Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli: rapina al centro di recupero per tossicodipendenti

Pubblicato

il

NAPOLI – E’ avvenuto ad Acerra, in provincia di Napoli In una comunità di recupero di ragazzi con problemi di tossicodipendenza, due malviventi hanno puntato la pistola alla tempia del gestore del centro portando via circa 7 mila euro di offerte per la struttura.

Lo ha raccontato lo stesso gestore del centro “La Locanda del gigante“, il sociologo Carlo Petrella, il quale lancia un appello alla comunità ad una “rivolta” contro i ladri che da anni hanno preso di mira la struttura. I ragazzi ospiti della comunità, sono impegnati in attività soprattutto agricole, ed il centro si mantiene grazie alle offerte di sostenitori.

Sono trenta anni di lotta contro i ladri – ha raccontato Petrella – ladri di carciofi, trattore, motozappa, nafta, di tutto. Non abbiamo più niente. Ma non pensavo mai che arrivassero nella mia stanza”.

Petrella ha spiegato che i due malviventi con il volto coperto, lo hanno raggiunto al secondo piano della Locanda di prima mattina, sorprendendolo mentre era alla scrivania. I rapinatori gli hanno quindi puntato la pistola alla testa e cominciato a rovistare nei cassetti alla ricerca dei soldi.

Mi sono buttato a terra ed ho gridato con tutte le mie forze – ha aggiunto – lui minacciava, ma non sparava. Finalmente una ragazza ha sentito le mie grida ed ha aperto la porta, i ragazzi ospiti sono corsi. I due criminali, sempre con pistole in pugno sono fuggiti. Hanno preso dei soldi, e ora mi resta la paura.

Sento la solitudine contro un mostro invisibile. Tanti amici di ogni paese, manifestano la loro solidarietà verso La Locanda, ma il mostro è più forte di noi. Questa terra che io chiamo la terra del vento, è anche la terra dei ladri. Ora cerco una speranza – ha concluso – Spero in una rivolta degli scout, dei ragazzi del liceo, degli uomini di fede, della gente della Locanda, anche dei ragazzi dei melograni“.

Continuano le indagini delle forze dell’ordine.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Napoli, donna nasconde droga nel passeggino del figlio. Arrestata

Pubblicato

il

NAPOLI – I Falchi della Squadra Mobile, durante il consueto servizio di controllo del territorio, nella serata di ieri hanno effettuato un controllo presso l’abitazione di una donna in via Padre Ludovico da Casoria.

All’interno della dimora, in un passeggino per bambini, hanno rinvenuto 6 involucri contenenti circa 16,2 grammi di cocaina e 2 bilancini di precisione, mentre nella cucina sono stati trovati 455 euro e diverso materiale per il confezionamento della droga.

Catia Nappi, 31enne napoletana con precedenti di polizia, è stata arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Continua a leggere

Cronaca

Avellino: muore di Covid-19 una docente pensionata

Pubblicato

il

decesso

AVELLINO – Il Covid continua a mietere vittime. Questa è la volta di una docente in pensione di 63 anni . La donna non era vaccinata ed era ricoverata dallo scorso 6 novembre nella terapia sub intensiva dell’Unità operativa Covid di Malattie Infettive.

Si era scoperta positiva al coronavirus di ritorno da un viaggio all’estero. Prima i sintomi lievi del contagio, poi il progressivo aggravarsi fino al ricovero in ospedale fino al decesso.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia al Cardarelli, uomo si suicida gettandosi dal terzo piano

Pubblicato

il

NAPOLI – E’ deceduto intorno alle 16 l’uomo che questo pomeriggio, verso le 14, ha tentato il suicidio (queste le indiscrezioni) dal terzo piano dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Per cause ancora da accertare l’uomo, classe ’54, è caduto dal terzo piano del reparto dove era ricoverato, presso il nosocomio partenopeo.

Dopo la caduta – come riportato da napolitoday.it – sono stati immediati i soccorsi, ma le sue condizioni sono apparse subito critiche. Infatti, per lui è subito scattato il “codice rosso”. I medici hanno tentato il tutto per tutto per salvarlo ma, intorno alle 16 circa il suo cuore ha smesso di battere.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante