Resta sintonizzato

Benessere

Postura in età pediatrica: i consigli da seguire a scuola e a casa

Pubblicato

il

Dott. Angelo Vella: “Sottovalutare i problemi derivanti da una postura scorretta in età pediatrica può essere molto rischioso per i bambini”

Argomento importante di cui si discute tanto nelle ultime settimane è la postura da assumere in età pediatrica, che avrà sicuramente ripercussioni positive o negative per gli adulti di domani. I dati raccolti da Isico (Istituto scientifico italiano colonna vertebrale) raccontano che oltre il 95% dei genitori italiani si preoccupa delle posture scorrette che i ragazzi potrebbero assumere durante le lezioni a scuola. Da seguire con attenzione, però, sono anche gli atteggiamenti seguiti dinanzi a computer e tablet quando si è tra le mura domestiche.

Il Dottor Angelo Vella, fisioterapista, posturologo e osteopata con sede in Villa di Briano (CE), ha spiegato che, nella maggior parte dei casi, i disturbi posturali in età infantile sono totalmente correggibili e che spesso sono dovuti alla mancanza di attività fisica e a posizioni scorrette mantenute a lungo. “Bisogna stare particolarmente attenti al periodo che va tra la quinta elementare e la prima media, quando i ragazzi sono nella fase di crescita nella quale possono manifestarsi alcune patologie alla colonna vertebrale, come la scoliosi idiopatica, il dorso curvo e il mal di schiena”, dice il Dott. Vella.

COME PREVENIRE LE PATOLOGIE A CASA?

Una corretta abitudine posturale influirà sullo sviluppo positivo del corpo di un bambino. Ruolo di primo piano, in questo caso, è quello dei genitori, che dovrebbero educare il prima possibile i propri ragazzi ad avere una postura corretta quando, ad esempio, sono alle prese con i compiti a casa, la Tv o quando giocano ai videogames.

I genitori, inoltre, devono assicurarsi che i loro figli mantengano dritta la colonna vertebrale quando sono seduti: in questo modo i bambini acquisiranno e si abitueranno ad una giusta postura in maniera del tutto automatica.

I CONSIGLI A SCUOLA

Per la scuola, oltre alla corretta postura tra i banchi, bisognerebbe controllare il peso dello zaino, che non dovrebbe superare il 10-15% del peso del bambino. Il trolley è poco consigliato, perché è in grado di provocare sovraccarichi alla spalla, strappi e contratture lombari con movimenti e sollevamenti bruschi.

È preferibile, dunque, far utilizzare lo zainetto, che può certo causare mal di schiena se portato a lungo o indossato male, ma non apporterà nessun danno strutturale.

L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITA’ FISICA

Nella fase della crescita fare movimento è fondamentale e contribuisce ad allenare la muscolature del dorso, che sostiene la colonna vertebrale del bambino. Alcuni studi hanno confermato come il mal di schiena nei ragazzi sia strettamente correlato all’attività fisica. “La schiena si protegge con il movimento e l’attività fisica, ma senza esagerare. I bambini dovrebbero fare almeno un’ora di movimento al giorno, andrebbe bene anche giocare nel parco di casa. Importante è rompere la sedentarietà che colpisce tanto i ragazzi”, spiega il Dott. Vella.

Lo sport è quindi importante per la postura del corpo, perché costituisce un valore aggiunto per la crescita di un bambino, stimolando la coordinazione dei movimenti, l’acquisizione di schemi motori e il controllo delle azioni motorie selettive. Praticando sport agonistico, invece, la struttura muscolo-scheletrica viene sollecitata di più,ed è quindi fondamentale affiancare in modo continuativo l’attività sportiva ad un percorso fisioterapico che supporti le sollecitazioni ripetute e spesso non fisiologiche a cui viene sottoposto il corpo.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benessere

Covid. Moderna efficace su adolescenti con 2 dosi

Pubblicato

il

Il vaccino anti-Covid di Moderna ha dimostrato efficacia anche sugli adolescenti: non si sono osservati casi di Covid-19 dopo le due dosi di vaccino, coerente con un’efficacia del vaccino del 100%, ed è stata osservata un’efficacia del vaccino pari a 93% dopo la prima dose. Lo rivelano i dati annunciati oggi da Moderna relativi allo studio TeenCOVE sugli adolescenti.

È stato raggiunto, spiega Moderna in una nota, l’obiettivo primario di immunogenicità non inferiore a quello del gruppo di confronto adulto dello studio di fase 3. Inoltre, “non si sono osservati casi di COVID-19 dopo le due dosi di vaccino”, “coerente con un’efficacia del vaccino del 100%”. Ed “utilizzando la definizione di caso del Center for Disease Control and Prevention (CDC) è stata osservata un’efficacia del vaccino pari a 93% dopo la prima dose. Nessun problema significativo di sicurezza è stato segnalato”.
    L’azienda prevede di presentare i dati alle Agenzie Regolatorie a livello globale all’inizio di giugno. Lo studio TeenCOVE ha arruolato più di 3.700 partecipanti di età compresa tra 12 e 18 anni non compiuti negli Stati Uniti.

Continua a leggere

Attualità

Bonus Mobili 2021. Sale l’importo massimo: i dettagli

Pubblicato

il

Durante lo scorso anno, erano stati 10.000 i soldi accreditabili per il bonus mobili. Per il 2021, invece, si sale a 16.000 €.

Restano le stesse, le spese ammesse e le condizioni di accesso al bonus. Il requisito chiave riguarda ancora chi effettua lavori di ristrutturazione edilizia ammessi al relativo sconto fiscale.

La detrazione, resta quindi al 50% sulle spese di arredamento della casa fino a 16.000€. Il bonus si inserisce in un piano di incentivi introdotto per le unità abitative. Il Bonus mobili, scatta in seguito a quello “ristrutturazioni”, quindi la data dei lavori deve essere necessariamente precedente a quella dell’acquisto dei mobili o degli elettrodomestici in questione.

La proroga del bonus mobili prevista dalla Legge di Bilancio 2021, conferma per sommi capi l’onere di richiedere la detrazione in dichiarazione dei redditi e il riconoscimento in dieci quote annuali di pari importo.

Chi esegue lavori su più immobili potrà richiedere il bonus più volte, con riferimento al tetto massimo di 16 mila euro per ogni unità abitativa oggetta di ristrutturazione.

Per ulteriori dettagli si ricorda che sul sito dell’Agenzia delle Entrate è stato posto un elenco esemplificativo degli acquisti che danno possibilità di accedere al bonus.

Continua a leggere

Attualità

Clochard muore di freddo: aveva 100 mila euro in banca

Pubblicato

il

La triste storia di Umberto Quintino Diaco, clochard di 75 anni, ritrovato morto in un capanno improvvisato con teli e cartoni, a Milano.

Umberto sarebbe morto di freddo e stenti, ma le indagini raccontano di un conto bancario ricchissimo. Circa 19 mila euro di titoli azionari, una pensione che arrivava dalla Germania di 750 euro al mese, una casa di proprietà in Calabria e due furgoni a lui intestati, oltre a 1250 euro in contanti. Tutto per un valore che si aggira sui 100 mila euro.

Possiamo dire che, quindi, la sua è stata una vera e propria scelta di vita. Allontanarsi da tutto e tutto, rifiutare il mondano, il mondo del consumismo e rifugiarsi in una vita privata fatta di stenti e miseria. Ovviamente resterebbe da scoprirne il motivo profondo e il significato da lui associato a questa scelta.

Per ora, neanche la sua famiglia ha saputo dare una risposta a tutto questo “Lo abbiamo cercato, non ha mai voluto farsi ritrovare”, ha raccontato la sorella.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante