Resta sintonizzato

Salute

Covid, Campania: indice di contagio in calo al 2,99%

Pubblicato

il

CAMPANIA – Secondo l’unità di crisi della Regione Campania sono 899 i casi registrati quest’oggi nel bollettino odierno a fronte di 30.020 test effettuati nelle ultime 24 ore.

Dunque, in calo il tasso di contagio che si assesta al 2,99%, mentre ieri era al 3,45%. Tre i decessi.

Per quanto concerne, invece, l’occupazione negli ospedali, aumentano a 23 i posti letto occupati nelle terapie intensive (+ 2), mentre calano a 297 in degenza (-12).

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Coronavirus

Covid, direttore Santobono ai genitori: “Scegliete il vaccino, è 1000 volte più sicuro”

Pubblicato

il

La campagna vaccinale per i bambini prosegue a pieno ritmo, ma vi sono ancora dei genitori restii a far vaccinare i propri figli. In questa situazione il direttore dell’azienda sanitaria Santobono, Rodolfo Conenna, lancia un appello alle famiglie: scegliere il vaccino anziché rischiare le complicanze del Covid.

“Tra virus e vaccino per i vostri figli, scegliete il vaccino, afferma Conenna ai mircofoni di Radio Crc, nel corso della trasmissione Barba&Capelli. “Nella scelta per i nostri figli dobbiamo sapere raffreddare le emozioni e diventare aridi e riferirci ai dati numerici: ad oggi sono stati vaccinati negli Stati Uniti 8 milioni di bambini e sono stati registrati solo 11 casi di miocardite, tutti regrediti in tre giorni”.

Sostanzialmente, possiamo dire che vaccinarsi è mille volte più sicuro rispetto al rischio molto più concreto delle complicanze del contagio da virus Covid 19, e oggi purtroppo avere il contagio è un evento possibile; ci sono dati che ci dicono che a breve la Omicron porterà al contagio di almeno metà della popolazione”.

Un dato, questo, confermato anche dal sottosegretario Sileri, il quale ha affermato che entro la fine del 2022 la variante Omicron contagerà quasi tutta la popolazione italiana. Per quanto riguarda gli effetti del Covid sui bambini, i medici del Santobono ne sono testimoni diretti: meno di una settimana fa una bimba di 6 anni, figlia di genitori no-vax, è stata ricoverata in terapia intensiva.

Prima di Natale avevamo pochissimi ricoveri, successivamente in 15 giorni sono passati da 0 a 30 e siamo stati costretti ad aprire degli altri reparti“, sottolinea Conenna al riguardo. “Attualmente, quindi, noi abbiamo 30 posti letto dedicati al Covid, poi abbiamo una zona filtro di 10 posti letto per gestire i bambini in ingresso per altre patologie, poi abbiamo 2 posti di terapia intensiva attualmente occupati e 2 di neonatologia”.

Un altro motivo per cui il dott. Conenna spinge i genitori a scegliere il vaccino è la sindrome infiammatoria multisistemica. “Poi c’è il fenomeno della MIS-C, ovvero bambini che sono stati positivi settimane prima e che ora presentano sintomatologia anche grave di interessamento multi organo. In un anno abbiamo avuto circa 60 bambini con questa grave infiammazione multipla”.

Continua a leggere

Salute

Covid, Sileri: “La variante Omicron raggiungerà tutti. Chi è vaccinato sarà più protetto”

Pubblicato

il

ROMA – “La variante Omicron raggiungerà tutti, non c’è scampo. Non c’è dubbio che entro la fine del 2022, salvo che arrivi un’altra variante, quasi tutta la popolazione avrà incontrato questa variante”. Così il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri.

“Chi è vaccinato sarà più protetto e potrà avere probabilmente una forma più leggera, ma chi non lo è ha molti più rischi di andare in terapia intensiva”, ha aggiunto specificando e sottolineando la necessità di sottoporsi alla vaccinazione.

“Forse entro due settimane distinzione tra positivi e malati” – “Sono d’accordo sulla necessità della revisione” delle regole che “potrà essere fatta nei prossimi giorni, forse entro un paio di settimane, con una distinzione tra coloro che sono positivi al virus e i malati. Questo ce lo consente la variante che circola oggi”, ha proseguito.

Il punto, ha sottolineato il sottosegretario alla Salute, “è che ad oggi circolano sia la variante Omicron che la Delta e la Delta dà problemi. La maggioranza di coloro che sono in intensiva sono infatti in gran parte infettati dalla Delta e non vaccinati. Vanno in intensiva anche infettati da Omicron, ma è meno probabile”.

Le regole, ha spiegato Sileri, “verranno ulteriormente modificare e alleggerite credo molto presto. Vediamo adesso come vanno i contagi e facciamo una distinzione tra positivi e malati, considerando che i positivi non sono malati“. Il sottosegretario ha quindi ribadito di essere d’accordo con la trasmissione del bollettino quotidiano ma in modo più dettagliato: “È giusto dare il dato ma deve essere dettagliato e i numeri vanno spiegati. In questo momento – ha concluso – non è il positivo che conta ma il soggetto che va in ospedale, scomponendo però chi vi entra per altri motivi”.

Continua a leggere

Napoli

Neonato di un mese in pericolo di vita, volo d’urgenza da Napoli a Genova per salvarlo

Pubblicato

il

Un volo d’urgenza da Napoli a Genova per salvare un neonato di 31 giorni appena, in pericolo di vita.

Ieri pomeriggio è partito con un velivolo Falcon 900 dell’Aeronautica Militare, richiesto dalla prefettura di Napoli e disposto e coordinato dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica militare.

Il Falcon 900 del 31° Stormo è decollato dall’aeroporto militare di Ciampino ed è atterrato a Genova dove c’era ad accoglierlo un’équipe medica dell’ospedale pediatrico “G. Gaslini” con l’attrezzatura sanitaria necessaria all’Ecvmo (Extra Corporeal Membrane Oxygenation), necessaria al trasporto del piccolo.

E’ così partito per l’aeroporto di Capodichino (Napoli), dove il neonato proveniente dall’azienda ospedaliera Santobono di Napoli è stato imbarcato e una volta atterrato a Genova è stato trasferito in ambulanza presso l’Ospedale pediatrico “G. Gaslini”.

Attraverso i suoi reparti di volo, l’aeronautica militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Ogni anno, gli aerei del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46ª Brigata Aerea di Pisa compiono centinaia di ore di volo per effettuare questo genere di interventi.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante