Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli, follia ai Baretti: rissa e tentato investimento nella notte

Pubblicato

il

NAPOLI – Violenta rissa durante la scorsa notte in vicolo Belledonne, nella zona Baretti di Napoli. L’atto che ha destato più scalpore e vergogna è stato sicuramente il gesto insensato di uno dei coinvolti nello scontro che, prendendo la macchina nell’atto di andarsene, ha tentato di investire un suo rivale. Le immagini delle telecamere di videosorveglianza hanno fatto il giro del web.

“Venerdì notte in vicoletto Belledonne a Chiaia è andato in scena l’ennesimo episodio della movida dei delinquenti e dei cialtroni che, a tarda ora, continuano a presidiare le strade in cerca di guai”.

Questo quanto scrive in un comunicato il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli in sinergia con il consigliere della I Municipalità, Gianni Caselli.

Le immagini  dei video sono state inviate alle forze dell’ordine per chiedere che vengano identificati tutti i protagonisti di questo episodio vergognoso, a partire dal criminale che era alla guida dell’auto.

“Stavolta – dice Borelli – ci si è andati davvero vicino alla tragedia come mostrano le immagini pubblicate sui social della rissa al termine della quale uno dei contendenti sale in macchina e cerca più volte di investire i rivali. Il tutto sotto lo sguardo terrorizzato di altri avventori capitati nel posto sbagliato al momento sbagliato. Di certo alcune strade necessitano di una presenza costante di agenti in divisa che possano prevenire simili episodi. Ma ci aspettiamo anche condanne esemplari per chi attenta alla salute e alla vita del prossimo” – conclude il consigliere regionale.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Lutto nel napoletano, Nancy perde la vita per un malore: aveva 18 anni

Pubblicato

il

Choc a Saviano, in provincia di Napoli, dove Nancy Trocchia, 18enne del posto, è morta. In particolare, pare che la giovane, abbia accusato un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. Infatti, nemmeno i medici accorsi per prestarle soccorso, non hanno potuto far nulla. A tal proposito, il dirigente scolastico del liceo Rita Levi Montalcini, che era la scuola che lei frequentava, ha voluto così ricordarla:

Immenso dolore, per un fiore reciso improvvisamente, nel giardino del Liceo R. Levi-Montalcini di Saviano. Nancy, non era solo bellissima, aveva cuore, aveva intelligenza, era innamorata della vita e del suo mondo. Siamo affranti ed increduli, non sappiamo trovare parole per consolare i genitori e la famiglia, non abbiamo frasi per spiegare ai compagni il perché di questa tragedia. Vola alto Nancy, dal cielo più azzurro, ci guarderai sorridendo”!

Continua a leggere

Cronaca

Campania, donna trovata morta nelle acque del Volturno: i particolari

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta nella mattinata di ieri sulle rive del Volturno, nell’Alto Casertano, dove G. Del Sesto, 41enne di Pietravairano, è stata trovata senza vita. Tuttavia, l’ipotesi più probabile è quella del suicidio, visto che la donna, avrebbe lasciato un biglietto di scuse, in cui rivelava le sue intenzioni. Lascia il marito e due figli piccoli.

Stando ad una prima ricostruzione, la donna, avrebbe prima parcheggiato l’auto e poi, si sarebbe tolta la vita lanciandosi da una diga. Indagano i carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, che attendono l’autopsia per acquisire ulteriori dettagli sulla vicenda.

Continua a leggere

Cronaca

Nola, padre e figlio aggrediscono un agente della Polizia sulla SS7bis

Pubblicato

il

AVELLINO – La Polizia di Stato ha arrestato due persone, padre e figlio, rispettivamente di 51 e 20 anni, residenti nella provincia di Avellino, responsabili di resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale.

L’accaduto è avvenuto oggi pomeriggio, quando una pattuglia della Polizia Stradale di Napoli ha intimato l’Alt ad un veicolo sulla strada statale SS7bis da Villa Literno a Napola. La vettura, piuttosto che fermarsi, ha proseguito il tragitto sino al suo blocco ad opera degli operatori della Polizia.

Il fuggitivo, accortosi dell’inseguimento, ha effettuato una manovra di retromarcia e ha continuato la fuga verso Nola per poi essere definitivamente bloccato. In quel contesto il capopattuglia, avvicinatosi allo sportello lato guida, è stato aggredito dal conducente che l’ha afferrato per il collo colpendolo con dei pugni al volto.

Inoltre, dal lato passeggero è sceso un altro soggetto, il figlio del conducente, che ha colpito di spalle l’agente fino a quando i due sono stati definitivamente bloccati.

Il magistrato presso la Procura di Nola ha disposto per i due la detenzione temporanea in attesa della celebrazione del rito per direttissima all’esito della quale veniva disposto nei confronti dei malviventi l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante