Resta sintonizzato

Scuola

Mirko tra i migliori 10 studenti al mondo

Pubblicato

il

NAPOLI – Mirko è stato scelto tra oltre 3.500 ragazzi provenienti da 94 Paesi di tutto il mondo. Dopo essere entrato nella top 50, oggi ha ricevuto la notizia di essere nella top 10. Tanto l’entusiasmo del ragazzo, unico europeo in lizza, che ha deciso di raccontare le sue emozioni in un post su Facebook:

Emozione a mille!! Attendevo con ansia questo giorno è finalmente è arrivato! Sono passato nella TOP 10!  Anche se sono ad un soffio dalla possibile vittoria, essere arrivati a questo traguardo per me è già il massimo. Adesso non solo sono riuscito a portare in alto la bandiera italiana ma anche quella europea essendo l’unico nella Top 10! Per me questo è un grande onore!“.

Mirko Cazzato, si è diplomato nel 2020 all’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce e ora frequenta un corso nella WeDo Academy. A 14 anni, nel 2016, durante il primo anno alle superiori ha dato vita alla startup sociale “MABASTA” insieme ad altri alunni della sua classe. La mission di questa idea emerge dal suo stesso acronimo: “Movimento Anti Bullismo Animato da Studenti Adolescenti”.

Mirko, nonostante la giovane età, ne ha già fatte tante di esperienze nella vita. Ha incontrato Papa Francesco, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e l’attore Tom Holland (SpiderMan nei film Marvel). La stessa “Mabasta” ha vinto diversi premi nazionali e internazionali, tra cui Best Student Startup 2019 ai South Europe Startup Awards, il concorso internazionale per startup social Open-F@b 2018 di BNP Paribas e il Terra del Sole Award 2019.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Frattamaggiore, inaugurato il nuovo asilo comunale: presenti il sindaco Del Prete e l’assessore Fortini

Pubblicato

il

Giornata importante per Frattamaggiore, visto che questa mattina, è stato tagliato il nastro del nuovo asilo nido comunale ‘La Cicala e la Formica’, alla presenza del sindaco Marco Antonio Del Prete e dell’Assessore alla Scuola, alle Politiche Sociali e alle Politiche Giovanili della Campania Lucia Fortini. La gestione della struttura, è stata affidata alla Cooperativa Sociale “Il Quadrifoglio 2012”, mentre le spese di gestione, potranno avvalersi dei fondi istituiti dal MIUR ripartiti agli Ambiti Territoriali, che permetterà l’erogazione del servizio per un anno scolastico a costo zero per le famiglie richiedenti.

Pertanto, la struttura, potrà ospitare 30 bambini di età compresa tra 0 e 36 mesi, per 8 ore al giorno da settembre a giugno. In particolare, l’asilo nido comunale, vuole essere un servizio a sostegno delle famiglie del territorio, ma deve essere anche un luogo di formazione e di crescita, dove i bambini possano trovare la giusta chiave di lettura del mondo.

Continua a leggere

Attualità

Campania, riaprono le scuole. Parla De Luca: “Oggi cominciamo l’anno in condizioni serene”

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto per parlare della riapertura delle scuole e dell’inizio dell’anno scolastico. Ecco le sue dichiarazioni:

Abbiamo una situazione di grande tranquillità: abbiamo in Campania, il livello più alto di vaccinati nel personale scolastico. Per quanto riguarda la popolazione studentesca, siamo al 75% per le secondarie superiori, dunque ottimo livello di vaccinazione. Dobbiamo fare uno sforzo per quelle inferiori e per le medie, per stare tranquilli. Credo che cominciamo l’anno scolastico, a metà settembre, oggi, in condizioni serene. Procederemo con i tamponi molecolari nelle classi sentinella e manterremo alto il livello di attenzione e controllo. La situazione, in ogni caso, è incomparabilmente migliore rispetto a un anno fa. Dobbiamo insistere”.

Continua a leggere

Attualità

Ritorno a scuola, parla il ministro Bianchi: “Le classi di vaccinati, potranno togliere le mascherine”

Pubblicato

il

Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è intervenuto durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi. Ecco le sue dichiarazioni: “Dove ci sono classi di vaccinati, si possono togliere le mascherine e si può tornare a sorridere. Abbiamo lavorato moltissimo, secondo il mandato dato dal presidente, cioè sulle persone, sugli insegnanti, facendo i concorsi, e con neanche una sanatoria. Facendo i concorsi, abbiamo messo in ruolo quest’anno 59 mila insegnanti, l’anno scorso erano stati 19 mila, quindi sono tre volte tanto. Di questi, abbiamo inserito 13.908 insegnanti di sostegno, l’anno scorso erano 1.778. Non solo, abbiamo già attivato anche tutte le procedure che si concluderanno in settimana per le supplenze annuali. Abbiamo avviato i concorsi per l’anno prossimo, in modo di concludere in due anni completamente la tematica del tempo indeterminato. E, nel decreto di agosto, abbiamo messo l’impegno di far partire concorsi regolari ogni anno per poter sostituire il turnover previsto fino al 2030“.

Poi ha aggiunto: “Ieri, primo settembre, tutte le nostre 8.500 scuole, hanno riaperto con il mandato di portare dal 13 settembre tutti i ragazzi in presenza e in piena sicurezza. Il conto alla rovescia, per il ritorno sui banchi, è cominciato. Questa operazione, è avvenuta con un lunghissimo lavoro preparatorio che risale alla primavera, quando avevamo deciso con forza di riportare i ragazzi in presenza. Poi abbiamo fatto gli esami: 1,1 milioni di ragazzi quelli di terza media, 570mila quelli di maturità e 540mila per il diploma. E, durante l’estate, tutte le nostre scuole hanno lavorato. Abbiamo finanziato 32.500 progetti, che hanno permesso di recuperare 1.650.000 ore di lezione di scuola, soprattutto in attività di carattere linguistico e matematico, ma anche per il ritorno del vivere assieme. Questo, ci ha permesso di arrivare a settembre con una grande voglia e una grande partecipazione di tutti, espressa da due dati: il 91,5% del personale si è vaccinato e, i ragazzi, aumentano giorno dopo giorno sempre di più, soprattutto quelli fra i 16 e i 19 anni. Il commissario Figliuolo, farà un’operazione di screening fra i 6 e i 14 anni, in modo da garantire anche i ragazzi più piccoli“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante