Resta sintonizzato

Dal Mondo

Svizzera, referendum sul green pass. Vince il sì al 62%

Pubblicato

il

SVIZZERA – Sì al Green pass. Questa la scelta assunta a seguito del referendum in Svizzera che ha richiesto l’opinione della cittadinanza circa la volontà di introdurre o meno il certificato verde quale misura di controllo della situazione pandemica.

Il certificato Covid-19 ha ampiamente superato lo scoglio delle urne nel Paese, ove ha raggiunto il 62% di voto favorevole. Gli svizzeri, primi al mondo ad essere chiamati a tale decisione, hanno introdotto il pass vaccinale in concomitanza con l’avvicinarsi delle vacanze natalizie.

Alta l’affluenza attestatasi al 65,7%. Una vittoria importante quella di oggi per il governo, mentre anche lì cresce la preoccupazione per la nuova variante Omicron. Il referendum, lanciato da tre comitati anti-pass, prendeva di mira la modifica della legge con la quale il Parlamento svizzero ha introdotto nel marzo scorso la base legale per il certificato Covid.

Il documento in Svizzera attesta una guarigione dal Covid-19, una vaccinazione completa o un test negativo, e dal 13 settembre scorso è obbligatorio nei ristoranti, strutture culturali e sportive e altre manifestazioni al chiuso. Ad alcune condizioni, i datori di lavoro possono introdurre il suo impiego tra le misure di protezione.

Nelle ultime settimane in Svizzera c’è stato un netto aumento dei contagi da Coronavirus, mentre la quota delle persone totalmente vaccinate non supera il 65%. Molto alta l’incidenza, arrivata ormai a 870,82 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di due settimane.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dal Mondo

Leader G7: “Putin sta coprendo la Russia di vergogna”. Sholz: “Non vincerà, l’Ucraina resisterà”

Pubblicato

il

RUSSIA/UCRAINA“Non deve vincere la guerra in Ucraina, lo dobbiamo alla memoria di chi è morto durante la Seconda guerra mondiale. Putin sta coprendo la Russia di vergogna”. Lo hanno affermato i leader del G7 nell’ultimo comunicato.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha spiegato con certa fermezza che l’ipotetica vincita di Putin è ben lontana. “Sono profondamente convinto – spiega il cancelliere – Putin non vincerà, l’Ucraina resisterà. Libertà e sicurezza vinceranno. Come libertà e sicurezza trionfarono 77 anni fa contro l’oppressione, la violenza e la dittatura”.

Gli Stati Uniti hanno annunciato, durante il G7, nuove sanzioni contro tre stazioni tv russe e dirigenti di Gazprombank e hanno vietato agli americani di fornire servizi alle imprese russe. Si tratta delle ultime misure varate contro l’invasione russa dell’Ucraina.

Continua a leggere

Dal Mondo

Ucraina, vice ministra Vereshchuk: “Evacuata l’acciaieria di Azostal”

Pubblicato

il

UCRAINA – Tutti i civili hanno lasciato l’acciaieria Azovstal di Mariupol. L’annuncio arriva dalla vice prima ministra ucraina, Iryna Vereshchuk, che ha fatto sapere che tutte le donne, i bambini e le persone anziane sono state evacuate dall’acciaieria da giorni assediata dalle forze russe. “L’ordine del presidente è stato eseguito: tutte le donne, i bambini e le persone anziane sono state evacuate da Azovstal. Questa parte dell’operazione umanitaria Mariupol è stata completata”, ha affermato la vice premier.

Continua a leggere

Dal Mondo

Guerra russo-ucraina, Blinken su Putin: “Sta cercando di distorcere la storia”

Pubblicato

il

RUSSIA/UCRAINA – Il presidente russo Vladimir Putin “sta cercando di distorcere la storia” con l’obiettivo di “giustificare la sua guerra non provocata e brutale contro l’Ucraina”. Lo ha affermato il Segretario di Stato americano Anthony Blinken in una nota diffusa in occasione del 77esimo anniversario della vittoria sul nazismo.

“Con la guerra che infuria in Europa, dobbiamo aumentare la nostra volontà di resistere a coloro che cercano di manipolare la memoria storia per trarre vantaggio dalle loro ambizioni. Mentre commemoriamo la fine della Seconda guerra mondiale in Europa abbiamo un dovere sacro nei confronti dei caduti: dire la verità sul passato e sostenere tutti coloro che difendono la libertà” – ha concluso il Segretario.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante