Resta sintonizzato

POLITICA

Città di Napoli candidata come sede per il Mediterraneo dell’European Maritime Safety Agency

Pubblicato

il

NAPOLI – Sottoscritto il Protocollo d’Intesa finalizzato a formalizzare la candidatura dell’ente di Palazzo Santa Lucia ad ospitare a Napoli la sede per il Mediterraneo dell’European Maritime Safety Agency (EMSA).

La Regione Campania e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale hanno dato origine ad una incredibile opportunità per la città. Il EMSA è una Agenzia della Commissione Europea, istituita per la consulenza tecnica e l’assistenza operativa in materia di sicurezza marittima e inquinamento, tesa a fornire in tempo reale ai governi e alle autorità locali, informazioni dettagliate ed affidabili necessarie ad attuare efficacemente le politiche marittime, nonché per offrire servizi marittimi agli utenti del settore in tutta Europa.

Già nel 2018 la Regione aveva avanzato tale proposta alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome che ha espresso, all’unanimità, favorevole avviso.

La candidatura sarà perfezionata prossimamente.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POLITICA

De Luca: “Le feste di piazza a Capodanno? Sarebbe meglio evitare occasioni di diffusione del contagio”

Pubblicato

il

CAMPANIA – Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, annuncia di essere pronto ad assumere decisioni drastiche in previsione delle festività natalizie allo scopo di limitare il contagio da Covid-19. Lo ha dichiarato durante la conferenza stampa di presentazione della stagione invernale del Ravello Festival.

“Le feste di piazza a Capodanno? Io sono assolutamente convinto che sarebbe meglio evitare occasioni di diffusione del contagio. Ovviamente valuterò nei prossimi giorni, in base all’andamento dell’epidemia, anche la decisione da prendere”, ha dichiarato il governatore.

“Per quello che mi riguarda – ha aggiunto De Luca – credo sia opportuno da oggi esprimere  un’opinione, dare un suggerimento a tutti. E bene evitare ogni occasione di diffusione del contagio. Ovviamente si può fare una valutazione anche di tipo diverso, e cioè che le feste in piazza possono limitare quelle al chiuso. Io sono convinto che non sarà così, che avremmo le feste in piazza e le feste al chiuso perché non è che la serata di Capodanno si ferma a mezzanotte. 

Quindi sarei sinceramente dell’opinione di evitare le occasioni di diffusione del contagio, anche perché la notte di Capodanno vorrei sapere chi è in grado di fare controlli delle mascherine o del green pass. E del tutto evidente che non è possibile controllare nulla. Non vorrei che per una occasione di festa dovessimo poi pagare un prezzo pesante per i mesi successivi”.

Continua a leggere

POLITICA

Covid, Campania: 1.217 positivi e 4 decessi. Tasso di positività in aumento

Pubblicato

il

CAMPANIA – Questo il bollettino di oggi:(dati aggiornati alle 23.59 di ieri)

Positivi del giorno: 1.271Test: 32.619Deceduti: 4 (*)nelle ultime 48 ore. 1 deceduto in precedenza ma registrato ieri.

Report posti letto su base regionale:Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656Posti letto di terapia intensiva occupati: 22Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)Posti letto di degenza occupati: 312(**) Posti letto Covid e Offerta privata.

Napoli, 2 dicembre 2021

Continua a leggere

POLITICA

Manifesto su Lavoro ed Energia, Draghi: “necessaria cooperazione costante tra industria, istituzioni, sindacati”.

Pubblicato

il

ROMA – Quest’oggi, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha partecipato alla presentazione del Manifesto su Lavoro ed Energia, nel quadro della discussa transizione ecologia ed energetica verso un utilizzo sostenibile e fruibile alla totalità della popolazione. Il documento promosso da sindacati e Confindustria, e sostenuto dal ministro Cingolani, è stato lungamente discusso a fronte degli impegni assunti nel G20 inerenti il contenimento del surriscaldamento globale che, insieme alla pandemia da Covid-19, è “la sfida più importante dei nostri tempi” a detta del premier.

Per superare tale sfida lo Stato dovrà avere un ruolo centrale: “Il settore pubblico dovrà farsi carico di aiutare in particolare i cittadini più deboli – ha continuato Draghi – di assicurarsi che i tempi della transizione siano rapidi, ma compatibili con la capacità di conversione delle aziende”.

Ma non solo: “C’è bisogno di cooperazione costante tra industria, istituzioni, sindacati”. In un dialogo che “deve allargarsi al mondo della scuola, dell’università e della formazione”. Il presidente del Consiglio è sicuro: “Posticipare i costi della transizione ecologica oggi vorrebbe dire pagare un prezzo più alto in futuro”, per questo “l’Unione europea si è posta obiettivi vincolanti e ambiziosi”. Ma “riconvertire il sistema industriale richiede sforzi imponenti”. Secondo Draghi si parla di circa 520 miliardi all’anno fino al 2030.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante