generale.

Ma quanto e come l’astensionismo dell’irrispettoso cittadino, di quello che aspetta le cose provenienti dal cielo, abbia influenzato e pesato sul risultato, a nessuno è dato sapere così come non è dato sapere se questa evasione dalle urne elettorali sia stata una scelta consapevole o meno.

Tutto sommato l’astensione al voto di alcuni individui potrebbe anche rivelarsi un bene. Fare a meno del voto dei cosiddetti portatori di ignoranza, di chi non vuole o non sa scegliere il proprio futuro delegando chi magari ha le idee un po’ più chiare, non può che giovare. Umberto Eco sosteneva: “… finché parlano solo al bar dopo due o tre bicchieri di rosso non danneggiano la società”.

Un dramma storico, quello del cosiddetto “zoticone avente diritto/dovere di voto”, incastrato nel limbo del non sapere e del non saper scegliere ancora a quale identità sociale appartenere e di quale immensa cultura invece potrebbe godere, qualora si interessasse e sensibilizzasse anche minimamente al benessere del proprio futuro e di quello altrui.

Si aggiunge un altro dramma ancora più grave, quello che continua inesorabile a mietere evidenti fenomeni di disinteresse alla vita pubblica: la disinformazione. Un fenomeno studiato e voluto, capace di deviare l’opinione attraverso le fake news del politico di turno, del rappresentante delle istituzioni o dello scienziato accreditato, quando invece questi ultimi dovrebbero in controtendenza, aver cura di informare ed aprirsi al dialogo, evitando la divulgazione di opinioni personali ed avendo cura esclusivamente di trasmettere solo dati scientificamente appurati e certi. Solo essendo educato al dialogo ed al confronto, un popolo può sentirsi veramente sovrano e partecipe in una società dove i principi democratici di libertà, uguaglianza e solidarietà rappresentano i pilastri del vivere insieme in un momento storico così delicato.

La prossima volta, se davvero abbiamo a cuore di rinsaldare la democrazia, rendiamoci partecipi e membri di questa comunità e beneficiamo di tutti i diritti conquistati con sacrificio e fatica dai nostri avi. La prossima volta andiamo a votare!

di Rosario La Bruna

Benessere

CASORIA. “Sport e Benessere” al Parco Michelangelo: il programma della prima edizione

Pubblicato

il

Il 28 Giugno è stata avviata a Casoria una bellissima iniziativa per i cittadini, che nel mese di Luglio potranno passare momenti di spensieratezza, svago e benessere all’interno del Parco Michelangelo.

Si tratta della prima edizione di “Sport e Benessere“, che prevede lezioni gratuite di Yoga con Piera Buongiorno, Area a Corpo Libero e Funzionale con Nicola Capuano, Danza Aerea con Sabrina Capuano e Pilates con Maria Ferrucci.

Nonostante le tante difficoltà, dunque, il Sindaco Raffaele Bene, l’Assessore allo Sport Vincenzo Russo e l’intera amministrazione continuano a lavorare per offrire ai cittadini eventi legati all’attività fisica e al benessere quotidiano.

Di seguito il programma dell’iniziativa con tutti i dettagli:

Continua a leggere

POLITICA

Napoli, approvato ilo bilancio di previsione dell’anno 2022. Manfredi: “Cambiamento organizzativo molto importante per la nostra città”

Pubblicato

il

NAPOLI – “Abbiamo approvato il bilancio di previsione dell’anno 2022 con la novità di un’impostazione triennale che ci consente di fare una programmazione realistica. È un cambiamento organizzativo molto importante per la nostra città. Fino a ora abbiamo lavorato in condizioni complesse, ma la strada intrapresa è quella giusta. Napoli ha bisogno di certezze, di un quadro chiaro su investimenti e spesa.” Lo ha scritto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi sui propri social network.

Non ci saranno aumenti di tasse né tagli di spesa – prosegue il primo cittadino -. Tra gli stanziamenti più importanti sono previsti:

✔️oltre 17 milioni su mobilità sostenibile;

✔️8 milioni per la manutenzione nelle 10 Municipalità (più del triplo del passato);

✔️7 milioni e mezzo per manutenzione impianti sportivi comunali;

✔️36 milioni per politiche per l’infanzia e contro la dispersione scolastica.

Siamo consapevoli che non possiamo invertire una tendenza che viene da lontano in poco tempo, ma vi assicuro che stiamo lavorando con ogni sforzo possibile per restituire a Napoli un futuro, già oggi, migliore. – ha terminato il sindaco.

Continua a leggere

POLITICA

Insieme per il futuro, Di Maio: “Tanti segnali dai territori e nei prossimi giorni incontrerò tanti sindaci”

Pubblicato

il

NAPOLI – “Stanno arrivando tanti segnali dai territori e nei prossimi giorni incontrerò tanti sindaci, consiglieri regionali, consiglieri comunali in tutta Italia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio commentando a Napoli la nascita dei gruppi consiliari di “Insieme per il Futuro” nl comune di Napoli, nonché in tutta la Regione Campania.

“Incontrerò – ha proseguito il ministro – nei prossimi giorni anche i presidenti delle autorità territoriali, perché queste persone in questo momento storico vogliono collaborare a un progetto concreto che tenda a risolvere i problemi dei territori. Collaboriamo, guardando e costruendo il futuro, e vogliamo essere un forum di riferimento per gli amministratori italiani, i sindaci e altri amministratori che hanno problemi di gestione del territori. Ora ci stanno contattando e sono orgoglioso di questo perché un progetto come il nostro, non personale, si costruisce sui territori insieme alle istituzioni del territorio, braccia e volto della nostra Repubblica”.
 

Ufficializzata stamane la nascita del gruppo consiliare Insieme per il futuro al Comune: ne fanno parte Flavia Sorrentino (capogruppo), Gennaro Demetrio Paipais, Fiorella Saggese.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante