Resta sintonizzato

Cronaca

Muore napoletano a Rimini

Pubblicato

il

RIMINI – Morto Antonino Di Dato, il 45enne napoletano vittima del brutale pestaggio in un hotel di Marina centro, avvenuto il 3 novembre scorso.

A seguito dell’aggressione, è stato ricoverato all’ospedale Bufalini di Cesena ove è rimasto in coma per 9 giorni. Fatali sono stati i ripetuti colpi alla testa e al torace. Contro di lui era stato organizzato un vero e proprio raid punitivo da una banda formata da quattro persone. Tre arrestati: due italiani di 53 e 35 anni e un cittadino croato di 42, mentre è tuttora ricercato all’estero un bosniaco di 45.

Grazie ad alcuni testimoni e alle telecamere dell’hotel e della zona, la Squadra mobile della Polizia è riuscita a risalire all’identità dei quattro. E ieri sera, dopo appostamenti e pedina menti, gli agenti sono riusciti a fermare e arrestare tre dei quattro aggressori.

Si tratta di due italiani, uno residente a Messina di 53 anni e l’altro di Taranto di 35, di un cittadino croato di 42, mentre e’ tuttora ricercato all’estero un bosniaco di 45.

Da subito sulle tracce dei due italiani, i poliziotti dopo una serie di pedinamenti e sopralluoghi hanno bloccato simultaneamente il 53enne italiano e il complice croato a Riccione, il primo fermato fuori da un locale e l’altro in un albergo, mentre a Rimini per l’altro italiano sono scattate le manette appena e’ uscito da un bar.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Lutto nel napoletano, Nancy perde la vita per un malore: aveva 18 anni

Pubblicato

il

Choc a Saviano, in provincia di Napoli, dove Nancy Trocchia, 18enne del posto, è morta. In particolare, pare che la giovane, abbia accusato un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. Infatti, nemmeno i medici accorsi per prestarle soccorso, non hanno potuto far nulla. A tal proposito, il dirigente scolastico del liceo Rita Levi Montalcini, che era la scuola che lei frequentava, ha voluto così ricordarla:

Immenso dolore, per un fiore reciso improvvisamente, nel giardino del Liceo R. Levi-Montalcini di Saviano. Nancy, non era solo bellissima, aveva cuore, aveva intelligenza, era innamorata della vita e del suo mondo. Siamo affranti ed increduli, non sappiamo trovare parole per consolare i genitori e la famiglia, non abbiamo frasi per spiegare ai compagni il perché di questa tragedia. Vola alto Nancy, dal cielo più azzurro, ci guarderai sorridendo”!

Continua a leggere

Cronaca

Campania, donna trovata morta nelle acque del Volturno: i particolari

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta nella mattinata di ieri sulle rive del Volturno, nell’Alto Casertano, dove G. Del Sesto, 41enne di Pietravairano, è stata trovata senza vita. Tuttavia, l’ipotesi più probabile è quella del suicidio, visto che la donna, avrebbe lasciato un biglietto di scuse, in cui rivelava le sue intenzioni. Lascia il marito e due figli piccoli.

Stando ad una prima ricostruzione, la donna, avrebbe prima parcheggiato l’auto e poi, si sarebbe tolta la vita lanciandosi da una diga. Indagano i carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, che attendono l’autopsia per acquisire ulteriori dettagli sulla vicenda.

Continua a leggere

Cronaca

Nola, padre e figlio aggrediscono un agente della Polizia sulla SS7bis

Pubblicato

il

AVELLINO – La Polizia di Stato ha arrestato due persone, padre e figlio, rispettivamente di 51 e 20 anni, residenti nella provincia di Avellino, responsabili di resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale.

L’accaduto è avvenuto oggi pomeriggio, quando una pattuglia della Polizia Stradale di Napoli ha intimato l’Alt ad un veicolo sulla strada statale SS7bis da Villa Literno a Napola. La vettura, piuttosto che fermarsi, ha proseguito il tragitto sino al suo blocco ad opera degli operatori della Polizia.

Il fuggitivo, accortosi dell’inseguimento, ha effettuato una manovra di retromarcia e ha continuato la fuga verso Nola per poi essere definitivamente bloccato. In quel contesto il capopattuglia, avvicinatosi allo sportello lato guida, è stato aggredito dal conducente che l’ha afferrato per il collo colpendolo con dei pugni al volto.

Inoltre, dal lato passeggero è sceso un altro soggetto, il figlio del conducente, che ha colpito di spalle l’agente fino a quando i due sono stati definitivamente bloccati.

Il magistrato presso la Procura di Nola ha disposto per i due la detenzione temporanea in attesa della celebrazione del rito per direttissima all’esito della quale veniva disposto nei confronti dei malviventi l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante