Resta sintonizzato

Cronaca

Incidente sul lavoro, Valentino muore folgorato: aveva 43 anni

Pubblicato

il

Drammatico incidente sul lavoro avvenuto nel pomeriggio di ieri a Vidor, in provincia di Treviso, dove Valentino Zanutto, 43enne operaio residente a Farra di Soligo, è morto folgorato. In particolare, l’uomo, stava lavorando presso un cantiere all’interno di un’azienda vitivinicola. L’operaio, era impegnato nel rifacimento della casa del custode della cantina, quando la potente folgorazione provocata da una scarica elettrica, derivante da un palo dell’alta tensione, non gli ha lasciato scampo. Inutili i soccorsi, sulla tragedia indagano i carabinieri della Stazione di Valdobbiadene. Zanutto, lascia la moglie Paola e i due figli piccoli di 8 e 13 anni.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Ucraina, milizie russe avanzano. Zelensky: “Il Donbass sarà ucraino”

Pubblicato

il

UCRAINA – Giorno 94esimo dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina. Le forze russe avanzano nel Donbass. Arrivano le affermazioni del presidente Zelensky che, senza alcun tentennamento, ribbadisce: “Il Donbass sarà ucraino“.  

Putin mette in guardia l’Occidente basta armi a Kiev, nella telefonata con Macron e Scholz si dice pronto a soluzione export grano e a una ripresa dei colloqui con Kiev. I due leader occidentali chiedono seri negoziati diretti con Zelensky. Ministero Difesa Gb: Russia ha conquistato maggior parte città Lyman. Mosca annuncia nuovo test su missile ipersonico. Un rapporto di trenta esperti internazionali di diritto accusa Mosca di “genocidio”.

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, vuole sedersi al tavolo dei negoziati con Vladimir Putin perché, ha spiegato, tutti gli altri rappresentanti russi non decidono nulla. “Non c’è nessuno con cui negoziare se non con lui. Ha costruito uno stato in cui nessuno decide nulla”, ha detto Zelensky, citato dall’agenzia ucraina Unian. “Non importa se invia una delegazione a parlare con noi. Tutta questa gente non è nessuno, purtroppo”, ha aggiunto.

Continua a leggere

Cronaca

Castellamare di Stabia, sparatoria nei luoghi di movida: 23enne colpita da un colpo di pistola

Pubblicato

il

CASTELLAMARE DI STABIA – Ieri sera intorno alle 23.00 un colpo d’arma da fuoco è stato sparato ed ha colpito una ragazza in piazza Giovanni XXIII, a due passi dalla villa comunale e dal municipio.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, i quattro colpi di pistola sono stati esplosi da un giovane a bordo di uno scooter durante una serata della movida stabiese. La 23enne ha riportato una frattura alla tibia. La prognosi è riservata e nelle prossime ore potrebbe doversi sottoporre ad una operazione.

Il giovane 19enne,con qualche piccolo precedente a carico, Giovanni De Pascale, ferito solo di striscio al piede ha confessato che il suo obiettivo non fosse la donna, bensì che la stessa fosse stata rea di essersi trovata nella traiettoria sbagliata.

Continua a leggere

Cronaca

Grave incidente stradale a Napoli, scooter si scontra con un’auto: tre minorenni in ospedale, una è grave

Pubblicato

il

NAPOLI – Grave incidente nella notte nella città di Napoli. Verso le due di notte un oscooter con a bordo tre ragazze minorenni si è scontrato con un’auto tra il corso Amedeo di Savoia e le Rampe di San Gennaro dei Poveri, provenivano dal rione Sanità.

A seguito del violento impatto, le tre minori sono state sbalzate dalla moto e il mezzo si è spezzato. Le due 15enni sono state medicate al Pellegrini, mentre la 16enne che era alla guida è stata trasportata al Cardarelli. Quest’ultima versa in una situazione piuttosto grave ed è in prognosi riservata.

Sul posto la polizia municipale coordinata dal comandante dell’Infortunistica Antonio Muriano della polizia municipale guidata dal comandante Ciro Esposito. Stando agli agenti, lo scooter procedeva controsenso sulla rampa San Gennaro e quando le minori si sono immesse su corso Amedeo di Savoia si sono scontrate con un’auto proveniente dalla tangenziale. Il mezzo era già sottoposto a sequestro, le ragazze viaggiavano senza caschi e senza assicurazione. Indagini in corso.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante