Resta sintonizzato

POLITICA

Manfredi: “Solidarietà a De Luca per le minacce dei no-vax”

Pubblicato

il

NAPOLI – Con l’aumentare dei casi positivi al Covid-19 e le considerazioni di eventuali nuove restrizioni, le tensioni tra istituzioni e no-vax non fanno altro che inasprirsi. Lo sa bene il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che proprio oggi ha ricevuto le ennesime minacce da parte dei complottisti.

Ad esprimergli la piena solidarietà è stato, tra i tanti, il sindaco della città di Napoli, Gaetano De Magistris, sulla sua pagina Facebook: “Solidarietà a Vincenzo De Luca per le minacce ricevute da parte di alcuni no-vax. La violenza che sostiene teorie antiscientifiche non fermerà la battaglia contro il covid. Andiamo avanti perchè i vaccini sono l’unico modo per tornare pienamente alla vita”.

POLITICA

Napoli ha ospitato la visita di stato del Presidente algerino con il Presidente Mattarella

Pubblicato

il

NAPOLI – “La visita di stato che Napoli ha ospitato ieri, 27 maggio 2022, con il Presidente Mattarella e il Presidente algerino è un grande segnale per la città perché testimonia il ruolo di Napoli come grande capitale del Mediterraneo, luogo di incontro e di dialogo in uno dei suoi siti più belli, la Reggia di Capodimonte. È un momento significativo per la città che sta vivendo veramente una nuova primavera”.

Lo ha detto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, a margine della visita di Stato in Italia del Presidente algerino che oggi ha previsto una visita al Museo Capodimonte di Napoli.

Continua a leggere

POLITICA

De Luca: ” In due anni saremo autonomi per il ciclo di rifiuti e forniture idriche”

Pubblicato

il

De Luca in diretta facebook ha parlato anche della gestione dei rifiuti e l’indigenza sul piano idrico:

Siamo riusciti a portare a Napoli un’iniziativa che si fa in genere in autunno a Rimini, Eco Mondo, la più grande in tema ambientale in Europa insieme a quella di Monaco. Per la prima volta l’avremo a Napoli e nell’ambito di questa iniziativa svilupperemo gli Stati Generali dell’Ambiente della regione Campania. Vogliamo fare un bilancio del lavoro fatto in questi anni nel campo dell’economia circolare e gestione dei rifiuti solidi-urbani. Siamo riusciti ad avere la riduzione di un terzo della sanzione europea, daremo conto dell’attività in corso per eliminare le ecoballe, contiamo per la fine del 2023 di risolvere questo problema. Abbiamo fatto un lavoro eccezionale per la depurazione delle acque, faremo un punto sul progetto di depurazione dei Regi-Lagni, sul Sarno, sul ciclo delle acque e anche sugli interventi futuri per l’economia idrica ed evitare dispersione di acqua sulla rete, perché la metà viene perduta ed è un delitto. Abbiamo un ritardo per il compostaggio, investiamo 200 milioni di euro ma registriamo ritardi in diversi Comuni. La società che gestisce il termovalorizzatore di Acerra ci segnala un problema, quello delle manutenzioni. Non ci saranno altri termovalorizzatori in Campania. Più passa il tempo più gli impianti faticano, si tratta quindi di trovare altri 100 milioni per una linea di riserva moderna che ci consenta di chiudere ogni due anni una delle tre linee per la manutenzione e rinnovare o cambiare le tecnologie con quelle più avanzate”.

“La Campania deve essere la Regione d’Italia più avanzata sul ciclo dei rifiuti ed economia circolare. Il sindaco di Roma ha detto che la Campania è molto più avanti rispetto al mio territorio perché abbiamo un programma. In due anni saremo autonomi per il ciclo di rifiuti e forniture idriche, non vogliamo acquistare 6 mila litri al giorno da sorgenti in Lazio o Molise per recupera quelli che la Campania dà alla Puglia. Un lavoro gigantesco. Dobbiamo incentivare la raccolta differenziate e fare gli impianti di compostaggio che sono il punto di criticità più rilevante. Per decenni l’immagine della Campania era associata ai montagna di rifiuti in mezzo alle strade, oggi l’abbiamo cancellata e dobbiamo completare il lavoro”.

Continua a leggere

POLITICA

De Luca: “Abbiamo illustrato i primi risultati sul vaccino anti-cancro, sono incoraggianti”

Pubblicato

il

Nella consueta diretta del venerdì il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato del problema sanità e degli importanti risultati emersi dalle ricerche sul vaccino anti cancro:

Voglio fare un augurio agli 800 medici che prestano il giuramento d’Ippocrate la prossima settimana, abbiamo una carenza di medici e bisogno di linfa vitale, nuova energia. Qualche giorno fa volevano fare speculazioni e aggressioni mediatiche sul Cardarelli che era ingolfato, problema di tutta Italia. Abbiamo fatto decine di concorsi che vanno a vuoto. Tutto dipende dal Ministero della Salute, per il momento non c’è nessuna iniziativa e la cosa è sconcertante. Abbiamo presentato un programma per la ricerca di un vaccino contro il cancro iniziato 4 anni fa dove la Regione si è impegnata a finanziare la ricerca con 120 milioni di euro più risorse del Cnr, per produrre questo vaccino. Abbiamo sviluppato 4 linee di ricerca coinvolgendo le università, le aziende produttrici di farmaci, con il coordinamento del Pascale. Abbiamo illustrato i primi risultati che sono estremamente incoraggianti. Vogliamo produrre questo vaccino contro il cancro, sarebbe un risultato straordinario per il mondo intero. Dobbiamo proseguire così, possiamo passare alla sperimentazione clinica, sui pazienti, e poi alla produzione vera e propria.

“Ci sono due elementi di criticità che dobbiamo superare: i due anni di covid hanno portato al blocco dello screening oncologico, in modo particolare per il tumore al seno, alla cervice dell’utero e al colon retto. Il tempo di scoperta di un problema è decisivo, può salvare la vita. Un altro dato che non va bene sono i tempi di prenotazione per alcuni controlli di laboratorio radiologici, troppo lunghi. La richiesta del medico di famiglia può essere urgente, media o programmabile. Devo rilevare che in alcune realtà, i tempi di erogazione e le liste d’attesa rimangono intollerabilmente lunghi anche per quelle urgente. Ho dato mandato per fare un’indagine dettagliata perché voglio capire in relazione alle domande di indagini quali sono i tempi di erogazione nelle strutture pubbliche. Non possiamo tollerare che si è costretti a rivolgersi a pagamento o si va fuori Regione. Anche perché non abbiamo problemi ad acquistare macchinari, se manca il personale ci deve essere segnalato. Abbiamo dato viTA al Cup per risolvere questo problema, avere su un’unica piattaforma anche le strutture private accreditate“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante