Resta sintonizzato

Afragola

AFRAGOLA. Lo spettacolo è finito e i suonatori vanno via. Sarà una giunta di basso profilo

Pubblicato

il

AFRAGOLA – “Lo Spettacolo è finito e i suonatori vanno via” con questa citazione di Ingmar Bergman, nel 2002, a seguito del cosiddetto “editto bulgaro”, Enzo Biagi si congedò, malinconicamente, dal suo pubblico televisivo.

Erano altri tempi, stiamo parlando di altri uomini, uomini di altro spessore, giornalisti di un’altra epoca con un’alta formazione comunicativa, persone che riuscivano a comprendere il tempo della sconfitta, anche se nel caso Biagi, fu una sconfitta amara e ingiusta.

Ad Afragola invece i vinti non si danno per vinti e al posto di stringere la mano al vincitore e con gran dignità riconoscergli l’onore delle armi, si continua a gettar fango su una campagna elettorale che secondo qualcuno ancora deve terminare e che sicuramente continuerà in aula nei primi consigli comunali. Ma veniamo all’attualità.

I suonatori sono andati via anche tra fila della maggioranza, scaricati quelli funzionali alla campagna elettorale, quelli che nonostante il loro risicato risultato elettorale, al secondo turno hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo per far vincere Pannone. L’ex senatore Vincenzo Nespoli, vero vincitore di queste elezioni, sale in cattedra e vara la nuova giunta, già tra i malumori di qualcuno.

Il Sindaco Pannone sarà colui che dovrà ratificare le scelte ma gli equilibri devono essere trovati prima tra i gruppi politici e se l’ex senatore riesce a trovare la quadra insieme ad essi, per la fascia tricolore è tutto grasso che cola.

Dalle prime indiscrezioni i sette assessori saranno divisi tra sei diversi gruppi presenti in consiglio comunale più uno di espressione del Sindaco. Ogni gruppo tra Fdi, Noi con Afragola, Afragola Futura, Nuova Città e Scelta Democratica avrà la propria rappresentanza in giunta, resteranno fuori dai giochi dell’esecutivo Cantiere Afragola, Pensiero Comune e Afra Vola.

A Fratelli d’Italia che con grande risultato si è attestata la prima lista eletta in città con in dote il primo eletto in città Biagio Castaldo con 1147 voti sarà riconosciuta la possibilità di poter essere votato in aula proprio il primo eletto come Presidente del Consiglio

L’Assessore nominato dal Sindaco Antonio Pannone, con molte probabilità, sarà una donna a cui andrà anche la carica di vicesindaco e da fonti vicine alla fascia tricolore, pare si stia facendo il nome della Consigliera Comunale di Casoria Angela Russo.

Qualcuno si domanderà come mai a “Scelta Democratica” andrà un assessore al cospetto di un solo consigliere comunale mentre gli altri tre gruppi di pari numero consiliare restano a secco?

Tra “Scelta Democratica” e l’ex Senatore c’è stato un patto pre elettorale preso con Aniello Silvestro che come tutti ben sanno ha sempre ambito ad ottenere un posto nell’esecutivo.

Una giunta mista tra tecnico e politica ma che tutto fa sembrare, vista anche la caratura, non me ne vorrà l’esponente di Scelta Democratica, di Aniello Silvestro, fuorché una giunta di alto profilo tecnico.

Infatti da indiscrezioni raccolte da Minformo la giunta verrà puntellata intorno a profili che abbiano stretti contatti con soggetti politici piuttosto che ricercare persone che presentino alti profili di competenza.

Una cosa è certa. Per come si è formato il Consiglio Comunale, ci sono pochi margini di equilibrio e quello trovato dall’ex Senatore Nespoli è quello più plausibile ed è forse per questo che alla fine nessuno metterà bocca sulle decisioni del dominus.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Afragola

Afragola. Consiglio Comunale convocato per lunedì 6 febbraio presso la Casa Comunale di Piazza Municipio

Pubblicato

il

Il Consiglio Comunale è stato convocato, dal Presidente del Consiglio geom. Biagio Castaldo, presso l’Aula Consiliare del Palazzo Comunale di Piazza Municipio per lunedì 6 febbraio 2023 alle ore 10.00 per la trattazione dei seguenti argomenti: Lettura e approvazione delibere verbali sedute precedenti; Interrogazione a firma del Consigliere Comunale Gennaro Giustino inerente “il non corretto funzionamento delle procedure di cui allo sportello SUED;

Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Gennaro Giustino e altri, avente ad oggetto “ Interventi di ristrutturazione, riqualificazione e rifunzionalizzazione…; Interrogazione a firma del Consigliere Comunale Crescenzo Russo, inerente il Centro Lumo”; Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Antonio Iazzetta e altri, inerente la “ Villa Comunale Salicelle”; Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Antonio Iazzetta e altri inerente, i “Ritrovamenti archeologici”; Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Antonio Iazzetta e altri inerente “ Intitolazione Piazza D’Arminio”; Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Antonio Iazzetta e altri inerente “ Telecamere di videosorveglianza”;

Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Antonio Iazzetta e altri, inerente“ Masseria Antonio Esposito Ferraioli”; Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Antonio Iazzetta e altri, inerente“ Rimozione straordinaria rifiuti, diserbo, verifica, penali”; Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Marianna Salierno e altri, inerente “ Redazione piano Industriale – Gara di Appalto Raccolta Rifiuti”; Interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali Marianna Salierno e altri, inerente “Misure urgenti di solidarietà e di sostegno alle famiglie. Ex L. 23 luglio 2021, n. 106, conv. D.L. 25 05 2021 , 53. Somme residue”. La seduta del Consiglio Comunale si terrà come previsto dalle vigenti disposizioni governative e potrà essere seguita in diretta streaming collegandosi al sito del Comune di Afragola www.comune.afragola.it

Continua a leggere

Afragola

Afragola. Allarme baby-gang, sassi contro le abitazioni

Pubblicato

il

Sassi lanciati contro le finestre e le abitazioni. Allerme baby-gang ad Afragola, in provincia di Napoli. Qui un gruppo di ragazzini sta prendendo di mira le residenze di alcuni professionisti con delle sassaiole notturne. A denunciare il fenomeno messo in atto da giovani verosimilmente del rione Salicelle è uno dei professionisti da tempo vittima di questi gesti. «Non sono sassolini – dichiara la vittima, che preferisce rimanere anonima – sono sassi molto grandi che potrebbero anche uccidere se colpissero uno dei miei familiari. Questa notte uno dei sassi é entrato nel balcone distruggendo un oggetto – prosegue – sarebbe potuto entrare anche in casa creando grossi danni a persone». Il professionista annuncia la consegna delle immagini registrate dal suo sistema di videosorveglianza alle forze dell’ordine: «I colpevoli devono essere identifificati prima che succeda qualcosa di più grave».

Continua a leggere

Afragola

Chiudono due supermercati nel Napoletano, la scure sul Ipercoop di Afragola e l’Auchan di Nola

Pubblicato

il

Licenziamento per 176 lavoratori dei due supermercati ex Ipercoop ed ex Auchan-Conad, il primo al confine tra Acerra e Afragola, il secondo a Nola. È la più grande mazzata all’occupazione in provincia di Napoli dopo quella subita dagli operai della Whirlpool. Un duro colpo che porta la firma di una piccola azienda, la GDM, gestita da imprenditori del Napoletano. È un dramma umano che colpisce tante famiglie e che è stato generato da uno scenario imprenditoriale, economico e finanziario molto complesso e di difficile lettura. La GDM nel 2019 aveva rilevato il supermercato di Afragola-Acerra dalla Coop di Bologna e nel 2021 quello di Nola da Margherita distribuzione, controllata di un’altra cooperativa emiliana, la Conad, che a sua volta aveva acquisito l’impianto nolano dalla francese Auchan.

L’operazione della GDM era stata salutata da tutti, istituzioni e media in prima fila, come un vero e proprio salvataggio produttivo e occupazionale. I due impianti hanno quindi proseguito le attività sotto l’insegna della Coop, marchio gestito in franchising dalla GDM. Ma il flop era dietro l’angolo. Nel giro di pochi messi hanno chiuso prima il supermercato nel Vulcano Buono e poi quello alle Porte di Napoli. Contemporaneamente, a dicembre i responsabili dell’azienda hanno creato una seconda società, la Spesa srl, che ha acquisito solo i supermercati di Volla, Torre Annunziata e Castellammare di Stabia. L’organico della GDM è stato quindi separato in due tronconi. Quello contenente i 176 dipendenti di Afragola/Acerra e Nola è stato infine oggetto della procedura di licenziamento appena avviata.

Comunque non si sono registrati incidenti. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione locale. Il quadro è assai critico. Nel testo della procedura di licenziamento la GDM scarica tutte le colpe sulla Coop di Bologna, su Le Due Sicilie, sulla pandemia, sulla guerra, sull’aumento dei costi e sulla bassa affluenza della clientela nei centri commerciali Le Porte di Napoli e Vulcano Buono. 

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy