Resta sintonizzato

POLITICA

Manfredi incontra il Console generale Usa: “La città di Napoli intende rafforzare la sua dimensione internazionale”

Pubblicato

il

NAPOLI – Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha incontrato a Palazzo San Giacomo il Console generale Usa a Napoli Mary Avery.

La città di Napoli – ha detto il sindaco – intende rafforzare la sua dimensione internazionale. In tale ottica, sono fondamentali i rapporti di amicizia con gli Stati Uniti d’America consolidando la storia di Napoli come luogo di accoglienza ed inclusione sociale, ma anche come motore di sviluppo economico in grado di attrarre flussi turistici e nuovi investimenti“.

Non si è fatta attendere la replica del Console Usa: “È stato un vero piacere incontrare il sindaco Gaetano Manfredi, soprattutto in vista del prossimo 16 dicembre, giorno in cui il nostro Consolato Generale celebrerà 225 anni di relazioni diplomatiche con la città di Napoli. Siamo grati alle istituzioni cittadine e a tutto il popolo napoletano per l’accoglienza e l’ospitalità che offrono alle migliaia di americani, civili e militari, che qui risiedono. Continueremo a esplorare nuove opportunità di collaborazione che possano rafforzare ulteriormente la storica amicizia tra i nostri due popoli”, ha concluso Avery.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POLITICA

Maltempo, Posillipo: costone crolla, famiglie isolate

Pubblicato

il

POSILLIPO – Crollato il muro di contenimento di un costone roccioso a Posillipo, in via Ferdinando Russo.

La causa sembrerebbe ravvisarsi nei temporali degli ultimi giorni i quali hanno aumentato la già precaria condizione della parete rocciosa. Il masso ha invaso il manto stradale, per cui alcune famiglie che vivono nella parte bassa sono state isolate. Operai e tecnici sono al lavoro per liberare la strada e rimettere l’area in sicurezza.

Continua a leggere

Politica

Napoli, Maresca su sito di compostaggio Napoli est: “Contrario a scelta politica scellerata”

Pubblicato

il

NAPOLI – “No al sito di compostaggio a Napoli est”. A dichiararsi contrario in merito alla delibera n. 473 del 7 ottobre 2021, approvata dalla Giunta con i poteri del Consiglio, relativa alla variazione al bilancio di previsione 2021-2023 di euro 22.645.517, 03 per la realizzazione dell’impianto di compostaggio di Napoli est, è il consigliere di opposizione in Consiglio comunale Catello Maresca. L’impianto destinato al trattamento dell’umido (compost) e alla produzione del biometano, che nella passata consiliatura è stato individuato in un’area di via De Roberto a Ponticelli, è uno dei siti concessi alcuni anni fa dalla Regione al Comune per 99 anni in comodato gratuito. “Credo sia obbligo istituzionale di tutti gli organismi di rappresentanza, soprattutto del Consiglio comunale, dire la verità ai cittadini – ha detto Maresca nel corso dell’odierna seduta del Consiglio comunale – oggi si dice che stiamo facendo un passaggio di natura formale, addirittura una ratifica.

“Mi viene il sospetto che sia qualcosa di più. Questa non è una ratifica, ma una scelta politica. Perché se votiamo no, non ci saranno i soldi per l’intervento. Per votare bene bisogna capire se sia una scelta giusta o sbagliata. Se votiamo no, non si farà? Non è che non si farà più, ma non si farà così, come è stato impostato nel 2013 dalla precedente amministrazione. Come se tutta la responsabilità dovesse ricadere su di noi. Per le mancanze e le lacune di gestione pseudo politiche su una scelta fondamentale? Oggi chi è chiamato a scegliere un po’ di riflessione in più la dovrebbe esigere. Ho sentito parlare di atto dovuto e senso di responsabilità – ha rimarcato Maresca – per questo crediamo sia opportuno manifestare i nostri dubbi. Ora è come se stessimo decidendo su una valutazione sommaria dei fatti”.


“Area di coltivazione in serra”, così si legge nel documento riguardante il sito – ha proseguito il consigliere di opposizione – cioè andiamo a mettere quel sito in un’area destinata a tutt’altro. Non è vero che noi dobbiamo fare per forza ciò che ci arriva a un giorno della scadenza. Noi per ora stiamo prendendo un altro debito. Dovremmo trovare almeno il 30 per cento. I soldi mal investiti sono i veri soldi persi. Così stiamo rischiando di fare una scelta sbagliata sull’investimento di questi soldi. La Soprintendenza ci ha già dato parere contrario su questo. Ed il Piano Regolatore non lo prevede.

I numeri hanno una loro significatività: una cosa è fare un sito di compostaggio, un’altra è farne tre o quattro. Il progetto inoltre è stato fatto dall’Asia e noi oggi ci fidiamo di quel piano di fattibilità? Questi sono dubbi ancora tecnici, perché poi c’è la questione politica, di partire da Napoli est. A chi andare a chiedere conto dei cattivi odori e dell’ulteriore inquinamento poi? Io credo che sia monnezza numero 1 quella che stiamo portando in questi quartieri”, ha detto Maresca rispondendo al consigliere Aniello Esposito, che aveva parlato di “Chanel numero 5” in riferimento ai miasmi che saranno costretti a respirare i cittadini di Napoli est. “Mi aspetto da sindaco e assessore Mancuso risposte chiare e linee politiche coerenti”, ha concluso.

Continua a leggere

POLITICA

De Luca: “Le feste di piazza a Capodanno? Sarebbe meglio evitare occasioni di diffusione del contagio”

Pubblicato

il

CAMPANIA – Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, annuncia di essere pronto ad assumere decisioni drastiche in previsione delle festività natalizie allo scopo di limitare il contagio da Covid-19. Lo ha dichiarato durante la conferenza stampa di presentazione della stagione invernale del Ravello Festival.

“Le feste di piazza a Capodanno? Io sono assolutamente convinto che sarebbe meglio evitare occasioni di diffusione del contagio. Ovviamente valuterò nei prossimi giorni, in base all’andamento dell’epidemia, anche la decisione da prendere”, ha dichiarato il governatore.

“Per quello che mi riguarda – ha aggiunto De Luca – credo sia opportuno da oggi esprimere  un’opinione, dare un suggerimento a tutti. E bene evitare ogni occasione di diffusione del contagio. Ovviamente si può fare una valutazione anche di tipo diverso, e cioè che le feste in piazza possono limitare quelle al chiuso. Io sono convinto che non sarà così, che avremmo le feste in piazza e le feste al chiuso perché non è che la serata di Capodanno si ferma a mezzanotte. 

Quindi sarei sinceramente dell’opinione di evitare le occasioni di diffusione del contagio, anche perché la notte di Capodanno vorrei sapere chi è in grado di fare controlli delle mascherine o del green pass. E del tutto evidente che non è possibile controllare nulla. Non vorrei che per una occasione di festa dovessimo poi pagare un prezzo pesante per i mesi successivi”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante