Resta sintonizzato

Cronaca

Sorella della sposa investita da due auto. Morta sul colpo

Pubblicato

il

VENEZIA – Tragedia al matrimonio: giovane muore investita da due auto. Un incidente terribile che si è consumato nel giorno più bello per la sorella della vittima, una ragazza di appena 23 anni. La giovane, come riportato da Il Messaggero,  è uscita dal ristorante, dove erano in corso i festeggiamenti per le nozze della sorella, ed è stata investita da due auto ed è morta sul colpo. È accaduto ieri sera – 20 novembre – poco prima delle 21, nella frazione Staffolo di Torre di Mosto, nel Veneziano.

La giovane donna di origini ungheresi si era alzata dai tavoli ed era appena uscita da Villa O’Hara, il noto ristorante e location per feste e matrimoni,  pare per fumarsi una sigaretta quando – appena varcato il cancello – una Jeep Renegade l’ha investita lungo la strada che da Torre porta a Stretti di Eraclea. Nel botto la donna è stata sbalzata nella corsia opposta mentre stava per sopraggiungere un’altra auto, una Opel Insignache ha centrato la ragazza. Immediata la richiesta di aiuto arrivata al 118.

Sul posto i sanitari del Suem non hanno potuto fare nulla per salvare la vita della giovane, deceduta nello spaventoso incidente. Ieri sera c’era molta nebbia e non è escluso che il conducente della Jeep si sia accorto all’ultimo della 23enne sulla strada. I carabinieri della radiomobile di Portogruaro stanno accertando cause e responsabilità.  La vittima Mercédesz Vivien Zakor aveva compiuto 23 anni nel maggio scorso.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Lutto nel napoletano, Nancy perde la vita per un malore: aveva 18 anni

Pubblicato

il

Choc a Saviano, in provincia di Napoli, dove Nancy Trocchia, 18enne del posto, è morta. In particolare, pare che la giovane, abbia accusato un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. Infatti, nemmeno i medici accorsi per prestarle soccorso, non hanno potuto far nulla. A tal proposito, il dirigente scolastico del liceo Rita Levi Montalcini, che era la scuola che lei frequentava, ha voluto così ricordarla:

Immenso dolore, per un fiore reciso improvvisamente, nel giardino del Liceo R. Levi-Montalcini di Saviano. Nancy, non era solo bellissima, aveva cuore, aveva intelligenza, era innamorata della vita e del suo mondo. Siamo affranti ed increduli, non sappiamo trovare parole per consolare i genitori e la famiglia, non abbiamo frasi per spiegare ai compagni il perché di questa tragedia. Vola alto Nancy, dal cielo più azzurro, ci guarderai sorridendo”!

Continua a leggere

Cronaca

Campania, donna trovata morta nelle acque del Volturno: i particolari

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta nella mattinata di ieri sulle rive del Volturno, nell’Alto Casertano, dove G. Del Sesto, 41enne di Pietravairano, è stata trovata senza vita. Tuttavia, l’ipotesi più probabile è quella del suicidio, visto che la donna, avrebbe lasciato un biglietto di scuse, in cui rivelava le sue intenzioni. Lascia il marito e due figli piccoli.

Stando ad una prima ricostruzione, la donna, avrebbe prima parcheggiato l’auto e poi, si sarebbe tolta la vita lanciandosi da una diga. Indagano i carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, che attendono l’autopsia per acquisire ulteriori dettagli sulla vicenda.

Continua a leggere

Cronaca

Nola, padre e figlio aggrediscono un agente della Polizia sulla SS7bis

Pubblicato

il

AVELLINO – La Polizia di Stato ha arrestato due persone, padre e figlio, rispettivamente di 51 e 20 anni, residenti nella provincia di Avellino, responsabili di resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale.

L’accaduto è avvenuto oggi pomeriggio, quando una pattuglia della Polizia Stradale di Napoli ha intimato l’Alt ad un veicolo sulla strada statale SS7bis da Villa Literno a Napola. La vettura, piuttosto che fermarsi, ha proseguito il tragitto sino al suo blocco ad opera degli operatori della Polizia.

Il fuggitivo, accortosi dell’inseguimento, ha effettuato una manovra di retromarcia e ha continuato la fuga verso Nola per poi essere definitivamente bloccato. In quel contesto il capopattuglia, avvicinatosi allo sportello lato guida, è stato aggredito dal conducente che l’ha afferrato per il collo colpendolo con dei pugni al volto.

Inoltre, dal lato passeggero è sceso un altro soggetto, il figlio del conducente, che ha colpito di spalle l’agente fino a quando i due sono stati definitivamente bloccati.

Il magistrato presso la Procura di Nola ha disposto per i due la detenzione temporanea in attesa della celebrazione del rito per direttissima all’esito della quale veniva disposto nei confronti dei malviventi l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante