Resta sintonizzato

Attualità

Paura nel napoletano, raid armato alla Coop: ladri in fuga col bottino

Pubblicato

il

Paura a Torre del Greco, dove nella giornata di ieri, alcuni malviventi hanno fatto irruzione all’interno della Coop, minacciando con una pistola i dipendenti, per poi farsi consegnare l’incasso. Tuttavia, i due rapinatori, hanno portato via mille euro. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri, che stanno indagando sul caso.

Attualità

Vaiolo delle scimmie, isolato il virus nel Laboratorio di virologia dell’ospedale Sacco di Milano

Pubblicato

il

ITALIA – E’ stato isolato un caso di vaiolo delle scimmie nel Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano. Il virus, responsabile di una vera e propria epidemia in Europa, ha preso piede anche i Italia. Sull’argomento si è espressa la direttrice del laboratorio che ha illustrato i primi risultati delle indagini.

“Con quello che avevamo finora- spiega la dott. Gismondo– potevamo fare una diagnostica certa e anche rapida. Avendo isolato il virus, adesso possiamo cominciare – nel nostro laboratorio e in collaborazione con chi volesse condurre ricerche sul virus – a testare farmaci antivirali mirati proprio per questa patologia, che non sono ancora esistenti.

E dunque possiamo fare dei progressi nella terapia, ma non solo. Aver isolato il virus può servire per procedere a un controllo nella popolazione. Obiettivo: capire se la vecchia vaccinazione antivaiolosa copre ancora i nostri vaccinati tanti anni fa. E potremo anche valutare la copertura naturale che acquisiscono i nuovi malati”.

“Prima avevamo il Dna che si estrae dal materiale del paziente – ricorda l’esperta – L’isolamento del virus ci offre un’opportunità in più anche per conoscere caratteristiche del virus che non possono apparire esclusivamente con la genotipizzazione”.

Il genoma di questo virus, sottolinea Gismondo, “è molto ampio, è un Dna molto, molto lungo. Quando parliamo di genotipizzazione, non è che lo analizziamo tutto: analizziamo dei pezzetti che sappiamo essere caratteristici del virus. Ovviamente una cosa è, per usare una metafora, avere i capelli di una persona, una cosa è avere la persona intera se vogliamo studiarla”. PUBB

Quello che si sa già è che il virus rilevato in questo focolaio è affine al ceppo dell’Africa occidentale, quindi la versione più lieve, prosegue Gismondo. “I casi che abbiamo avuto noi in osservazione in Italia sono casi correlati al focolaio delle Canarie”.

Nel dettaglio, “un gruppo che è stato alle Canarie o qualche contatto contagiato da persone infette rientrate in Italia. Si parla di contatti molto stretti”. Dopo che il virus è stato isolato, cominceranno dunque una serie di studi. E collaborazioni, sulla cui importanza la virologa insiste molto.

“Noi oggi lavoriamo in collaborazione con l’ospedale Spallanzani di Roma, che è l’altro centro di riferimento italiano. Ci scambiamo idee, materiale, know how. E’ una collaborazione nata da poco, ma ci dà speranza di raggiungere risultati più in fretta e anche più proficui”. Altre pagine scientifiche, assicura l’esperta, sono dunque da scrivere.

Continua a leggere

Attualità

Covid, Campania: in calo positivi e terapie intensive. Il bollettino di oggi, 28 maggio 2022

Pubblicato

il

CAMPANIA – Questo il bollettino di oggi diramato dall’unità di crisi della Regione Campania contenente i dati della pandemia da Covid-19 sul territorio regionale (dati aggiornati alle 23.59 di ieri).

Positivi del giorno: 2.062

di cui:

Positivi all’antigenico: 1.855

Positivi al molecolare: 207

Test: 15.281

di cui:

Antigenici: 11.108

Molecolari: 4.173

Deceduti: 3

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 585

Posti letto di terapia intensiva occupati: 22

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)

Posti letto di degenza occupati: 414

(*) Posti letto Covid e Offerta privata.

Continua a leggere

Attualità

Draghi e Zelensky al telefono, il presidente ucraino dichiara: “Ci aspettiamo altri aiuti”

Pubblicato

il

Il presidente del Consiglio Mario Draghi e il presidente ucraino Volodymir Zelensky, si sono sentiti telefonicamente per parlare di vari temi. Ecco le dichiarazioni di Zelensky su Twitter:

“Ho informato il premier Mario Draghi della situazione sulla linea dei fronte: ci aspettiamo altro sostegno per la difesa dai nostri partner, ho sollevato il tema del rifornimento di carburante Nella telefonata con il premier italiano, si è discusso dei modi per impedire una crisi alimentare, dobbiamo sbloccare i porti insieme”.

Pertanto, da Palazzo Chigi riferiscono che “il colloquio si è focalizzato sugli ultimi sviluppi della situazione sul terreno, con particolare riguardo alle regioni orientali del Paese”.

Draghi ha assicurato “il sostegno del governo italiano all’Ucraina, in coordinamento con il resto dell’Unione Europea. Il Presidente Zelensky ha espresso apprezzamento per l’impegno da parte del governo italiano e ha concordato con il Presidente Draghi, di continuare a confrontarsi sulle possibili soluzioni”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante