Resta sintonizzato

POLITICA

Morra: “Criminalità organizzate nelle Prefetture e al Ministero dell’Ambiente”

Pubblicato

il

NAPOLI – Polemiche per le molteplici affermazioni denigranti del presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra.

Il caso Tunisia – spiega il Presidente – mostra come la criminalità organizzata non vada ricercata solo nelle periferie e nei posti degradati ma anche nelle Prefetture e al Ministero dell’Ambiente dove ci sono colletti bianchi che non fanno l’interesse delle comunità

Siamo abituati a pensare alle mafie come una parte avversa al sistema ed invece sono parte integrante perché consentono di nascondere la polvere sotto il tappetto e di far arricchire ancora di più quelli che accumulano profitti illeciti.

È chiaro – prosegue – che i reati ambientali in questa logica, sono i primi ad essere omissati e addirittura bollati di improcedibilità nel silenzio generale perché i danni che ne derivano non sono immediatamente visibili. Le conseguenze sono più lente ma decisamente più massive“.

Non si è fatta attendere la replica decisa della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese che le giudica “affermazioni gravissime e inaccettabili in quanto rivolte alle istituzioni impegnate sui territori per garantire legalità e sicurezza al servizio di cittadini“.

E chiede a Morra di chiarire “immediatamente sulla base di quali elementi o valutazioni ha reso le sue dichiarazioni”. Contro Morra anche il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, secondo il quale Morra deve “rendere note tutte le informazioni di cui è in possesso per poter intervenire nelle sedi opportune“.

Le parole di Morra sono state al centro di critiche da parte di molti esponenti della Lega, tra cui lo stesso Matteo Salvini che ribatte: “Ha fatto accuse gravissime senza fornire prove: ora ci aspettiamo le dimissioni immediate di Nicola Morra, Draghi e Lamorgese intervengano”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Città

Napoli. Caos a Marechiaro, due coppie rapinate a mano armata

Pubblicato

il

Attimi di paura questa notte intorno all’una e mezza a Marechiaro fuori ad un bar e luogo di ritrovo, dove tre malviventi incappucciati a bordo di uno scooter nero armati di pistole, si sono diretti verso due coppie di ragazzi che stavano rientrando in auto dopo aver cenato in un noto ristorante del luogo. Nel frattempo i clienti del bar impauriti hanno incominciato a scappare tra le scale della finestrella e tra le scale del bar, scatenando il panico tra la folla. Una delle vittime è riuscita a trarre in salvo l’orologio lanciandolo verso i tavolini del bar, all’altro invece hanno portato via tutto e poi sono scappati scippando anche la sigaretta elettronica di una delle due ragazze.

Continua a leggere

Calvizzano

Napoli. “Basta Terra dei Fuochi” firmato quest’oggi esposto da presentare in Procura, Pirozzi “non possiamo più aspettare”

Pubblicato

il

Basta Terra dei Fuochi: firmato quest’oggi esposto da presentare in Procura, Pirozzi (Sindaco di Calvizzano) non possiamo più aspettare” Questa mattina mi sono recato al Comune di Lusciano dove ho sottoscritto un esposto da presentare alla Procura di Napoli, Napoli Nord ed alle altre autorità competenti, insieme ad altri 19 colleghi sindaci e Monsignor Spillo, per chiedere indagini sulla Terra dei Fuochi e sui roghi tossici che ogni hanno devastano l’aria e la salute dei nostri concittadini.

Come Sindaci e in qualità di tutori della sanità sui nostri territori abbiamo il dovere di denunciare quanto è accaduto e accade da anni nell’Area Nord e nel Casertano, teatro di incendi dannosi per l’ambiente e per chi respira i miasmi prodotti dalle nubi tossiche. Le nostre popolazione sono stremate. L’incidenza dei tumori cresce a dismisura e non possiamo consentire che tutto questo passi in sordina. Ho sempre ribadito con estrema convinzione che servono delle misure straordinarie e speciali in favore di chi vive in queste porzioni di territorio, soprattutto dal punto di vista sanitario, garantendo la gratuità degli esami oncologici per chi vi risiede.

Gioca un ruolo fondamentale la prevenzione accompagnata dalla repressione. Siamo certi che le autorità competenti lavoreranno affinché si possa debellare questo annoso fenomeno. Noi faremo senz’altro la nostra parte.

Continua a leggere

POLITICA

Napoli. Pro Loco Gioiese APS, torna la sagra degli antichi sapori edizione XXIII

Pubblicato

il

Torna la Sagra degli Antichi Sapori a Gioia Sannitica, il Matese si riappropria della kermesse enogastronomica per eccellenza tanto dell’Alto Casertano quanto della vicina Valle Telesina, giunta quest’anno alla sua 23esima edizione. Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia, il Ferragosto sarà di nuovo succulento nei sapori e per i tanti palati esigenti che solo al fresco di Gioia Sannitica riescono a trovare piena soddisfazione grazie alle leccornie culinarie preparate dalle decine di volontari della Pro Loco Gioiese APS, presieduta da Tiziana Mennone con l’intero Consiglio Direttivo.

Dal 12 al 16 agosto prossimo, il centro gioiese ospiterà l’evento che animerà il Ferragosto nel Matese, cinque giorni e cinque serate dedicate ai prodotti tipici locali e al cibo genuino di una volta che consentiranno ai visitatori della 23esima Sagra degli Antichi Sapori di assaggiare succulenti piatti con pasta fresca fatta in casa, dagli gnocchi alle pappardelle, dagli scialatielli ai fusilli finendo ai cicatielli, e a base del fungo porcino del Matese, con arrosti misti, trippa soffritto, melanzane ed i classici peperoni imbottiti, senza dimenticare la porchetta, gli abbuoti, gli spiedini, la carne di maiale con i peperoni, i salumi ed i formaggi tipici matesini, le pizze fritte fatte in casa e le bruschette fatte al momento, il tutto condito dall’ottimo olio delle colline gioiesi e innaffiato dai vini locali, tra cui falangina, piedirosso, coda di volpe e pallagrello, e dalla birra artigianale.

Promossa ed organizzata come sempre dalla Pro Loco Gioiese, con il patrocinio della Provincia di Caserta, dell’Ente Parco del Matese, del Comune di Gioia Sannitica, dell’Unpli, dell’Ept di Caserta, della Comunità Montana del Matese, della Regione Campania e del Consorzio Turistico Pro Loco del Matese, la Sagra degli Antichi Sapori si terrà, come sempre, nella caratteristica piazza Giovanni Paolo II, retrostante la Casa Comunale, dove le migliaia di turisti che accorreranno dai centri maggiori di Terra di Lavoro e del Sannio, avranno l’opportunità di degustare delle pietanze tipiche della lunga tradizione gastronomica del Matese, nell’ottica di riscoprire gli antichi sapori di una volta che il ritmo frenetico della vita prima e la globalizzazione poi hanno finito per confinare in un oblìo che la manifestazione culinaria punta a cancellare. 

Le serate saranno allietate da musica dal vivo e tanto divertimento dai bambini ai più anziani, passando per giovani ed adulti che avranno modo di rilassarsi in un paesaggio davvero incantevole, con l’opportunità di visitare ed ammirare anche le opere pittoriche e scultoree, esposte dal maestro Silvano D’Orsi nella mostra allestita presso la sala consiliare..

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante